Cromie alchemiche

Venezia - 16/06/2012 : 16/06/2012

Mostra collettiva

Informazioni

  • Luogo: CENTRO CULTURALE SAN LEONARDO
  • Indirizzo: Campo San Leonardo - Cannaregio 1584 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 16/06/2012 - al 16/06/2012
  • Vernissage: 16/06/2012 ore 11
  • Generi: serata – evento

Comunicato stampa

Sabato 16 Giugno 2012

Ore 11.00

Presso la Sala San Leonardo, Cannaregio Venezia.

Si inaugura CROMIE ALCHEMICHE

Collettiva del gruppo d’Arte Materia Prima

(Baldessari, Mamprin, Negretto, Pagliaro, Rossetti)

Interviene il critico d’Arte Siro Perin.

Curatore della Mostra Giovanni Capitanio - Arci Q16 Gazzera

in collaborazione con Arci Venezia, Jost Multimedia e Municipalità di Venezia, Burano, Murano.

A seguire aperitivo di buon augurio.

Ai partecipanti sarà donato il catalogo della Mostra

con introduzione dell’Assessore alle Politiche Culturali Tiziana Agostini





Dalla nota di Siro Perin:



Il gruppo “Materia Prima”, presente sulla scena culturale dal 1980, è stato uno dei punti di riferimento del panorama artistico veneziano, nazionale e internazionale, partecipando a mostre ed eventi in vari paesi, dimostrando di sapersi confrontare con le più varie espressioni culturali che nel corso degli anni si sono intersecate con il suo percorso.

I componenti di Materia Prima, provengono dalle più disparate esperienze quali la grafica, la pittura realistica, d’avanguardia o astratta, e non esitano a servirsi di tutti i mezzi tecnici e i supporti che la fantasia mette loro a disposizione, partendo dalla pittura ad olio per arrivare all’installazione e alle performances. Dall’analisi del nome che la compagine si è data si capisce che obiettivo comune sia quello di andare sino al nocciolo delle questioni umane: l’intento è di capire il contingente del mondo odierno con le sue contrapposizioni, i suoi paradossi e suoi contrari, cercando di fornire risposte sensibili all’uomo moderno cosicché sia in grado di proiettarsi coscientemente verso il futuro. Ne emerge una componente comune a tutto il gruppo di tipo sociologico, intesa come radiografia della società che viene esaminata attraverso l’attenta osservazione sensoriale della realtà e della sua mutevolezza.