Giovanni Gaggia / Mona Lisa Tina – Centrum Naturae

Bologna - 26/01/2017 : 26/01/2017

Al Cassero LGBT Center verrà presentato il docu-film Centrum Naturae (durata 25'), documentazione dell’omonima performance degli artisti visivi Giovanni Gaggia e Mona Lisa Tina.

Informazioni

Comunicato stampa

Giovedì 26 Gennaio alle ore 16.00 al Cassero LGBT Center, in via Don Minzoni 18 a Bologna, verrà presentato il docu-film Centrum Naturae (durata 25'), documentazione dell’omonima performance degli artisti visivi Giovanni Gaggia e Mona Lisa Tina.

Il video, che ha le musiche di Roberto Paci Dalò e le riprese di Simona Bramati, fa parte di un progetto articolato sul Corpo e sulle relazioni possibili con l’Altro e con il mondo, portato avanti dai due artisti



Gaggia e Tina, uniti da una vicinanza poetica e una forte intesa professionale e umana, suggeriscono con questo lavoro l’esigenza di recuperare i significati del corpo e delle sue molteplici modalità comunicative, in un atto che definiscono politico/poetico, al di là dei limiti culturali, in un dialogo continuo tra significati e rimandi simbolici.

Il video Centrum Naturae racconta un progetto nato nel 2014, “in un momento di caos interiore mio e di Mona Lisa Tina – scrive Giovanni Gaggia nel volume ”Il corpo che abito – Identità di genere e suoi transiti. Analisi dei linguaggi performativi contemporanei”, e continua - Insieme si è deciso di dare forma a questa difficoltà interiore cercando di superare il nostro corpo per generare un altro […] La nostra volontà si è indirizzata nel cercare un centro, un centro che avesse la forza del nuovo, che irraggiasse energia rendendo palese di quale tormento e lancinante inquietudine esso fosse scaturigine. E questo centro non poteva che essere reso visibile con il corpo, un corpo unico nato dall'unione dalle due entità; un corpo oltre le differenze di genere, un corpo assoluto non più maschile né femminile”.

Il video contiene alcune scene di nudo.

Biografie degli artisti

Giovanni Gaggia nasce a Pergola (PU) nel 1977 dove attualmente vive e lavora. Nel 2008 fonda Sponge ArteContemporanea assumendone la direzione artistica. L'opera di Giovanni Gaggia è fondamentalmente ricerca d'equilibrio fra azione performativa, disegno e ricamo. Identità, ritualità, sacrificio e condivisione sono gli elementi cardine delle performance, tutte caratterizzate da intense interazioni con l'altro. Tra le sue ultime personali si ricordano: 2016 – Sequens Lineam, a cura di Maria Letizia Paiato, Galleria Fabula Fine Art, Ferrara 2015 – Inventarium, GALLLERIAPIU', Bologna, intexĕre tempus, a cura di Diego Sileo, lavatoio di Palazzo Lamperini/ galleria Rossmut, Roma. Inventarium, a cura di Serena Ribaudo, Canto217, Palazzi Costantino / Di Napoli, Palermo. 2014 - Centrum Naturae (doppia personale), a cura di Roberto Paci Dalò, Scalone Vanvitelliano / Chiesa della Maddalena, Pesaro. Nel 2016 viene pubblicato da Maretti Editore il suo libro catalogo Inventarium, a cura di Serena Ribaudo / poesie Davide Quadrio, una meditazione sul senso di memoria.

Mona Lisa Tina nasce nel 1977 a Francavilla Fontana (BR), vive e lavora a Bologna. Artista, peformer e arte terapeuta, dal 2011 coordina, insieme a Stefano Ferrari, docente di Psicologia dell’arte all’Università di Bologna, il Gruppo di studio “Psicologia e Arte Contemporanea”. E’ parte del corpo docente del “Centro Sarvas”, Bologna, dove insegna Arte Terapia e del Master e del Corso triennale di formazione in Arte Terapia presso “NUOVE ARTI TERAPIE”, Roma. Mona Lisa Tina conduce numerosi seminari e workshop incentrati sui punti fondamentali della propria ricerca artistica. Ha esposto in Musei di arte contemporanea in Italia e all'estero: Palazzo della Penna (Perugia); Museo Teatro della Commenda di Prè (Genova); GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea (Torino); Künstlerhaus (Hannover); Museo MACRO Testaccio (Roma); Stadtgalerie (Kiel); Kunstsammlungen (Chemnitz). E’ stata selezionata alla settima edizione del premio d’arte under 40, “Fondazione Vaf – Posizioni attuali dell’arte italiana” 2016-2017.