BienNoLo 2021

Busto Arsizio - 01/10/2021 : 10/10/2021

NUNC EST BIBENDUM, NUNC PEDE LIBERO PULSANDA TELLUS: è questo il titolo della seconda edizione di BienNoLo, la biennale “quartierale” che ritorna a Milano.

Informazioni

Comunicato stampa



BienNoLo 2021
NUNC EST BIBENDUM, NUNC PEDE LIBERO PULSANDA TELLUS

BIENNALE D’ARTE DIFFUSA A MILANO NOLO E OLTRE
BienNoLo 2021
1 – 10 ottobre 2021 – sedi varie, Milano

OLTRE CINQUANTA ARTISTI
OLTRE DIECI INTERVENTI PUBBLICI
UN INSIEME DI PARTNER
...E LA CARROZZA DI UN TRENO

L'ARTE A MILANO RIPARTE CON BIENNOLO!
Sono stati annunciati, presso LORO Milano in Via Ugo Bassi 32, gli spazi della manifestazione, i nomi degli artisti coinvolti e i partner della seconda edizione di BienNoLo


Sono intervenuti, oltre all'ideatore e fondatore del progetto Carlo Vanoni e ai curatori Gianni Romano, Rossana Ciocca e Matteo Bergamini, anche Lamberto Bertolè, Presidente del Consiglio Comunale di Milano e Paolo Garavaglia, Direttore della Comunicazione di Trenord.

NUNC EST BIBENDUM, NUNC PEDE LIBERO PULSANDA TELLUS: è questo il titolo della seconda edizione di BienNoLo, la biennale “quartierale” che ritorna a Milano dal 1 al 10 ottobre 2021.
NUNC EST BIBENDUM, NUNC PEDE LIBERO PULSANDA TELLUS è una locuzione latina che significa: “Ora bisogna bere, ora bisogna far risuonare la terra con il piede libero”. Tratta da un verso di Orazio (Odi, I, 37, 1), scritto per celebrare la morte di Cleopatra, questa frase oggi risuona più che mai attuale, nella voglia di ritrovare – dopo il periodo buio passato dal mondo intero a causa della pandemia – la socialità quasi perduta, il desiderio di condivisione, di unioni e di far festa.

Ideata da Carlo Vanoni e curata con l'Associazione ArtCityLab (Gianni Romano, Rossana Ciocca e Matteo Bergamini), quest'anno BienNoLo quasi raddoppia il numero degli artisti presentati nell'edizione 2019; sono infatti oltre cinquanta i protagonisti della seconda edizione, anche in questa occasione selezionati privilegiando un taglio trasversale: tre generazioni a confronto, dai Grandi Maestri agli esordienti, passando ovviamente per una serie di professionisti mid-career, invitati a confrontarsi con lo spazio seguendo la citazione che dà il titolo alla manifestazione.

Va ricordato, inoltre, che diversi artisti sono stati selezionati in occasione del programma di lettura portfolio che si è svolto nel week end del 2-3-4 luglio scorso alla Casa degli Artisti di Milano; un appuntamento a cui si sono presentati oltre 80 giovani creativi, non solamente dal territorio lombardo.

Novità assoluta di questa edizione sarà la realizzazione di un'installazione sulla carrozza di un treno che per dieci giorni transiterà sulle linee della città metropolitana, progetto dell'artista croato Igor Eskinja, realizzato in collaborazione con Trenord.

E se nel 2019, negli spazi dell'ex panettonificio Cova, nel rispetto della morfologia del luogo, si era puntato su una BienNoLo sostenibile e fruibile solo con la luce del giorno, mettendo in scena una mostra con opere che non necessitassero di dispositivi elettronici, di illuminazione artificiale, né tantomeno che utilizzassero il medium pittorico, quest'anno si è scelto – proprio per marcare la differenza – di dare ampio spazio sia alla pittura, sia alle forme video e video-installative.

BienNoLo, con NUNC EST BIBENDUM, NUNC PEDE LIBERO PULSANDA TELLUS, si allarga: saranno più di dieci gli spazi e le location che ospiteranno la manifestazione, che ha scelto di essere “diffusa” anche per essere fruita in piena sicurezza.
Dai manifesti ai magazzini, passando per edicole e balconi, la seconda edizione di BienNoLo si apre anche al quartiere Isola, nel nuovo spazio Loro, per ricordare la propria natura “quartierale”, urbana, aperta alla città e agli sconfinamenti, pur mantenendo il proprio focus e cuore all’interno di NoLo. Ma si sconfinerà anche dal quartiere a Nord di Loreto, partendo dal giardino dell'Agenzia di Comunicazione H+ in via Soperga, che ha gentilmente supportato BienNoLo offrendo i propri spazi e rendendosi hub per le conferenze estive di Carlo Vanoni e Matteo Bergamini, realizzate come avvicinamento alla manifestazione, arrivando a Turro, sulle rive della Martesana.

Continuano, inoltre, per il mese di settembre, le iniziative collaterali di #aspettandobiennolo, pensate per accompagnare il pubblico verso l'apertura della BienNoLo 2021

L'arte é una caramella
spettacolo di e con Carlo Vanoni
giovedì 16 e venerdì 17 settembre
giovedì 23 e venerdì 24 settembre
ore 21
Loro, via Ugo Bassi 32

Ingresso 20 euro, con prenotazione obbligatoria e green pass:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-larte-e-una-caramella-169345760729

“L'arte è una caramella” è un viaggio nella storia dell'arte che, partendo da Giotto, ci porta di fronte a un mucchio di caramelle dal peso di 79 chili. È arte anche questa? Domanda che ricorre spesso di fronte a certe opere contemporanee. Per rispondere, Carlo Vanoni attraversa secoli di storia dell'arte in una performance che, tra parole, immagini e musica, restituisce sapore al sapere. Sarà lo spettatore a trarre le conclusioni, in un crescendo emozionante come solo le grandi storie d'amore sanno offrire.

I ricavati della bigliettazione dello spettacolo andranno a sostenere l'Associazione Culturale BienNoLo, le sue attività e lo svolgimento della BienNoLo 2021.

Domenica 26 settembre 2021 Gianni Romano – Become a Curator
giardino di Accapiù
via Soperga 41
ore 21

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria e green pass:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-aspettando-biennolo-become-a-curator-160566920983?aff=ebdssbdestsearch

Introdotto da Carlo Vanoni, Gianni Romano è il protagonista del terzo appuntamento di #aspettandobiennolo domenica 26 settembre, nel giardino di h+. Se per Joseph Beuys ogni uomo può essere artista, è altresì vero che oggi ognuno può diventare curatore di contenuti, non solo in spazi istituzionali o museali, non solo in gallerie e fondazioni, ma anche tra le pagine di un blog. Become a Curator, a cura di Gianni Romano, è un corso di introduzione al sistema dell'arte contemporanea che si sviluppa proprio intorno alla figura del curatore, colui che ha assunto un ruolo privilegiato all'interno della scena dell'arte di oggi. E che ora più che mai, anche con l'esperienza della pandemia, deve riorganizzare il senso della parola "cura", così come del termine "mostra". Cosa serve per diventare curatore, quali sono gli errori da evitare e le doti da sviluppare?

Gianni Romano, nel board di BienNoLo dalla prima edizione, è critico d'arte e ha curato numerose mostre in Europa. Oltre a numerose collaborazioni con riviste d'arte ha pubblicato: "Artscape, panoramica dell'arte in rete", "Contemporanee: percorsi, lavori e poetiche delle artiste dagli anni ottanta a oggi". Ha insegnato ed insegna in diverse università italiane ed è fondatore della casa editrice Postmedia Books.