Carlo Mollino / Nastynasty e Arts&Sciences

Torino - 17/03/2016 : 01/05/2016

In mostra per la prima volta una selezione di fotografie del celebre architetto e designer Carlo Mollino, scattate nel corso dei suoi molti viaggi. E Public Collection, progetto del collettivo milanese NASTYNASTY© realizzato in collaborazione con Arts&Sciences Projects, piattaforma newyorkese dedicata alla diffusione del lavoro di artisti emergenti.

Informazioni

  • Luogo: CAMERA CENTRO ITALIANO PER LA FOTOGRAFIA
  • Indirizzo: Via delle Rosine 18 10123 Torino - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 17/03/2016 - al 01/05/2016
  • Vernissage: 17/03/2016 no
  • Autori: Carlo Mollino, Nastynasty, Arts&Sciences
  • Generi: fotografia, doppia personale
  • Orari: Lunedì 11.00 - 19.00 Martedì Chiuso Mercoledì 11.00 - 19.00 Giovedì 11.00 - 21.00 Venerdì 11.00 - 19.00 Sabato 11.00 - 19.00 Domenica 11.00 - 19.00 Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.
  • Biglietti: Le mostre In Viaggio di Carlo Mollino e Public Collection di NASTYNASTY© e Arts&Sciences Projects saranno visitabili con uno speciale biglietto dal prezzo di €5. Accesso alla mostra+due progetti espositivi collaterali Intero€10 Ridotto: €6 fino a 26 anni e over 65. Possessori Abbonamento Musei Torino Piemonte. Possessori del biglietto di ingresso di: Museo Nazionale del Cinema, MAO, Palazzo Madama, Borgo Medievale, GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna, Touring Club Italiano, Forte di Bard, Amici della Fondazione per l’Architettura, iscritti all’Ordine degli Architetti, iscritti AIACE, iscritti Enjoy. Gratuito per bambini fino a 12 anni e per i possessori della Torino+Piemonte Card.
  • Uffici stampa: PAOLA C. MANFREDI STUDIO

Comunicato stampa

CAMERA- Centro Italiano per la Fotografia

presenta

In Viaggio
di Carlo Mollino

17 marzo – 1 maggio 2016
In collaborazione con il Politecnico di Torino



Carlo MOLLINO | dalla Sezione Archivi della Biblioteca Centrale di Architettura, Fondo Carlo Mollino





Torino, febbraio 2016 – CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, in collaborazione con il Politecnico di Torino, presenta la mostra In Viaggio, aperta da giovedì 17 marzo a domenica 1 maggio 2016, che raccoglie per la prima volta una selezione di fotografie del celebre architetto e designer Carlo Mollino, scattate nel corso dei suoi molti viaggi.

L’esposizione presenta 100 immagini in gran parte inedite, tra cui diversi autoritratti, che mescolano ironia e curiosità, interesse scientifico e il piacere dell’esplorazione e della scoperta, accompagnando il visitatore in un itineriario intimo che svela molto dell’eclettica personalità di Mollino.

Gli scatti sono infatti una sorta di diario per immagini che alterna colore e bianco e nero: al loro interno si ritrovano le grandi passioni dell’architetto e designer torinese, dagli edifici dei grandi protagonisti dell'architettura mondiale alle automobili, dagli oggetti di design alla bellezza femminile, tema ricorrente nella sua produzione fotografica.

Stati Uniti, Giappone, India, Grecia, Olanda e Romania sono alcuni dei luoghi ritratti da Mollino nel corso di una serie di viaggi realizzati per piacere, lavoro o nell'ambito di escursioni organizzate dalla Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino. Culture diverse, ritratte con la capacità di cogliere i dettagli e i particolari ed esaltarne la bellezza quotidiana.

Gli scatti di Mollino sono istantanee taglienti, realizzate con agili attrezzature di piccolo formato, quasi annotazioni per elaborazioni future, capaci però di evidenziare il gusto di Mollino per una composizione insieme libera e calibrata, sempre seducente. Un atlante ricco di oggetti da studiare e suggestioni da cui lasciarsi trasportare.

In viaggio apre in contemporanea con il progetto espositivo Public Collection del collettivo milanese NASTYNASTY©. L’esposizione presenta una collezione di circa quaranta immagini provenienti dal mondo del cinema nelle quali compare un’importante opera d’arte.
Sino al primo maggio è inoltre in corso la mostra Sulla scena del crimine. La prova dell’immagine dalla Sindone ai droni, ideata da Diane Dufour, che analizza la storia della fotografia forense. Le tre esposizioni sono visitabili con un biglietto unico dal costo di €10.
Le mostre In Viaggio di Carlo Mollino e Public Collection di NASTYNASTY© e Arts&Sciences Projects saranno visitabili con uno speciale biglietto dal prezzo di €5.





---------------------------------------------------------------------------------------


CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia

presenta

Public Collection
di NASTYNASTY© e Arts&Sciences Projects

17 marzo – 1 maggio 2016



NASTYNASTY© Giorgio de Chirico, Le jour de fête, 1914 - Batman Tim Burton, 1989



Torino, marzo 2016 | CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia presenta la mostra Public Collection, progetto del collettivo milanese NASTYNASTY© realizzato in collaborazione con Arts&Sciences Projects, piattaforma newyorkese dedicata alla diffusione del lavoro di artisti emergenti. L’esposizione, aperta da giovedì 17 marzo a domenica 1 maggio, presenta una collezione di circa quaranta immagini provenienti dal mondo del cinema nelle quali compare un’importante opera d’arte.

Attraverso ritratti di celebri registi o fermo-immagine di film hollywoodiani e internazionali, NASTYNASTY© investiga il tema della diffusione dell’arte presso il grande pubblico, mettendo in discussione il dogma della sua esclusività.

Public Collection raccoglie scene di film nelle quali compaiono opere antiche e contemporanee - dalla statuaria classica a Keith Haring, passando per Delacroix, Goya e Piero della Francesca - al fianco di celebrità del cinema, in un complesso gioco di sovrapposizioni, rimandi e combinazioni.

Entrando a far parte della messa in scena cinematografica, l’arte raggiunge un pubblico ampio e diversificato: NASTYNASTY© celebra la capacità democratizzatrice del cinema, compiendo un passo ulteriore nella diffusione di un immaginario prevalentemente colto ed elitario.
Public Collection è una “collezione di collezioni” che inevitabilmente cattura l’attenzione dell’osservatore e innesca un processo di riconoscimento. Come si chiama l’opera nell'inquadratura? A chi appartiene? Chi è il suo artefice? Dopo essere stata riprodotta una prima volta sul grande schermo, l’originale viene ulteriormente ricontestualizzato, moltiplicando i livelli di lettura.

Presentato sotto forma editoriale a settembre 2015 nel corso della New York Art Book Fair presso MoMA/PS1, Public Collection è l'ultimo lavoro di NASTYNASTY©, duo artistico composto da Emiliano Biondelli e Valentina Venturi dedicato all’indagine sull’impatto della fotografia e dei media sulla cultura e sulla società contemporanea.

La mostra si inserisce nella serie di esposizioni che CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia dedica ai giovani artisti italiani che utilizzano il linguaggio fotografico, in un’ottica di ricerca e valorizzazione della creatività nazionale.


Public Collection apre in contemporanea con il progetto espositivo In viaggio, che raccoglie per la prima volta una selezione di fotografie del celebre architetto e designer Carlo Mollino, scattate nel corso dei suoi molti viaggi. Sino al primo maggio è inoltre in corso la mostra Sulla scena del crimine. La prova dell’immagine dalla Sindone ai droni, ideata da Diane Dufour, che analizza la storia della fotografia forense. Le tre esposizioni sono visitabili con un biglietto unico dal costo di €10.
Le mostre Public Collection di NASTYNASTY© e Arts&Sciences Projects e In Viaggio di Carlo Mollino saranno visitabili con uno speciale biglietto dal prezzo di €5.




NASTYNASTY©

NASTYNASTY© (Emiliano Biondelli e Valentina Venturi) è un collettivo nato nel 2008 che attraverso diversi media indaga l’impatto della fotografia sulla nostra cultura e il potere che essa ha di condizionare la nostra percezione del mondo e i criteri di autenticità.
L’uso frequente del libro come “spazio” li ha portati a sviluppare il progetto editoriale blisterZine che ha come scopo la progettazione, realizzazione e promozione del libro d’artista come oggetto d’arte contemporanea.
Hanno esposto all’Artists Space (NY), Cleveland Art Museum (Cleveland), Public Library Miami (Miami), Corvi e Mora Gallery (London), National Center of Contemporary Art St.Petersburg (RUS), Artist Village Taipei (Taiwan), Berwik Film e Media Arts Festival (UK), A+A (Venezia) e Museo Marino Marini (FI).



Arts&Sciences Projects

La Arts & Sciences Projects, fondata da Martin Masetto e da Philip Tomaru, è un’organizzazione che offre una piattaforma di produzione e divulgazione per artisti sia emergenti che affermati attraverso la editoria indipendente, uno spazio progetti alternativo, nonché installazioni temporanee e performance. Oltre ad allestire una serie di mostre in uno spazio progetto newyorkese dal 2008 al 2012, la Arts & Sciences Projects ha tenuto mostre presso la NY Art Book Fair, la LA Art Book Fair, la Yale University Art Gallery, il Guest Spot (Baltimore), e diverse altre località. Opere pubblicate si trovano nelle collezioni del Getty Institute, il Brooklyn Museum, la National Gallery of Canada, la Joan Flasch Artists' Book Collection presso la scuola dell’Art Institute of Chicago e la biblioteca del Maryland Institute College of Art.



---------------------------------------------------------------


CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia

CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia ha aperto a Torino il 1° ottobre 2015.
Il progetto nasce dalla volontà di dotare l’Italia di un Centro dedicato alla fotografia come forma di linguaggio, di documentazione e di espressione artistica, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere la fotografia italiana in un dialogo permanente e creativo con le esperienze internazionali.
Mediante studi, sperimentazioni e attività dedicate alla fotografia, l’offerta culturale di CAMERA vuole stimolare il confronto, suscitare domande e approfondire il racconto della realtà attraverso le immagini. Il linguaggio della fotografia sarà studiato in ogni sua forma in modo trasversale e i risultati messi in mostra senza eccezioni di genere o funzione.
CAMERA promuove una rete internazionale di individualità e istituzioni, la cui collaborazione è volta a sviluppare nuovi progetti che portino l’esperienza e le molteplici potenzialità della fotografia a un pubblico ampio ed eterogeneo.
La sede – 2000 mq – si trova in Via delle Rosine 18, all’interno del complesso di proprietà dell’Opera Munifica Istruzione denominato Isolato di Santa Pelagia, nell’edificio in cui fu aperta la prima scuola pubblica del Regno d’Italia. Il Centro contribuirà alla vitalità di un quartiere già animato dalla presenza di enti culturali come il Museo Nazionale del Cinema, Palazzo Reale, il Museo Egizio e numerose gallerie private.