Desideria Corridoni – Maria Antonietta c’est moi

Roma - 29/05/2014 : 15/06/2014

Nell’accattivante ipogeo dello spazio polifunzionale Isola Gallery, nel cuore più antico del Centro storico di Roma, si inaugura – curata dal critico Barbara Martusciello – la prima personale di Desideria Corridoni dall’emblematico titolo: Maria Antonietta c’est moi.

Informazioni

  • Luogo: ISOLA GALLERY
  • Indirizzo: Piazza San Bartolomeo all’Isola, 20 nel cuore dell’Isola Tiberina - Roma - Italia
  • Quando: dal 29/05/2014 - al 15/06/2014
  • Vernissage: 29/05/2014 ore 18,30
  • Autori: Desideria Corridoni
  • Curatori: Barbara Martusciello
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: lunedì – sabato 10-19 e su appuntamento
  • Telefono: +39 3394423786

Comunicato stampa

Giovedì 29 maggio 2014, dalle ore 18,30, nell’accattivante ipogeo dello spazio polifunzionale Isola Gallery, nel cuore più antico del Centro storico di Roma, si inaugura – curata dal critico Barbara Martusciello – la prima personale di Desideria Corridoni dall’emblematico titolo: Maria Antonietta c’est moi.

Desideria Corridoni, nasce a Roma da una famiglia di “cinematografari” di alto profilo e proviene dall’artigianalità legata ai grandi film, importanti registi, attori, costumisti e, insomma, ai set più prestigiosi; ha quindi portato questa manualità e funambolica capacità illusionistica dei “costruttori di sogni” nel campo dell’arte


Federico Fellini e Sofia Coppola sono indissolubilmente legati alle opere di Desideria che sono esposte in questa mostra: inedite sculture-installazioni e una serie di bozzetti preparatori che rivelano tutte le sue collaborazioni cinematografiche e in particolare per il film cult della Coppola Marie Antoinette (2006) in cui si è distinta come straordinaria Hair and Wig Designer e in cui ha espresso il suo amore per il '700 trasportato in questi suoi autonomi lavori. Questi sono realizzate usando materiali tra i più disparati e originali, spesso di riciclo: capelli sintetici, stoffe, tulle, crinoline, lacci, fili di lana, rafia, gabbiette di metallo, uccellini di plastica, fiori di stoffa, vetri colorati…; tali elementi combinatori sono mescolati insieme, dipinti, dorati o argentati e manipolati in forma di busti scultorei che appaiono come delle “esagerate” acconciature di Maria Antonietta, la bizzosa Regina di Francia detta “l’Austriaca”, già eccentriche nella pellicola americana, qui trasformate in monumenti giocosi e luccicanti nei quali si riconosce l’interesse dell’artista per la cultura visiva felliniana, barocca e soprattutto rococò in cui essa stessa si identifica in quest’occasione (“Maria Antonietta c’est moi!”).
Le sue “creature” sono fantasmagoriche apparizioni che salgono come minareti, Sagrada Familia in un ideale “paese delle meraviglie” che, dunque, sapientemente e liberamente mescola linguaggio del Cinema e linguaggio dell’Arte.

Desideria Corridoni | Maria Antonietta c’est moi si tiene negli spazi di Isola Gallery, in piazza di San Bartolomeo all’Isola (Isola Tiberina) in quella che fu la sede della storica Rome New York Art Foundation, attiva dal 1957 al 1964. La struttura, riqualificata da Salvatore Savoca e Giovanni Minio ha un ambiente sotterraneo nel quale sono ancora visibili resti romani e medievali; è una realtà multilevel che avvicina il Cycling e il Green World alle arti visive: in questo contesto è stato pensato ISOLA GALLERY_LAB, un contenitore culturale con la direzione di Barbara Martusciello e la collaborazione di collegi e adetti-ai-lavori