Caterina Ruysch Voltolini – Trilogia endemica

Milano - 09/06/2021 : 09/07/2021

Mostra personale.

Informazioni

Comunicato stampa

TRILOGIA ENDEMICA è l’evoluzione imprevista di un progetto centrato sul tema della
peste quale metafora del carattere aporetico dell’esistenza umana. L’epidemia che colpì
Milano e l'Europa attraverso i secoli diventa oggetto metastorico. L'artista, già aperta agli
ambiti anatomici e della degenerazione corporea, è coinvolta in una ricerca bibliografica,
iconografica e urbanistica fino a scontrarsi improvvisamente con la pandemia attuale. I
luoghi della peste, monumenti silenziosi alla memoria, rivivono le cause della loro fama,
mentre l'artista si ritrova rinchiusa in una passiva desolazione

La casa diventa un
lazzaretto, l’io/soggetto collassa sull’oggetto e l’indagine, non potendo prescindere dal
contesto, sfocia in riflessioni sul concetto di rito come atto simbolico, collettivo e
semantico, ramificandosi in una trilogia. Il progetto pertanto si sviluppa in tre fasi,
suddivise geneticamente in due periodi: il primo, pre Covid, in cui il soggetto è distinto
dall’oggetto (premonizione); ed il secondo, post Covid, dove soggetto ed oggetto finiscono
per identificarsi.
TRILOGIA ENDEMICA (2019 2021) è un'apparizione creata per storicizzare la
memoria. Ognuna delle tre installazioni, tutte collocate in spazi inusuali, richiede una
ricerca che innesca un'esperienza riflessiva di stimolazioni sinaptiche. Il ricordo storico
corre alle nostre vite attuali, mettendo a nudo ancora una volta le fragilità della natura
umana.
Caterina Ruysch Voltolini (1985). Diplomatasi all'Accaemia di Belle Arti di Bologna, si
laurea in Scienze Filosofiche per poi completare i propri studi presso la University of Arts
di Londra (MA Fine Art). Vive e lavora a Milano