Barbara Scalzotto – Sequenze

Copparo - 12/04/2014 : 10/05/2014

L'artista, attiva tra Venezia e la provincia di Rovigo, è fedele a una pittura contrassegnata da tratti geometrici articolati che trovano il loro principale riferimento nel labirinto.

Informazioni

Comunicato stampa

Doppio appuntamento per la tappa primaverile del programma artistico 2014 del centro studi Dante Bighi all'interno della Galleria Civica d’Arte Moderna Alda Costa di Copparo. Sabato 12 aprile, a partire dalle ore 17, inaugura 'Sequenze' mostra personale dell’artista veneta Barbara Scalzotto con la cura artistica dell’architetto Sebastiano Roveroni. L'artista, attiva tra Venezia e la provincia di Rovigo, è fedele a una pittura contrassegnata da tratti geometrici articolati che trovano il loro principale riferimento nel labirinto. Nelle sue composizioni, le figure del labirinto e del meandro descrivono trame che ci raccontano la città

Il corpus delle opere esposte fino al 10 maggio, sarà elemento di dialogo e base di riflessione per la performance di danza moderna messa in scena dalla compagnia di danza contemporanea Babel Crew, che, in occasione della vernice di sabato, interpreterà gli spazi aperti antistanti la Galleria, segnando l'anteprima del “De Micheli Danza Festival”. I performer presenteranno un estratto da 'Million of souls', produzione coreografica di Simona Argentieri e Valentina Dal Mas, con musiche originali di Giuseppe Testa e Jack Cantina e con la presenza di un ospite speciale, il violinista Alexander Meyen.
Illusionistici paesaggi, prospettive invertite, visioni pittoriche di corpi urbani, silenziosi e svuotati, dialogheranno con i corpi umani, danzanti, che riporteranno in vita la memoria di presenze vitali e di echi personali. La messa in campo, per questo esperimento, di arti visive e progetti performativi, linguaggi differenti tra loro che si incontrano in uno spazio pubblico, fa parte da sempre della ricerca sulla “produzione del contemporaneo” propria del centro studi Dante Bighi che mira a una continua investigazione tra creatività, luoghi pubblici e produzione culturale. L'evento, gratuito e aperto al pubblico, è realizzato in collaborazione con il Teatro De Micheli, il Comune di Copparo, Cantieri Culturali Creativi e Punto Zero.