Duane Zaloudek – Early works – Talk

Roma - 31/03/2015 : 31/03/2015

Un talk tra l'artista e Brett Littman (Executive Director, Drawing Center, New York).

Informazioni

Comunicato stampa

“I dipinti di Zaloudek sono diventati sempre più visivamente sfuggenti. Il suo lavoro è un distillato di fenomeni sensoriali per i quali non ho vocaboli.”-Jack Eyerly, 1971

Nel 2015 l'artista americano Duane Zaloudek, (Texahoma, 1931, vive e lavora a New York) ha iniziato una serie di collaborazioni con Monitor, curate da Paola Capata e Brett Littman, Direttore Esecutivo del Drawing Center di New York

La mostra di debutto si è tenuta a gennaio 2015 a Monitor Studio, New York, dove sono stati presenati cinque dipinti prodotti tra il 1966 e il 1967 e due rari oli su carta del 1963.
Queta mostra personal dell'artista a Monitor, Roma sarà focalizzata sui dipinti realizzati da Zaloudek tra gli ultimi anni '50 e i primi '70, di cui fanno parte le serie Trask (1961-1964) e Milarepa (1965-67) e le prime tele bianco su bianco (1968-71). La mostra di Roma sarà accompagnata da un catalogo che contiene un'intervista tra Littman e l'artista.

I lavori di Zaloudek esplorano gli aspetti fenomenologici della visione attraverso l'indagine di forma, luce e colore. Zaloudek descrive così il suo processo lavorativo: “Ero interessato alle idee relative all'inibizione sensoriale e alle implicazioni che queste idee portano con sé, in relazione alla tecnica pittorica e al rapporto osservatore – oggetto. Da questo interesse si è sviluppato un gruppo di lavori in cui il dipinto si presenta come un' esperienza esclusivamente fisica e visiva, in linea con gli studi sulle possibilità delle azioni visive con un contrasto estremamente basso. L'obiettivo era allontanarsi dalla risoluzione di problemi formali e investigare più profondamente sulla consapevolezza della fisicità della visione. Riducendo progressivamente il valore e il contrasto di colore il mio obiettivo è diventato quello di intensificare la coscienza di essere dalla parte dell'osservatore, attraverso un intenso incontro con stimoli accuratamente ridotti”.
I lavori giovanili più conosciuti di Zaloudek della serie Milarepa furono realizzati tra il 1965 e il 1967 e prendono il nome dall'omonimo santo tibetano. Le opere che compongono questa serie sono infuse di un contenuto erotico indiretto e sono caratterizzate da forme circolari fluide e centrate in campi monocromi. Arthur Douglas Hall Kent, affermò nel 1966 in un articolo apparso su Artforum, "Nella sua tematica palesemente austera, Zaloudek mette in luce una delicatezza nell'affermazione e nella minimizzazione; egli raggiunge ciò in buona parte grazie alla giustapposizione tra forme primarie e piani aggiuntivi e attraverso le limitazioni fisiche della tela. La precisione con la quale Zaloudek gestisce il suo medium e il suo vocabolario di forma, spazio e colore scrupolosamente limitato, equilibrato da una sintassi rigorosa, lasciano a queste pitture della serie Milarepa una qualità inquietantemente drammatica."
Questi lavori sono stati esposti negli anni '60 in diverse mostre negli Stati Uniti, inclusa la Whitney Annual del 1969. Da allora questa serie non è più stata esposta in altre occasioni.

Duane Zaloudek , (b. Texahoma, 1931, lives and works in New York)
Solo shows (selected): 2015 Early Works, Monitor, Rome; Early works, Monitor Studio, New Yor, 2013 Galerie Mark Müller, Zürich 2001 Galerie Mark Müller, Zürich 1997 University of Buffalo, New York 1996 Galerie Mark Müller, Zürich, Switzerland 1994 Akira Ikeda Gallery, New York 1993 Galerie Conrads, Düsseldorf, Germany 1993 Akira Ikeda Gallery, Nogoya, 11ÚJapan 1985 Artists Apace, New York (Mark Rothko Foundation Award) 1980 White Columns Gallery, New York 1978 55 Mercer, New York, 1972 Gallery Reese Palley, San Francisco, California 1971 Mount Hood College, New York 1971 Contemporary Crafts Gallery, Portland, Oregon 1970 University of California, Davis, California 1969 Attica Gallery, Seattle, Washington 1968 Portland State University, Oregon 1967 Comara Gallery, Los Angeles, California 1964-65 University of Portland, Oregon 1962-68 Marylhurst College, Oswego, Oregon 1962-66Fountain Gallery, Portland, Oregon 1959-61 Oregon New Gallery of Contemporary Art, Portland, Oregon 1956 Morrison Street Gallery, Portland 1955 Adeles Gallery, Portland, Oregon

Group shows (selected): 2014 Un’Idea di Pittura I, Monitor, Rome Un’Idea di Pittura II, Monitor Studio, New York; 2012 Prographica, Seattle 2011 2d Gallery, Marfa, Texas 2010 Prographica, Seattle, Washington 2009 Boden und Wand/Wand und Fenster/Zeit, helmhaus, Zurich 2006 Pullian Deffenbaugh Gallery, Portland, Oregon 2000 3ness, museum Dhondt-Dhaenens, Deurle, Belgie 1999 Art Fair, Basel 1997 Chicago Cultural Center, III Espace d‘Art Contemporain, Demigny, France Davenport museum of Art, Iowa 1996 Madison Art Museum, Wisconsin 1992 Landfall Press, New York 1976 Akron Art Institute, Ohio 1970 Portland Art museum, Portland, Oregon 1969 Whitney Annual, Whitney museum of American Art, New York 1967 Lytton Center for the Visual Arts, Los Angeles 1966 Seattle Art Museum, Washington 1962 Denver Art Museum 1961 San Francisco museum of Art, Passadena Art museum,California 1960 San Francisco Museum of Art 1959 the Oregon scene Centennial Paintings, Portland, Oregon 1953-57 Portland Art museum, Oregon 1949-50 Portland Art museum, Oregon.