Clare Galloway – L’Aura

Caserta - 28/10/2011 : 01/01/2012

L'artista con l'esposizione L'Aura presenta una serie di opere, dipinte in Scozia e poi in Italia tra il 2006 e il 2011, sul tema dell'aura, intesa come un alone, energia che ogni individuo emana e assorbe.

Informazioni

  • Luogo: LA SIGNORA ALICE
  • Indirizzo: Via Raffaele Gasparri 202 (81100) - Caserta - Campania
  • Quando: dal 28/10/2011 - al 01/01/2012
  • Vernissage: 28/10/2011 ore 18
  • Autori: Clare Galloway
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal giovedi alla domenica dalle 19 alle 24

Comunicato stampa

L’artista con l’esposizione ‘L’Aura’ presenta una serie di opere, dipinte in Scozia e poi in Italia tra il 2006 e il 2011, sul tema dell’aura, intesa come un alone, energia che ogni individuo emana e assorbe. Sono esempi della ricerca dell'artista sul flusso energetico interiore, sul complesso equilibrio tra corpo, mente e anima. Questo flusso, inteso come dialogo, è una presenza costante nelle opere esposte, ed è simboleggiato come un alone avvolgente, come un campo aurico e con scritte a mano. I dipinti sono intesi come affermazioni positive di forza, d’indipendenza ed equilibrio



_CLARE GALLOWAY dipinge principalmente opere figurative, sui temi della famiglia, le relazioni, l'equilibrio maschio-donna o yin-yang, la comunicazione col mondo interiore. I suoi quadri contengono storie e sogni, mantra e segreti, e spesso usa il corpo come una metafora della relazione dell’individuo con la realtà. L'artista è particolarmente interessata all'uso di particolari affermazioni / preghiere / intenzioni per migliorare le nostre vite. I suoi quadri sono dipinti con colori ad olio ed acrilici, e usa matita e penna per completare le sue opere scrivendo direttamente su di esse.

_CLARE GALLOWAY, artista scozzese, nasce in una piccola isola, e si forma frequentando l’Università e l’Accademia d'Arte di Glasgow e di Edinburgh. La sua ricerca artistica, sempre ricca di colore, l'ha portata a vivere avventure multiformi, coinvolgendo varie forme d’arte, dalla pittura alla scrittura, dalle illustrazioni al redesign di abiti.
L’artista ha esposto le proprio opere in molti paesi, ha lavorato a contatto con varie realtà sociali, per il progetto e la trasformazione di paesaggi, talvolta attraverso visioni utopistiche. Parallelamente l’artista ha sviluppato una filosofia integrata e personale sulla spiritualità e sulla guarigione, e sta attualmente scrivendo un libro chiamato 'Spiralling Upwards'. Tra i suoi progetti attualmente c’è la fondazione di una ‘Arthouse’ (Casa delle Arti) nel borgo medioevale di Guardia Sanframondi (Benevento), uno spazio per esposizioni, corsi, laboratori, workshop e guest-house, insieme a quello che all’artista piace definire ‘Secret Shop’ - Negozio Segreto. (www.arthouseguardia.com)

_LA SIGNORA ALICE nasce a Caserta nel Settembre del 2011 come piccolo atelier di arti culinarie, alla guida del quale Pietro e Antonia compiono in maniera continuativa la trasformazione delle proprie passioni, ponendo il loro piccolo spazio come galleria di suggestioni. Un involucro delicato di pochi elementi, nella maggior parte riutilizzati attraverso sapienti interventi di artigiani, rimessi con pudore alla magnificenza della Reggia di Caserta che fa capolino dall’apertura dell’unica sala, e che si pone come costante interlocutore delle arti che in essa si alterneranno. LA SIGNORA ALICE si pone l’obiettivo di integrarsi alle realtà che in più settori tendono al recupero e alla” valorizzazione delle potenzialità locali”, mettendosi in gioco in prima persona con le creazioni del proprio menù e attraverso la ferma convinzione di poter trasformare il suo piccolo spazio in una possibilità che vive nell’espressione di chi ne beneficerà. Eventi sempre diversi saranno l’espressione pratica della linea guida dell’associazione, e si alterneranno tra di loro in un crescendo di idee che non lasceranno mai deluso chi già segue “L’Alice pensiero” e di tutti coloro che ancora non lo conoscono ma che lo conosceranno.

_OTTANTUNO nasce nel 2009 ad Aversa, Caserta, come insieme collaborativo di architetti ed artisti teso allo svolgimento di indagini sul “recupero culturale” del territorio. OTTANTUNO riversa in modo eclettico le sue attenzioni sui disagi culturali e territoriali dei contesti antropizzati, elaborando trasversalmente il concetto di “trasformazione”, indagato nelle sue potenzialità compositive ed espressive. OTTANTUNO segmenta la sua struttura in due macro-settori dedicati alla progettazione architettonica e alla promozione di giovani artisti campani mediante l’organizzazione di mostre e workshop.

Il progetto collettivo OTTANTUNO è fondato dagli architetti Caterina Belardo, Luigi Rondinella, Silvia Tartaglione; la curatela degli eventi artistici è svolta in collaborazione con la storica dell’arte Lucia Ferrara; l’immagine di OTTANTUNO è curata dal grafico Giacomo Ferrandino.