Brac’s Art on table – Pierpaolo Florio

Firenze - 04/03/2017 : 31/03/2017

Nuovo appuntamento per Brac’s art on table, la mostra “orizzontale” della libreria Brac che vede questo mese protagonista Pierpaolo Florio.

Informazioni

  • Luogo: LIBRERIA BRAC
  • Indirizzo: Via Dei Vagellai 18 r - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 04/03/2017 - al 31/03/2017
  • Vernissage: 04/03/2017
  • Autori: Pierpaolo Florio
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: tutti i giorni dalle 12 alle 24
  • Uffici stampa: MONICA ZANFINI

Comunicato stampa

Nuovo appuntamento per Brac’s art on table, la mostra “orizzontale” della libreria Brac che vede questo mese protagonista Pierpaolo Florio.



Le 30 tovagliette esposte alla libreria Brac rappresentano una selezione di fotografie nate per un progetto che prevede una installazione su parete di 230 foto con cornice bianca della dimensione di 23 cm. x 23 cm. ciascuna.

La visione d'insieme (la somma di folle indistinte) vuole rappresentare la ritualizzazione del nostro agire quotidiano, le spiagge affollate d'estate, i centri commerciali, le piazze dello shopping e gli stadi



Il mondo cambia, cambiano i suoi equilibri e la geopolitica, nascono nuovi movimenti, crescono le paure, gli egoismi e si dilatano le distanze, si costruiscono muri ma continuiamo a percorrere gli stessi riti.

Il “muro di foto” vuole rappresentare, allora, lo specchio delle responsabilità di noi tutti dettate dal conformismo delle azioni che come tali possono rappresentare un ostacolo alla presa di coscienza dell'esigenza di un cambiamento radicale che può avere inizio innanzi tutto dall'auspicato emergere di nuove esigenze del nostro vivere e dei comportamenti che ne conseguono.

Non un atto d'accusa, quindi, ma una speranza di cambiamento che maturi in ciascuno di noi.





Pierpaolo Florio, nato a Empoli nel 1966, pone al centro della sua ricerca progetti fotografici dove combina l'approccio estetico a temi di rilevanza sociale.

L’intento di tali progetti è quello “alterare” il concetto classico di rappresentazione delle immagini, reinterpretando la scena in modo visionario e trasformando lo scatto fotografico in un palcoscenico originale.

Per raggiungere tale scopo l'autore predilige la composizione di un moltitudine di fotografie della medesima dimensione tale da creare delle installazioni che spostano lo sguardo dalla singola foto alla visione d'insieme del progetto.

In altre direzioni, l'autore pone al centro della sua ricerca progetti di reportage fotografico.