Bepi Ghiotti – Sources Sorgenti

Milano - 09/11/2011 : 09/12/2011

Bepi Ghiotti,classe ’65, è un fotografo.Ma non solo. E’ un viaggiatore. Presenta infatti all’ Acquario Civico di Milano un progetto che da anni porta avanti, dal titolo: "Sources, Sorgenti"

Informazioni

Comunicato stampa

Bepi Ghiotti,classe ’65, è un fotografo.Ma non solo. E’ un viaggiatore.

Presenta infatti all’ Acquario Civico di Milano un progetto che da anni porta avanti, dal titolo: “SOURCES”/”SORGENTI”.

Bepi Ghiotti si è spinto in terre lontane, fino alla sorgente di alcuni dei fiumi più importanti del mondo risalendone il corso. Qualche tempo fa mi scrisse: “Caro Claudio, sono tornato ieri sera dall'est Turchia dove ho trovato le sorgenti del Tigri e dell'Eufrate…”

Sembrava l’incipit di un romanzo d’avventura o una pagina del diario di un esploratore, dal sapore di altri tempi, emozionato ed entusiasta come se avesse scoperto le origini della Vita nelle terre lontane dell’Est. Da dove nasce un fiume? Com’è fatta una sorgente…? A sorpresa, scopriamo splendidi paesaggi malinconici e sconfinati dal sapore romantico, che avrebbero attratto la fantasia di qualche pittore di fine ‘800, come Caspar David Friedrich (1774-1840). In altri casi, come i nostrani Po, Adige o Tevere troviamo una pietraia di montagna, un’anonima boscaglia o una semplice fontana come quella che nasconde l’origine del fiume romano, che è stato motivo di spostamenti geografici (sulla carta) di confini e appartenenze che ben poco hanno a che fare con la Natura. Bepi Ghiotti presenta le sue sorgenti, quelle, forse, della Storia stessa dell’uomo. Si, perché un fiume non è solo acqua che scorre, ma un simbolo: geografico, letterario, politico, filosofico, religioso, storico. E’ meta di imprese epiche. E’ confine storico-politico. E’ vita. Nel 1995 Ismail Serageldin, vicepresidente della Banca mondiale, fece una previsione sulle guerre del futuro: "Se le guerre del XX secolo sono state combattute per il petrolio, quelle del XXI avranno come oggetto del contendere l’acqua". Un detto Tuareg dice: «Dio ha creato i paesi ricchi di acqua perché gli uomini ci vivano, i deserti perché vi trovino la propria anima»…Che Dio non ci stia mettendo alla prova, per farci ritrovare un’Anima che abbiamo dimenticato o, forse, soltanto “sommerso” nel buio più profondo della nostra coscienza, che Bepi Ghiotti ha provato a cercare? C.C.