Donatella Spaziani – Hdemia

Roma - 26/02/2019 : 03/03/2019

Ospite dell’atelier#2 del MacroAsilo, dal 26 febbraio al 3 marzo 2019, Donatella Spaziani (1970) presenta HDEMIA; un atelier /laboratorio condiviso con un gruppo di studentesse dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone dove attualmente è docente.

Informazioni

Comunicato stampa

Hdemia

Ospite dell’atelier#2 del MacroAsilo, dal 26 febbraio al 3 marzo 2019, Donatella Spaziani (1970) presenta HDEMIA;
un atelier /laboratorio condiviso con un gruppo di studentesse dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone dove attualmente è docente


L’intenzione è quella di riportare la dimensione di ricerca propria
dell’attività svolta in Accademia ma anche di presentare il lavoro più consapevole di studentesse già laureate (Alessandra Finiello per l’illustrazione, Emanuela Moretti per la scultura, entrambe laureate con la Spaziani come relatrice) insieme a quello di alcune tra le più interessanti studentesse attuali (Giulia Apice,
Anastasia Guantini, Martina Midea, Maria Raponi, Ludovica Rea
Jennifer Panepuccia, Beatrice Quattrociocchi)
Hdemia è il titolo suggerito al progetto dalla stessa Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone, Loredana Rea la quale ha accolto con entusiasmo la proposta permettendo che la didattica possa per un periodo svolgersi fuori dalle mura dell’Accademia stessa per approdare in un museo Condiviso quale il MacroAsilo sta dimostrando di essere.
Hdemia è il nome affettuoso o sbrigativo con il quale i ragazzi chiamano l’istituzione e rappresenta anche quello spazio di crescita e condivisione che l’Accademia rappresenta per docente e studente quando i confini tra i due si assottigliano in una complicità ,che data anche la durata delle lezioni che si svolgono dalla mattina alla sera ( esattamente come la durata giornaliera dell’atelier macro asilo), rende possibile la trasmissione di nozioni, informazioni, sperimentazioni, attraverso un modo più diretto e che vede tutti coinvolti in prima persona.
Ognuna dei partecipanti, la presenza esclusivamente femminile è del tutto casuale, presenterà e realizzerà un progetto ben preciso, come del resto è richiesto ad ogni studente del corso; si spazierà dall’illustrazione alla scultura, dalla decorazione alla pittura alla performance.