CloseToFashion – Anna Tassini

Torino - 25/02/2015 : 25/03/2015

CloseToFashion a cura di Francesca Canfora è un progetto espositivo che coinvolge vari artisti, la cui ricerca ha affinità con il mondo della moda secondo diverse prospettive. E' la mostra Silent Army di Anna Tassini ad aprire la rassegna di solo-shows che continuerà sino a giugno 2015.

Informazioni

Comunicato stampa

Come la moda sconfina sempre di più nel campo delle Arti visive, proponendo abiti scultura in cui la ricerca formale giunge sino a comprometterne la funzione, così l'arte contemporanea ormai attinge senza esitazioni dal linguaggio espressivo proprio del fashion e della pubblicità di moda.
Una contaminazione reciproca è in atto, tanto spiazzante da confondere le idee – è arte, è moda, è fotografia d'arte o un'immagine pubblicitaria?- quanto feconda, poichè sono le continue ibridazioni tra le differenti discipline a generare gli esiti più originali e interessanti


CloseToFashion a cura di Francesca Canfora è un progetto espositivo che coinvolge vari artisti, la cui ricerca ha affinità con il mondo della moda secondo diverse prospettive.
E' la mostra Silent Army di Anna Tassini ad aprire la rassegna di solo-shows che continuerà sino a giugno 2015
Immagini dall'allure glam, che sembrano tratte direttamente da riviste patinate, in realtà non pubblicizzano alcun abito. Un muto esercito di giovani soldatesse nude, mette in scena, in un evidente ossimoro visivo, violenza e fragilità.
Vengo da una famiglia di militari. Dentro queste persone ritratte c'è l'esercito di tutti coloro che ne hanno subito le decisioni, afferma l'artista.
Nell'atmosfera lattea in cui fluttuano, quasi privi di contorno, diafani e decontestualizzati corpi femminili, i mitra, le spade, le pistole o gli elmi sembrano intriganti accessori di moda, e la pelle nuda assume il senso di una divisa universale.
E' una sfilata di vulnerabili fanciulle armate, a raccontare con lo charme proprio di uno shooting fotografico di moda, di quanto spesso sia difficile difendersi muniti solo di innocenza e candore, e di come la vittima possa a volte coincidere con il carnefice.