Eleonora Rossi – L’esercizio del ritorno

Pietrasanta - 24/03/2018 : 24/04/2018

Kyro Art Gallery, nuova galleria d'arte situata nel cuore di Pietrasanta, inaugura la stagione espositiva con una personale dell'artista milanese Eleonora Rossi.

Informazioni

  • Luogo: KYRO ART GALLERY
  • Indirizzo: via P.E. Barsanti 29 - Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 24/03/2018 - al 24/04/2018
  • Vernissage: 24/03/2018 ore 17.30
  • Autori: Eleonora Rossi
  • Curatori: Chiara Gatti
  • Generi: arte contemporanea, inaugurazione, personale

Comunicato stampa

Kyro Art Gallery, nuova galleria d'arte situata nel cuore di Pietrasanta, inaugura la stagione espositiva con una personale dell'artista milanese Eleonora Rossi. “L'esercizio del ritorno” è il titolo della mostra a cura di Chiara Gatti che presenta un ciclo importante di opere recenti e inedite dell'autrice, frutto del suo “ritorno” alla pittura inteso come riscoperta del linguaggio e dei valori espressivi del segno e del colore, qui abbinati al lessico di altri media, come il video o il disegno allo stato puro


Il progetto studiato da Eleonora Rossi per lo spazio della Kyro Art Gallery corrisponde infatti a una sorta di macro-installazione dove un unico racconto si dipana attraverso immagini dipinte, ma anche sketch e video. Tutto il lavoro è frutto di alcuni anni di riflessione intima sul tema eterno della natura quale luogo di incontro fra umanità e mistero del creato, coscienza individuale e universo selvatico. Il risultato è un affresco dai contorni inquieti di un luogo dello spirito in cui scorci rupestri e boschi profondi, specchi d'acqua e ghiacciai sono allegorie di stati d'animo, metafore di situazioni esistenziali riflesse nelle asperità del paesaggio.
L'esercizio del ritorno presuppone anche un esercizio di stile, un recupero di istanze classiche della pittura-pittura, di un certo naturalismo “di partecipazione” del secondo-dopoguerra italiano, miscelato con la scelta di segni istintivi, gesti energici e colori lividi, di scuola anglosassone. La macchina da presa traduce tutto ciò in video, brani girati con una grammatica analoga; ritmi, pause, chiarori lattiginosi. Pittura e regia dialogano secondo un concetto di opera d'arte interdisciplinare e di contaminazione fra linguaggi usati in simultanea.
Oltre a una quindicina di dipinti, Eleonora Rossi presenta la prima di un gruppo di video installazioni da camera intitolato “Exercise of beauty”; nel catalogo, bozzetti e sketch.

Eleonora Rossi
Nata a Milano nel 1976, vive e lavora a Milano. Ha studiato all’Accademia di Belle arti di Brera e Carrara e ha cominciato a lavorare a Milano partecipando a mostre collettive e personali. Dopo un lungo periodo dedicato alla pittura, si è accostata alla fotografia e al video raccontando relazioni colte nelle loro molteplici ed inquietanti declinazioni, all’insegna dell’instabilità e dell’incertezza del vivere contemporaneo. Nel 2008 inizia a produrre il primo ciclo di 5 video installazioni dal titolo Forward/Rewind. Nel frattempo produce i video Hope is the last to die e Penelope. Nel 2010 inizia il nuovo ciclo (in lavorazione) PERDONO: esperienze private, dichiarazioni pubbliche di cui ha realizzato i primi due video girati in Sud Africa. Ha all’attivo il suo primo documentario Sulla Soglia condotto su progetto di Regione Lombardia, Comune di Milano settore Salute, Ospedale Fatebenefratelli e Cariplo sul tema del recupero dei malati psichiatrici in carcere. Ha realizzato inoltre il video istituzionale per la Fondazione Anna Biagi Rubini di Milano, onlus che si batte contro la dispersione scolastica. In ambito musicale ha prodotto e diretto il videoclip Before the dawn dei Luminanceratio, gruppo della scena underground. Negli ultimi anni ha esposto sia in Italia che all’estero (Europa, Usa ed Africa). Ha partecipato a Scope Miami e Art Paris; due personali presso la Joao Ferreira Gallery di Cape Town, con Louise Alexander Gallery le mostre di Porto Cervo e Parigi, Palazzo Ducale a Massa. Si segnalano: le collettive Appetite for Destruction al Museo Nazionale di Villa Guinigi di Lucca; la presentazione di due installazioni video al Festival Suoni & Visioni, oltre a un’opera di grandi dimensioni al SuperStudio Più nel contesto della mostra XXL a Milano e la partecipazione al festival video “8 minuti dal sole, 1 minuto dalla luna. Videoartisti italiani dell’ultima generazione” al L.u.C.C.A Museo Center for Contemporary Art. Nel 2011 ha partecipato tra gli altri a Romaeuropa Webfactory, MUV Festival di Firenze, a Disturbi e disordini_Biennale di Alessandria di videofotografia contemporanea e alla rassegna video d’artista “home_nature” – Front of Art: esperienze di arte pubblica – Il paesaggio e la comunità a cura di Katia Baraldi e Laure Keyrouz con la partecipazione di ART HUB e con il patrocinio di Fondazione Bevilacqua La Masa.

Kyro Art Gallery
Nasce nel 2018 da un progetto di Antimo Pascale e Luigi Ciurlia, da tempo attivi nel mondo dell'arte contemporanea, attenti all'opera di artisti emergenti, italiani e stranieri, oltre a nomi consolidati nel panorama internazionale. La sede di Pietrasanta ospiterà tre mostre personali e tre mostre collettive distillate ogni anno e concentrate attorno a una scuderia di nomi selezionati. Fra i tanti spiccano Daniele Salvalai, scultore italiano dalla ricerca di altissima qualità, Anila Rubiku, artista di origine albanese che vive tra Canada, Italia e Turchia, ha partecipato alla Biennale del 2011 nel Padiglione albanese ed è presente nelle più importanti collezioni e musei internazionali; oltre all'artista coreano Park Eun-Sun, protagonista di esposizioni nelle più importanti città internazionali e italiane con opere monumentali. Kyro Art Gallery intende proporsi come un osservatorio aperto a linguaggi paralleli, dalla pittura alla scultura, dal video alla fotografia all'installazione, prediligendo autori in grado di misurarsi coi vari media senza distinzione di genere.


Catalogo in galleria.