Collezione e Esposizione Igav

Saluzzo - 22/02/2014 : 23/02/2014

L'Igav presenta dei nuovi arrivi all'interno della collezione: le opere di 6 giovani artisti italiani.

Informazioni

  • Luogo: LA CASTIGLIA
  • Indirizzo: Piazza Castello - Saluzzo - Piemonte
  • Quando: dal 22/02/2014 - al 23/02/2014
  • Vernissage: 22/02/2014
  • Generi: presentazione
  • Uffici stampa: EMANUELA BERNASCONE

Comunicato stampa

Sabato 22 e domenica 23 febbraio 2014 la Collezione e Esposizione IGAV alla Castiglia sarà aperta al pubblico in occasione dell’inaugurazione dei 2 nuovi musei, dedicati alla Civiltà Cavalleresca e alla Memoria Carceraria.

L'Igav presenta dei nuovi arrivi all'interno della collezione: le opere di 6 giovani artisti italiani Nadir Valente, Susanna Pozzoli, Andrea Massaioli, Corinna Gosmaro, Maura Banfo, Bartolomeo Migliore.
L'inaugurazione sabato 22 febbraio sarà alle ore 16.00 e a seguire la visita ai musei con curatori e allestitori

Domenica 23 dalle ore 10 alle ore 17 si succederanno visite in anteprima ai musei, con ingresso gratuito, ma esclusivamente previa prenotazione presso l'ufficio IAT.
Inaugurata nell’autunno del 2009 nelle sale al piano terra della manica ottocentesca della Castiglia di Saluzzo (Cuneo), l’esposizione è il pilastro portante del progetto pluriennale Saluzzo Contemporanea - Un progetto IGAV di arte diffusa. Alla Castiglia sono presenti opere sia appartenenti alla Collezione privata dell'Istituto che agli artisti e ai galleristi, che le prestano temporaneamente contribuendo a creare una panoramica dell’arte contemporanea italiana. A tale scopo le sale vengono riallestite periodicamente con l’intenzione di offrire uno spaccato rappresentativo della scena artistica attuale. Fino a questo momento, hanno esposto circa 40 artisti.L'attuale allestimento, "Dalla cella all'atelier", si è confrontato con la storia della Castiglia, carcere di massima sicurezza dalla prima metà del XIX secolo fino al 1992, trasformando le celle in laboratori creativi. Ideato e curato da Alessandro Demma, il progetto è stato presentato al pubblico nel settembre 2011. Grazie alla presenza dell'Esposizione e Collezione IGAV, l'ex carcere ottocentesco è tra i 16 centri piemontesi che fanno parte dell'iniziativa del MIBAC "I luoghi del contemporaneo".