Chiara Sorgato – Il valore

Milano - 16/06/2021 : 25/09/2021

Mostra personale.

Informazioni

Comunicato stampa

Cosa accade quando la pittura si avvicina all’analisi dati?

“IL VALORE. Data studies” è la prima esposizione personale dell'artista Chiara Sorgato a Milano dal 2015. In mostra una selezione di opere sviluppate principalmente nell'ultimo anno e
appartenenti ad un ciclo pittorico ancora in corso.

Un corpus di opere che affianca, alla ricerca visiva lo studio di quelle che l'autrice definisce micro particelle numeriche di realtà

Non potendo escludere l'importanza che i dati hanno acquisito nella nostra contemporaneità, la pittrice offre un nuovo metodo di fruizione, un modo che coinvolge e stimola insieme l'esercizio del pensiero e dello sguardo.

Quella che potrebbe essere una fredda presa visione di dati acquisiti, attraverso il potere
evocativo dell’immagine e la sensibilità del fruitore, diviene contemplazione e poi, riflessione.
Chiara Sorgato da anni si occupa di temi socio-culturali e legati all'attualità.
Nelle sue opere analizza il rapporto tra culture e religioni, la condizione femminile ed i conflitti tra parti sociali. La mostra racchiude a se tutte queste tematiche, portando all'occhio ma anche
all'orecchio del visitatore alcune delle domande più audaci e scomode legate all’analisi della
nostra contemporaneità.

La mostra è pensata come un percorso audio-visivo in cui il pubblico viene guidato alla scoperta delle storie che si nascondono dietro ad ogni opera.
Per fruire dell’esperienza al meglio è consigliato munirsi di cuffie e smartphone.


BIO

Chiara Sorgato (Padova, 1985) vive e lavora a Milano. Si laurea in pittura presso l’accademia di Belle Arti a Venezia nel 2010. Nel 2012 vince una residenza presso la Fondazione Bevilacqua la Masa. Nel 2013 è tra i finalisti del 14° Premio Cairo e del 64° Premio Michetti “La bellezza Necessaria”. Nel 2010 è vincitrice come migliore giovane artista sezione pittura del premio Laguna. Il suo lavoro è stato esposto in numerose mostre collettive: “Opera 2012”, Galleria San Marco (VE), a cura di Rachele D’Osualdo e Angela Vettese (2013); “Coordinates” Off Dak’Art, Les Petites Pierres, Dakar, a cura Adji Dieye (2014); “Rilevamenti 1”, Museo di Arte Contemporanea di Cassino, a cura Bruno Corà e Marco Tonelli (2016). E personali: “Brodolom Teme” Galleria Tenzor, Ptuj, a cura di Vladimir Forbici e Marika Vicari (2010); “From first to last – through violence and dust”, Studio d’Arte Cannaviello, Milan, a cura di Matilde Scaramellini (2015); “Idoli della mente”, Piccola Galleria, Bassano del Grappa, a cura di Emanuele Beluffi (2017).