Bari S’arte Festival

Bari Sardo - 18/09/2015 : 20/09/2015

Tre giorni di arte, letteratura, musica, territorio trasformano un paese dell'Ogliastra in un centro d'arte e cultura contemporanea.

Informazioni

Comunicato stampa

BARI S'ARTE FESTIVAL

Tre giorni di arte, letteratura, musica, territorio
trasformano un paese dell'Ogliastra
in un centro d'arte e cultura contemporanea


Tra i protagonisti:
Pinuccio Sciola, Giulio Angioni, Lorenzo Pezzatini, Maria Grazia Oppo
Elisabetta Falqui, Monica Lugas, Gianni Caverni, Aroldo Marinai
Andrea Orani, Davide Presciuttini, Andrea Colombu, Federico Cacciapaglia
Giovanna Rasario, Pasquale Mirra, Danilo Mineo..




Nel cuore dell'Ogliastra, sulla costa orientale della Sardegna, nasce il festival Bari S'arte: venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 settembre, il paese di Bari Sardo si trasformerà in un museo di arte e cultura contemporanea da cui far emergere e rafforzare, attraverso l’osservazione, il dialogo e la creazione, il nesso inscindibile che esiste tra la complessità dei paesaggi, la pluralità linguistica e culturale, e lo sviluppo della conoscenza in tutte le sue forme come elemento trainante dell’innovazione sociale e come valore improrogabile di una comunità aperta.
Pinuccio Sciola, Giulio Angioni, Lorenzo Pezzatini, Maria Grazia Oppo, Elisabetta Falqui, Monica Lugas, Gianni Caverni, Aroldo Marinai, Vincenzo Maria D'Ascanio, Andrea Orani, Davide Presciuttini, Claudio Piras Moreno, Massimo Inguscio, Andrea Colombu, Federico Cacciapaglia, Giovanna Rasario, sono alcuni dei protagonisti della manifestazione.
Promossa dall'Associazione Bari S'arte in collaborazione con l'Unione dei Comuni d'Ogliastra e il Comune di Bari Sardo, l'iniziativa coinvolge prestigiose istituzioni sarde, nazionali e internazionali ed è stata pensata per trasformare Bari Sardo in un laboratorio di idee ed esperienze senza confini, che coinvolga gli abitanti e serva a creare connessioni tra la cultura sarda e il panorama culturale odierno.
E la manifestazione non sarebbe possibile senza il sostegno dei cittadini e degli esercenti di Bari Sardo, che per la realizzazione dell'iniziativa hanno donato sia piccole che sostanziose offerte, dando vita a una sorta di crowdfunding ante litteram.
Nel corso dei tre giorni saranno proposte diverse attività attraverso un percorso che valorizzerà i luoghi storicamente e culturalmente più significativi del paese e le sue principali strutture pubbliche e private: una mostra itinerante e interattiva, dibattiti sui diversi temi del Festival con artisti, storici e scrittori, letture poetiche, interpretazioni teatrali, performance musicali. La tre-giorni verrà aperta con l'inaugurazione del Centro Civico “Jorge Eielson e Michele Mulas” in piazza Repubblica (piazza del Mercato). L'artista e poeta di origine peruviana – amico di Maria Lai e noto per il suo stile materico e policromo dei “nodi” - ha passato a Bari Sardo (paese di origine del compagno Michele Mulas) gran parte delle sue estati, dando vita a una produzione affascinante di opere che trovano ora una collocazione permanente proprio insieme a quelle di Mulas.
Tanti gli incontri dalle prospettive più diverse per un confronto costruttivo sul ruolo che può avere oggi la Sardegna nel Mediterraneo e nel mondo. Tra i nomi di spicco: Martha L. Canfield (docente di Letterature Ispano-Americane presso l'Università degli Studi di Firenze - presidente del Centro Studi Jorge Eielson, Firenze), Giulio Angioni (scrittore, antropologo - Università degli Studi di Cagliari), Massimo Inguscio (fisico – Lenz Università degli Studi di Firenze, Presidente dell'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, Torino), Antonio Melis (professore ordinario di Lingue e Letterature Ispano-americane e Civiltà Indigene d'America presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Siena), Luciano Boi (matematico, filosofo ed epistemologo - École des Hautes Études en Sciences Sociales, Parigi), Michele Castoldi (archeologo), Giuseppe Aresu (architetto).
Sabato 19 settembre alle 21.30 il padre delle “pietre sonore”, lo scultore sardo Pinuccio Sciola, offrirà alcune delle sue creazioni in basalto per il concerto del vibrafonista Pasquale Mirra (tra i migliori musicisti 2014 secondo la rivista Musica Jazz) che per questa occasione amplierà la propria tavolozza sonora in uno straordinario incontro in musica.
I bambini e i ragazzi del paese di Bari Sardo verranno coinvolti grazie ai laboratori “Musica e Gioco” a cura di Pasquale Mirra e Danilo Mineo, e “BalloFILOtondo” a cura di Lorenzo Pezzatini. Domenica 20 settembre verrà infine presentata la pittura murale “Sardinian Space Project” realizzata durante i tre giorni del festival dall'artista Federico Cacciapaglia.
Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito. Info: 389/0961906 - [email protected]
PROGRAMMA COMPLETO


PROGRAMMA

Venerdì 18 settembre

ore 10
Sala consiliare del Comune di Bari Sardo
Presentazione e inaugurazione del Centro Civico “Jorge Eielson e Michele Mulas”

Interventi di:

- Martha L. Canfield (docente di Letterature Ispano-Americane presso l'Università degli Studi di Firenze - presidente del Centro Studi Jorge Eielson, Firenze) L'opera poetica, letteraria e artistica di Jorge Eielson, l'incontro con Michele Mulas, scorci di vita a Bari Sardo.
- Veronica Lai (voce recitante) - Legge brani e poesie di Jorge Eielson
- Giulio Angioni (scrittore, antropologo - Università degli Studi di Cagliari) Sulle radici storiche e antropologiche della cultura sarda, le sue specificità e i suoi legami con il Mediterraneo.
- Massimo Inguscio (fisico - Lenz-Università degli Studi di Firenze, Presidente dell'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, Torino) Luce e Tempo.


Ore 16
Centro Civico “Jorge Eielson e Michele Mulas” (piazza Repubblica/del Mercato)
Apertura del Laboratorio Musica e Gioco rivolto ai bambini dai 6 ai 10 anni
a cura di Pasquale Mirra (vibrafonista) e Danilo Mineo (percussionista)
Esposizioni artistiche:

ore 17

Centro Civico “Jorge Eielson e Michele Mulas” (piazza Repubblica/del Mercato)
Apertura esposizione opere degli artisti Federico Cacciapaglia, Gianni Caverni, Andrea Colombu, Aroldo Marinai, Maria Grazia Oppo, Lorenzo Pezzatini, Davide Presciuttini, Giovanna Rasario.

Casa Cabantous
Apertura esposizione opere delle artiste Elisabetta Falqui e Monica Lugas
Casa Corgiolu
Apertura esposizione opere dell'artista Andrea Orani


ore 17
Centro Civico “Jorge Eielson e Michele Mulas” (piazza Repubblica/del Mercato)
Interventi di:
- Lorenzo Giusti (direttore MAN Nuoro)
- Antonio Melis (professore ordinario di Lingue e Letterature Ispano-americane e Civiltà Indigene d'America presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Siena) Il linguaggio dei nodi. Il dialogo interculturale, tra il Mediterraneo e l’America latina.
- Luciano Boi (matematico, filosofo ed epistemologo - École des Hautes Études en Sciences Sociales, Parigi) Arte come scienza, scienza come arte: due forme di conoscenza profondamente legate.

ore 19
Gianni Caverni (artista, giornalista, docente)
Illustrazione delle opere esposte



Sabato 19 settembre

Centro Civico “Jorge Eielson e Michele Mulas” (piazza Repubblica/del Mercato)
ore 10
Territorio, archeologia, architettura e paesaggio.
Interventi di: Luciano Boi (matematico, filosofo ed epistemologo - École des Hautes Études en Sciences Sociales, Parigi), Michele Castoldi (archeologo), Giuseppe Aresu (architetto), Nicoletta Zonchello (Sardegna Ricerche)
ore 16
Laboratorio Musica e Gioco a cura di Pasquale Mirra e Danilo Mineo


ore 17
Incontro con gli scrittori:
Giulio Angioni (antropologo, scrittore - Università degli Studi di Cagliari)
Vincenzo Maria D'Ascanio (scrittore e poeta)
Maurizio Pretta (studioso e scrittore)
Claudio Piras Moreno (scrittore, poeta e attore)
Interventi di Piero Coccollone e Andrea Mascia


ore 21.30

Composizioni, Vibrazioni, Pietre Sonore
Concerto di Pasquale Mirra per vibrafono e pietre sonore di Pinuccio Sciola

Domenica 20 settembre

Centro Civico “Jorge Eielson e Michele Mulas” (piazza Repubblica/del Mercato)
Ore 10

Pasquale Mirra e Danilo Mineo presentano Musica e Gioco.
Esito del laboratorio musicale che vedrà coinvolti i bambini del paese.

Federico Cacciapaglia presenta Sardinian Space Project.
Pittura murale eseguita durante i tre giorni del Festival.

Lorenzo Pezzatini presenta BalloFILOtondo.
Esito di tre giorni di laboratorio effettuato con i ragazzi del paese.




Patrocini e adesioni
Comune di Bari Sardo, Regione Autonoma della Sardegna, Associazione Pro-Loco - Bari Sardo (OG), Provincia Ogliastra, Centro Studi Jorge Eielson - Firenze, Fondazione “Stazione dell’Arte”- Museo Arte Contemporanea - Maria Lai – Ulassai (OG), Associazione Culturale La Corte Arte Contemporanea – Firenze, Unione Comuni d’Ogliastra, Sardegna Ricerche - Cagliari, Buio Edizioni – Gairo (OG), Charta Bianca – studio giornalisti associati