Colori&Motori

Torino - 23/10/2014 : 30/11/2014

Acrilici splendenti, contrasti d’impatto ed eleganti silhouette convivono nella mostra “Colori&Motori” di Papito e Fabrizio Gavatorta.

Informazioni

  • Luogo: MIRAFIORI GALERIE
  • Indirizzo: Piazza Riccardo Cattaneo 9 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 23/10/2014 - al 30/11/2014
  • Vernissage: 23/10/2014 ore 18
  • Autori: Fabrizio Gavatorta, Papito
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale

Comunicato stampa

Acrilici splendenti, contrasti d’impatto ed eleganti silhouette convivono nella mostra “Colori&Motori” di Papito e Fabrizio Gavatorta.
Pittori di ispirazione pop, amici nella vita, Papito e Gavatorta, pur provenendo da percorsi artistici differenti, sono in sintonia tra loro per l’uso energico del colore e per l’approccio aperto e flessibile nella scelta dei soggetti, legati sempre tra loro da icone e simbologie distintive del percorso figurativo dei due artisti


Protagonista di questa esposizione, oltre all’uso creativo del colore, diventa oggi anche il mondo dell’auto, tema scelto in omaggio alla Mirafiori Galerie, spazio permanente dedicato all’arte contemporanea ospitato all’interno del Mirafiori Motor Village di Torino.
Ecco, quindi, che la mostra presenta alcune opere inedite. Papito sceglie la mitica Fiat 500 alla quale dedica due soggetti – 500Submarine e 500SuperSexy - e il marchio Jeep® che compone una bandiera in stile americano in AmericanFreedom. Fabrizio Gavatorta si concentra, invece, su Alfa Romeo con quattro nuove opere – Velocità, Adrenalina, Dinamismo, Equilibrio - che riprendono la forza e il fascino del marchio e alcune parti delle vetture della Casa del Biscione.
Accanto agli inediti dedicati ai motori, i due artisti espongono quadri delle loro collezioni più famose.
Papito propone opere dai soggetti metropolitani, tutte in acrilico a rilievo, come la “vertiginosa” serie Jump? e la coloratissima serie Gelati.
Fabrizio Gavatorta, conosciuto come il Pittore delle Ombre, seleziona proprio 20 opere del Ciclo Shadow che lo ha accreditato nel panorama artistico non solo nazionale. I soggetti di questa serie - come Il sogno equilibrato, Il Sole Rosso, Il fiore in tensione equilibrata - sono una sintesi di colore e passione caratterizzata da segni netti e decisi. Le ombre riprendono in controluce le sagome, siano queste oggetti, animali o persone, facendole contrastare fortemente con gli sfondi dai colori violenti che ne esaltano le forme.

Mirafiori Galerie - Mirafiori Motor Village
Piazza Riccardo Cattaneo, Torino
INGRESSO LIBERO
dal lunedì al venerdì 9.00-20.00 | sabato 9.00 – 19.30, domenica 9.30-13.00 / 15.00 -19.30
motorvillageitalia.it/sedi/torino/galerie




Biografie degli artisti

PAPITO
Carlo Scordato nasce il 3 febbraio del 1973 a Torino dove vive e lavora, di giorno libero professionista e di notte pittore, per passione.
Suo figlio, Tommaso, fin da piccolo lo chiama PAPITO e, inevitabilmente, questo diventa il suo nome d’arte.

Completamente autodidatta, nessuna scuola d’arte, solo istinto, improvvisazione e niente regole artistiche oltre a tante notti insonni.

Dipinge ad acrilico scegliendo sempre colori molto forti e vivaci, le sue sono opere materiche e tridimensionali, non solo da guardare, ma da apprezzare anche col tatto.

Non segue un ordine nel dipingere le sue opere, dai volti femminili della serie “MY WOMEN” alle vertigini di “JUMP?”, passando per il sogno di “NEW YORK” arrivando alla coloratissima serie dei “LUNA PARK” e dei suoi “GELATI”.

Papito è sempre alla ricerca di nuove emozioni da colorare.

ESPOSIZIONI
• IO ESPONGO - Associazione Azimut Torino edizioni 2008-2009-2010-2011-2013
• PARATISSIMA - Torino edizioni 2011-2012-2013
• Esposizione collettiva Torino in piazza San Carlo aprile 2012
• RONDISSONE ART - mostra collettiva giugno 2012
• TELETHON 2012 con BANCA BNL con l’opera "SNOW JUMP"
• ITINERARTE 2013 - Collettiva a Savigliano (Cn)
• PARATISSIMA 2013
• START - DICEMBRE 2013 mostra personale presso "Ronchiverdi" di Moncalieri durante la quale è stata presentata la linea di borse DEVOTION di Papito
• ARTISTIKA - giugno 2014 mostra collettiva a Vinovo villaggio De.ga.
• ITINERARTE 2014 - Collettiva a Savigliano (Cn), vincendo il premio Leonardo della Galleria Senesi di Savigliano (Cn) con l’opera “LUNA PARK”.



FABRIZIO GAVATORTA

Nasce a Torino nel 1970.
Nell'ambiente dell'Arte è conosciuto come il "pittore delle ombre".
In giovane età intraprende gli studi artistici presso l'Istituto d'Arte "Amleto Bertoni" di Saluzzo, dove si diploma.
Nel 1988 partecipa al suo primo concorso pittorico ricevendo il premio dalla critica. Successivamente, si iscrive alla facoltà di Architettura presso il Politecnico di Torino. Negli anni '90 inizia a partecipare a mostre collettive esibendo le sue opere pittoriche.
Questo periodo è legato esclusivamente alla produzione delle prime opere del Ciclo BLACK&WHITE.
Nel 1992 esegue presso la città di Savigliano la sua prima mostra personale, presentando quadri ad olio, acrilico, acquarelli.
Negli anni successivi prosegue con costanza la sua attività espositiva sia in mostre collettive sia personali.
Dal 2000 presenta le prime opere del Ciclo RAINBOW.
Il Ciclo SHADOW, quello che ha dato notorietà all'artista, vede la luce dal 2002. Questo ciclo pittorico è la svolta della carriera dell'Artista. L'arte da passatempo diventa la sua occupazione lavorativa.
Questo è anche il periodo nel quale Gavatorta viene denominato dalla critica “il pittore delle ombre”.
Dal 2006 inizia a lavorare in tutta Italia realizzando mostre nelle principali città italiane come Roma, Milano, Torino, Firenze, Bologna, Venezia, Verona... Questo periodo può essere considerato il trampolino di lancio per l'artista.
Nel 2013 ha partecipato alla BIENNALE DI VENEZIA.
Nello stesso anno ha inventato e curato per la città di Savigliano ITINERARTE, manifestazione di Arte contemporanea che ha coinvolto oltre 140 Artisti internazionali da tutti i continenti per 10 giorni consecutivi. Attualmente, lavora con Gallerie d'Arte di tutto il mondo.
Nel 2015 la sua mostra pittorica “Black Shadow”, dopo essere stata presentata in Italia, farà il giro di 12 Capitali europee oltre a sbarcare anche nel continente Americano e in Giappone.

Sue opere sono inserite in Fondazioni ed Enti Museali.