Domenico Marranchino – Città invisibili

Milano - 23/10/2014 : 23/11/2014

Quello di Marranchino è un viaggio nel concetto di urbanità intesa non solo in senso toponomastico ma come complesso di luoghi della memoria, dove la città è simbolo della complessità e del disordine della realtà; ciò che Italo Calvino definì “l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme”.

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE MAIMERI
  • Indirizzo: Corso Cristoforo Colombo 15 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 23/10/2014 - al 23/11/2014
  • Vernissage: 23/10/2014 ore 18
  • Autori: Domenico Marranchino
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

DOMENICO MARRANCHINO, Città invisibili
Città invisibili, architetture silenziose, sorde nostalgie.
Quello in cui ci conduce Domenico Marranchino, valente artista lucano
ma milanese d’adozione, non è soltanto un viaggio nella pittura;
pardon, nella “pittura-pittura”, stilema che rifugge le mode
regalando generosamente i cromosomi della grande cultura del
Novecento europeo.
Quello di Marranchino è un viaggio nel concetto di urbanità intesa
non solo in senso toponomastico ma come complesso di luoghi della memoria,
dove la città è simbolo della complessità e del disordine della realtà;
ciò che Italo Calvino definì “l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che
formiamo stando insieme”


La mostra curata da Giandomenico Di Marzio e fortemente
sostenuta dal presidente della Fondazione Maimeri, Gianni
Maimeri che con determinazione guarda con interesse alla pittura e alla
capacità di questo antico linguaggio di riuscire sempre a stupirci con
la sua capacità di rinnovamento, a confermarlo sono appunto tutti gli
artisti che sanno raggiungere, con la pittura, nuovi risultati.