Dialoghi in apertura

Informazioni Evento

Luogo
FONDAZIONE LUIGI ROVATI
Corso Venezia, 52 , Milano, Italia
Date
Dal al
Vernissage
06/07/2022
Uffici stampa
PAOLA C. MANFREDI STUDIO
Generi
incontro - conferenza, inaugurazione
Loading…

FONDAZIONE LUIGI ROVATI APRE AL PUBBLICO MERCOLEDì 6 LUGLIO LA NUOVA SEDE NELLO STORICO PALAZZO DI CORSO VENEZIA 52 A MILANO.

Comunicato stampa

Al termine di un complesso intervento di restauro, ampliamento e riqualificazione sviluppato dallo studio MCA - Mario Cucinella Architects, fondato e diretto da Mario Cucinella, mercoledì 6 luglio apre al pubblico la nuova sede della Fondazione Luigi Rovati situata nello storico palazzo di Corso Venezia 52: aperti il giardino con il Padiglione, la Sala conferenze, la Sala studio, lo Shop museale di Johan&Levi, il Caffè-bistrot e il Ristorante gastronomico dello chef Andrea Aprea.

Nel Padiglione sarà visitabile gratuitamente la mostra “Fondazione Luigi Rovati: il cantiere e il processo”, che illustra l'evoluzione del progetto architettonico insieme al processo ideativo della Fondazione come infrastruttura culturale.

Nella Sala conferenze durante tutta l'estate proseguirà l'attività culturale e scientifica con incontri e conferenze aperte al pubblico, prenotabili sul nuovo sito della Fondazione www.fondazioneluigirovati.org.

Nella Sala studio sarà attivato il servizio prenotazione e consultazione della Biblioteca della Fondazione.

Nello Shop museale, primo punto vendita di Johan&Levi Editore, saranno disponibili insieme all’intero catalogo della casa editrice una selezione di libri e oggetti ideati dalla Fondazione per il nuovo Museo d’arte e ispirati alle collezioni.

Aperti il Caffè-bistrot e il ristorante gastronomico guidati dallo Chef doppia stella Michelin Andrea Aprea che inizia qui una nuova esperienza imprenditoriale e creativa allargando lo sguardo dal ristorante gastronomico al nuovo concetto di caffè-bistrot.

Dal 1° settembre sono aperte le prenotazioni per la visita al museo.
Ingresso gratuito per tutto il mese di settembre.
Fondazione Luigi Rovati, istituzione scientifico-culturale nata nel 2016 e intitolata a Luigi Rovati, mercoledì 6 luglio 2022 apre le porte della sua nuova sede, nello storico palazzo di Corso Venezia 52 nel cuore di Milano, con il ciclo di “Dialoghi in apertura” tra i protagonisti del nuovo progetto culturale e la mostra “Fondazione Luigi Rovati: il cantiere e il processo”.

Un processo di avvicinamento e apertura graduale verso il pubblico, coerente con il modello di infrastruttura culturale della Fondazione, che va oltre la concezione tradizionale di museo in cui fruire mostre d’arte per dare vita a un luogo di pensiero, sperimentazione e condivisione: uno spazio da vivere come parte integrante del tessuto culturale della città.

L’obiettivo di tutte le attività della Fondazione è innanzi tutto quello di creare valore di impatto e utilità sociale.

La Fondazione sviluppa la propria attività con un modello a rete, composto di relazioni nazionali e internazionali con soggetti singoli, pubblici o privati e adotta un metodo operativo flessibile che le permette di compiere azioni diverse con competenze maturate in ambito artistico-culturale e in ambito scientifico, nel continuum tra arte e scienza tracciato dal professor Luigi Rovati.

Questo metodo è definito da un modello governato da otto codici fondamentali: conoscenza, espansione, inclusione, creazione, spazio, estetica, relazione, utilità sociale.

Per accompagnare il pubblico verso la completa apertura del palazzo e del Museo d’arte, la Fondazione programma nel mese di luglio un ciclo di 4 incontri che approfondiranno 4 degli 8 codici e che si terranno ogni mercoledì alle ore 18.00 presso la Sala conferenze, aperti al pubblico e prenotabili sul sito della Fondazione.

Mercoledì 6 luglio il primo dei “Dialoghi in apertura” è animato da Giovanna Forlanelli, Presidente della Fondazione che discute con Giancarlo Leone, manager culturale e Presidente APA-Associazione Produttori Audiovisivi, del valore dell’Utilità sociale di una istituzione culturale.
Mercoledì 13 luglio si analizza il concetto di Creazione in ambito medico-scientifico con Lucio Rovati, Presidente emerito della Fondazione e Presidente di Rottapharm Biotech, e Guido Cavaletti, Prorettore alla Ricerca dell’Università Bicocca di Milano.
Mercoledì 20 luglio si prosegue con il codice Spazio: in cui l’architetto Mario Cucinella, founder e direttore artistico di MCA - Mario Cucinella Architects, dialoga con Mario Abis, sociologo, sul rapporto tra dimensione fisica e dimensione mentale.
Mercoledì 27 luglio la storica d’arte Martina Corgnati, in dialogo con Giulio Paolucci, conservatore della Fondazione e direttore del Museo Civico Archeologico delle Acque di Chianciano Terme, approfondiranno il codice Relazione tra archeologia e arti contemporanee.