Eglė Budvytytė – Choreography for the Running Male

Roma - 14/10/2017 : 14/10/2017

AlbumArte torna al MAXXI con la performance site-specific Choreography for the Running Male dell’artista lituana e olandese d’adozione Eglė Budvytytė

Informazioni

Comunicato stampa

AlbumArte torna al MAXXI con la performance site-specific Choreography for the Running Male dell’artista lituana e olandese d’adozione Eglė Budvytytė, che si svolgerà al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo sabato 14 ottobre 2017 alle ore 15.00, e farà parte del programma del museo per la 13° Giornata del Contemporaneo AMACI.

La performance si caratterizza per una struttura mobile e dinamica che cambia e si arricchisce a seconda del contesto in cui viene sviluppata

Nove performer, durante una silenziosa marcia guidata da una voce femminile fuori campo, percorreranno alcune strade del quartiere Flaminio, partendo e ritornando nella piazza del Museo. Compiendo gesti inusuali, espressi con estrema fermezza e compostezza, gli uomini daranno l’idea di appartenere a un’unità militare in cui il controllo e la rigidità sono disposizioni fondamentali e, allo stesso tempo, trasmettendo l’idea di colpa, seduzione, e occultamento.

Con questo lavoro l’artista vuole riflettere sulla pressione fisica e psicologica che gli uomini subirono durante gli anni del regime sovietico capovolgendo, allo stesso tempo, le convenzioni che lo vogliono forte e sicuro di sé.

La performance è parte della mostra personale di Eglė Budvytytė dal titolo Tra Ciglia e pensiero, curata da Benedetta Carpi De Resmini, in corso ad AlbumArte fino all’11 novembre 2017. La mostra che ha portato l’artista per la prima volta in Italia, è composta da un insieme di opere video, imperniate su scenari e contesti inusuali posti accanto a elementi quotidiani, veri e propri cortocircuiti tra realtà e finzione, aprendo questioni sul ruolo del soggetto rispetto a una riflessione sociale in senso più ampio.

Choreography for the Running Male ha ricevuto il patrocinio dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi e dell’Ambasciata della Repubblica di Lituania nella Repubblica Italiana; la performance è prodotta da AlbumArte con il supporto del Mondriaan Fonds, in collaborazione con MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo e il Lithuanian Culture Institute.



Eglė Budvytytė (Lituania, 1981) vive attualmente ad Amsterdam. Realizza video e performance al fine di esplorare la relazione che intercorre tra corpo, architettura, ambiente e pubblico. Partendo da coreografie di diversi performer – al fine di rappresentare gesti che possono apparire spesso contraddittori rispetto al contesto in cui si sviluppano – l’artista guarda alla capacità del corpo di sfidare i comportamenti convenzionali e le narrazioni normative implicite all’interno degli spazi pubblici. I suoi lavori sono stati esposti a Liste, Basel; Art Dubai commissions 2017, la 19° Biennale di Sidney, De Appel Arts Centre, CAC di Vilnius e lo StedeljikMuseum di Amsterdam. Eglė è stata artista residente presso Le Pavillon, Palais de Tokyo (Parigi, 2012) e Wiels, Contemporary art centre, (Brussels, 2013).