Biennale Giovani Monza 2013

Monza - 06/06/2013 : 28/07/2013

Trenta giovani talenti testimoni delle più attuali tendenze artistiche, e una città ricca di storia aperta al sentire contemporaneo. Da questo ideale binomio prende vita la Biennale Giovani Monza, alla sua quinta edizione, che per il 2013 presenta accanto agli artisti italiani una selezione di emergenti provenienti dall'Austria.

Informazioni

Comunicato stampa


Trenta giovani talenti testimoni delle più attuali tendenze artistiche, e una città ricca di storia aperta al sentire contemporaneo. Da questo ideale binomio prende vita la Biennale Giovani Monza, alla sua quinta edizione, che per il 2013 presenta accanto agli artisti italiani una selezione di emergenti provenienti dall'Austria.

Pluralità di linguaggi, pittura, scultura, video, arte multimediale: le modalità espressive del contemporaneo nazionale in mostra alla Biennale Giovani Monza dal 7 giugno al 28 luglio 2013

Una manifestazione consolidata guidata dal responsabile scientifico Daniele Astrologo Abadal, che riconferma la formula ormai tradizionale: cinque curatori invitati a presentare una rosa di sei artisti ciascuno, per comporre il percorso espositivo. Nell'ambito della manifestazione, è compito della Giuria del Premio d'Arte Città di Monza selezionare le opere vincitrici da acquisire e donare alle raccolte civiche. Oltre a offrirsi come prestigioso scenario in cui si mostra il saper fare dei giovani talenti, la Biennale è infatti occasione importante per l'arricchimento del patrimonio artistico della città con la costituzione progressiva di una collezione d'arte contemporanea, che nel tempo si aggiunge alle civiche collezioni già esistenti. Questo lo spirito condiviso dal Comune di Monza e dal Rotary Club Monza, promotori della manifestazione. Gli allestimenti sono di Gerardo Genghini di Assostudio.




L'OSPITE INTERNAZIONALE



Fra le cinque sezioni è inclusa la nazione ospite, che per l'edizione 2013 è l'Austria, cui Monza e la sua Villa Reale sono legate indissolubilmente dalla storia, da quando Maria Teresa d'Austria fece costruire il monumentale edificio nella città posta sull'asse Vienna-Milano, incaricando del progetto il Piermarini. L'idea di inserire fra le sezioni un ospite internazionale è nata nel 2011, per conferire alla manifestazione un carattere di apertura alle novità provenienti dall'universo del contemporaneo nella sua pluralità di esperienze.



I CURATORI



I cinque curatori scientifici invitati alla quinta edizione sono: Lorenzo Canova, professore associato di Storia dell'arte contemporanea presso la Facoltà di Scienze Umane e Sociali dell'Università degli Studi del Molise; Filippo Maggia, curatore capo della Fondazione Fotografia, progetto promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena; Stefano Roffi, esperto d'arte moderna e contemporanea della Fondazione Magnani Rocca (Parma) che si avvale della collaborazione di Teresa Meucci, storica e critica d'arte contemporanea; Laura Serani, critica militante e curatrice indipendente specializzata nella disciplina fotografica a livello internazionale; per l'Austria è presente una coppia formata da Carl Kraus e Peter Weiermair, rispettivamente storico dell'arte di Innsbruck e noto direttore di Musei (tra cui la Galleria d'Arte Moderna di Bologna).



GLI ARTISTI



Gli artisti invitati da Lorenzo Canova sono: Matteo Fato, Mariana Ferratto, Manovella, Francesco Irnem, Alessandro Scarabello, Gian Maria Tosatti. Gli invitati da Carl Kraus e Peter Weiermair: Markus Bacher, Sevda Chkoutova, Bernd Oppl, Zenita Komad, Moussa Kone, Agnes Prammer. Filippo Maggia invita: Elena Aromando, Margherita Cesaretti, Elisa Franceschi, Eva Frapiccini, Nadia Pugliese, Chiaralice Rizzi. Teresa Meucci e Stefano Roffi invitano: Erica Bellan, Matteo Benetazzo, Valentina Garbagnati, Alessandra Maio, Elena Redaelli, Francesco Surdi. Laura Serani invita: Ottavia Castellina, Martina Cirese, Maurizio Cogliandro, Nicola Lo Calzo, Vittorio Mortarotti, Giulio Rimondi/Ali Beidoun.



I PREMI



Per l'edizione 2013 della Biennale Giovani Monza si riconferma la presenza del Premio Speciale Rottapharm|Madaus. Istituito nel 2007 dal Gruppo farmaceutico monzese, il Premio è nato per sostenere giovani talenti la cui arte si distingua per caratteristiche di innovazione e ricerca. L'opera vincitrice - selezionata da apposita giuria - verrà acquistata da Rottapharm e donata alle civiche raccolte per contribuire ad incrementarne la collezione. Conferma anche per il Premio Camera di Commercio, il cui spirito è favorire il confronto fra giovani artisti e il mondo dell'imprenditoria e dell'artigianato, e lo scambio di competenze e conoscenze.