Elio Ticca – Soluzioni collaterali

Nuoro - 01/09/2018 : 15/09/2018

La più recente ed inedita produzione dell'artista sardo è in mostra nella sua città natale.

Informazioni

  • Luogo: CASA MANCONI
  • Indirizzo: Via Michelangelo Buonarroti, 19, Nuoro - Nuoro - Sardegna
  • Quando: dal 01/09/2018 - al 15/09/2018
  • Vernissage: 01/09/2018 Ore 19.00
  • Autori: Elio Ticca
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dal Lunedì alla Domenica, h 10:00 - 13:00 | 16:00 - 20:00; Domenica 2 e Martedì 11 Settembre: 16:00 - 20:00

Comunicato stampa

Casa Manconi avvia la programmazione del mese di settembre aprendo le proprie porte al giovane artista nuorese Elio Ticca ed alle sue inedite "SOLUZIONI COLLATERALI". La mostra nasce dalla volontà di creare un suggestivo dialogo tra gli storici ambienti e gli spazi en plein air della dimora dell'artista Franco Manconi e le opere di Ticca, oggetti d'affezione, spesso ironici ed irriverenti, dal forte valore simbolico ed onirico. Il percorso espositivo verrà inaugurato Sabato 1 Settembre alle ore 19 e sarà visitabile fino al 15 Settembre 2018

Con "Soluzioni Collaterali" Elio Ticca presenta la sua più recente ed inedita produzione, felice esito di una ricerca polisemica e polimorfa che si interroga sulle possibilità dell'oggetto, della differenza, del traslato,
attraverso un raffinato gioco di interazioni materiche e cromatiche. L'artista varca i confini del definito e del conosciuto per indagare l'alterità, l'ibrido e la reinvenzione; ogni opera è figlia di una pulsione creativa nuova e contemporanea ma al contempo capace di evocare il linguaggio di defamiliarizzazione di Jasper Johns: “Take an object , do something to it, do something else to it” (“Prendi un oggetto, facci qualcosa, facci qualcosa di diverso”). Le opere di Ticca costringono lo spettatore a riflettere, a cambiare prospettiva, a modificare la percezione degli oggetti comuni per strapparli alla marginale indifferenza della quotidianità, all'utilizzo necessario e meccanico. L'identità apparente, consegnata e definita del manufatto muta, diviene materia d'arte, manifesto della volontà di apertura verso ogni possibile reinterpretazione e rilettura creativa. Elio Ticca nasce a Nuoro nel 1988; studia arti visive presso lo Iuav di Venezia e storia dell'arte alla University of Leeds. Il giovane artista, che ha fatto della pittura e della scultura i medium privilegiati della propria produzione, esplora e mette in luce le relazioni che intercorrono tra linguaggi artistici storici e contemporanei, dando forma ad ironici ed imprevedibili dialoghi visivi citazionisti, capaci di alterare la matrice e di suscitare riflessioni sull'idea di autenticità e contraffazione. Le sue opere rileggono e reinterpretano pilastri concettuali quali l'autografia e l'unicità attraverso un sofisticato processo di camuffamento ed invenzione. EVENTI LEGATI ALLA MOSTRA: LUNEDÌ 10 SETTEMBRE, h 19:00 “AFFETTI COLLATERALI – La “teoria degli affetti”: simbiosi di poesia e musica in età barocca” Valentina Satta, soprano – Erika Pierantoni, arpa Arie madrigalistiche di Caccini, Frescobaldi, Loiti, Monteverdi, Sances, Strozzi. Cover: opere di Elio Ticca