ConiglioViola – Le notti di Tino di Bagdad

Roma - 01/03/2016 : 01/03/2016

Introdotti da Costantino D'Orazio (critico d'arte e curatore del MACRO), gli artisti di ConiglioViola raccontano il progetto di arte pubblica "Le notti di Tino di Bagdad" realizzato a Torino in collaborazione con il Castello di Rivoli, Salone Internazionale del Libro e con il supporto tecnologico di TIM.

Informazioni

Comunicato stampa

Introdotti da Costantino D'Orazio (critico d'arte e curatore del MACRO), gli artisti di ConiglioViola raccontano il progetto di arte pubblica "Le notti di Tino di Bagdad" realizzato a Torino in collaborazione con il Castello di Rivoli, Salone Internazionale del Libro e con il supporto tecnologico di TIM.
Sparsi per tutta Torino, alle fermate degli autobus fino al 30 Maggio, potete ammirare i manifesti animati de “Le notti di Tino di Bagdad”.
Non è una pubblicità! L’opera è già davanti ai vostri occhi



Mentre aspettate l’autobus, scaricate l’app gratuita TINO powered by TIM, inquadrate il manifesto e osservate l’immagine animarsi sul display del vostro cellulare.
Ogni manifesto attiva un episodio in Realtà Aumentata della storia della principessa Tino di Bagdad, protagonista del romanzo della poetessa espressionista Else Lasker-Schüler.
Fermata dopo fermata, ricostruite la storia di Tino e ricomponete le tessere del “film diffuso”: la trama cambia in relazione all’itinerario di ogni singolo spettatore.

Le notti di Tino di Bagdad (www.tinobagdad.com) di Coniglioviola rappresenta un esperimento pionieristico a livello internazionale di utilizzo delle nuove tecnologie per articolare uno storytelling diffuso su un intero territorio cittadino.
Il progetto nasce da un lavoro complesso e immaginifico, che congiunge la sperimentazione delle più recenti tecnologie digitali con l’applicazione di tecniche artistiche di antica tradizione.
Il romanzo di Else Lasker-Schüler è stato scomposto in ventisei episodi autonomi, per ognuno dei quali ConiglioViola ha realizzato una tavola incisa su rame.
Il progetto si è poi sviluppato all’interno degli spazi occupati della Cavallerizza Reale dove, in collaborazione con gli occupanti, sono stati girati gli episodi del film, realizzato utilizzando tanto esibizioni di attori quanto animazioni a mano, ispirate al Teatro delle Ombre.
Infine l’opera ha invaso la città di Torino. Per ognuno degli episodi è stato affisso, a una diversa fermata dell’autobus, un manifesto di grande formato. Lo spettatore è così chiamato a esplorare la città alla ricerca dei manifesti i quali, una volta inquadratri con lo smartphone, utilizzando l'app gratuita TINO sviluppata da TIM, si animano magicamente per attivare gli episodi del “film diffuso”.

VIDEO. Il progetto raccontato dagli artisti: https://vimeo.com/131346826
Scopri di più: http://www.tinobagdad.com/le-notti-di-tino-di-bagdad/

****

TIM Factory è uno spazio aperto all'inizio 2015 da TIM a Roma, in via delle Conce 12B, interamente dedicato alla cultura del confronto, dell'inclusione e della diversità. E' un luogo aperto agli stimoli e permeabile alle sfide, dove si coltiva cultura e si produce confronto. Concepito come uno spazio fisico che ospita cultura e confronto, la Factory è il luogo ideale per creare, praticare il pensiero collaborativo e progettare futuri alternativi. Il luogo in cui è possibile unire la teoria alla pratica, per esaltare la conoscenza o la capacità di un nostro dipendente o di un gruppo di ricerca, mettendo competenze, abilità creatività, energia e talenti a disposizione degli altri e favorendo la circolazione delle idee.

http://www.telecomitalia.com/tit/it/cultura/TIM-factory-cultura-confronto.html