Danza Urbana 2022

Informazioni Evento

Luogo
PIAZZA MAGGIORE
Piazza Maggiore , Bologna, Italia
Date
Dal al
Vernissage
07/09/2022

ore 19

Contatti
Sito web: https://www.danzaurbana.eu/festival/il-programma/
Generi
danza, festival
Loading…

Il Festival Danza Urbana, da sempre attento alle nuove autorialità, in questa ventiseiesima edizione presta particolare attenzione alle proposte coreografiche o performative – di autrici e autori giovani o emergenti.

Comunicato stampa

Il Festival Danza Urbana, da sempre attento alle nuove autorialità, in questa ventiseiesima edizione presta particolare attenzione alle proposte coreografiche o performative - di autrici e autori giovani o emergenti - che si distinguono per la ricerca di una relazione attiva con lo spazio pubblico o il paesaggio, attraverso approcci originali e differenti fra loro.
Il Festival si apre ancor di più ai processi creativi, alle creazioni partecipative, ai formati non consueti, per costruire una relazione orizzontale, aperta e dialogica con lo spettatore. Al contempo, valorizza quelle proposte che, nelle pratiche e nelle estetiche, elaborano modelli attenti all’impatto sull’ambiente, nella consapevolezza e nell’urgenza della crisi climatica.
Questa edizione-laboratorio è frutto dell’attività che l’Associazione Danza Urbana sviluppa durante tutto l’anno attraverso progetti e iniziative volti a sostenere e promuovere lo sviluppo della danza urbana in Italia, nella convinzione che questo ambito della ricerca coreografica esprima quella tensione capace di offrire nuove visioni alle sfide che i tempi attuali pongono e di proiettarci verso nuovi paradigmi culturali.
Nel programma, pur focalizzato sui giovani talenti, non mancano le creazioni di coreografe e coreografi già attivi e riconosciuti in Italia e all’estero. Il Festival mantiene, infatti, come proprio orizzonte d’azione, il confronto fra generazioni, proponendo un caleidoscopio di visioni, luoghi, estetiche e poetiche che possano intercettare l’interesse delle cittadine e dei cittadini e sappiano costruire anche nella visione e partecipazione agli eventi quella trasversalità di sguardo e di pensiero.

Massimo Carosi