Balloon Contemporary Art & Publishing Project

Favara - 23/02/2013 : 23/02/2013

Primo step del progetto di residenza di Balloon project presso Farm Cultural Park di Favara.

Informazioni

  • Luogo: FARM CULTURAL PARK
  • Indirizzo: Cortile Bentivegna - Sette Cortili - Favara - Sicilia
  • Quando: dal 23/02/2013 - al 23/02/2013
  • Vernissage: 23/02/2013 ore 18
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

Sabato 23 Febbraio 2013 alle ore 18.00 Valentina Lucia Barbagallo (free art curator & co-founder Balloon), Salvatore Davì (free art curator & contributor Balloon) e Giuseppe Mendolia Calella (artist & co-founder Balloon) presenteranno a nove mesi dal suo lancio, presso Farm Cultural Park, la piattaforma glocale dedicata all’arte contemporanea Balloon Contemporary Art & Publishing Project. Comunicazione, curatela e micro-editoria indipendente sono le tre sezioni di Balloon

La prima è incentrata su recensioni e interviste a artisti, curatori, galleristi, fondazioni, nazionali e internazionali mediante le quali Balloon cerca di condurre un’indagine sullo stato dell’arte contemporanea, mettendo in luce limiti e potenzialità di ciascun attore, spazio, progetto, ecc. La seconda è dedicata ai progetti di curatela aventi un approccio relazionale tout court tra artisti, curatori, galleristi, pubblico, ecc. La terza, B-publishing, nasce dalla sinergia tra Fabrizio Cosenza (graphic design & co-founder Balloon) e artisti nazionali e internazionali che lavorano insieme alla realizzazione di quaderni d’artista autoprodotti a tiratura limitata.
Sempre in questa occasione i tre rappresentanti di Balloon esporranno gli intenti del proprio progetto di residenza presso Farm Cultural Park. La residenza è intesa da Balloon come un momento di incontro/confronto tra persone, idee, storie locali e individuali diverse. Il collettivo - ciascuno utilizzando il proprio linguaggio: quello visivo legato all’indagine del territorio geografico ed emotivo (Giuseppe Mendolia Calella -artista), la scrittura e la curatela (Valentina Lucia Barbagallo, Salvatore Davì, Maria Giovanna Virga) quello della progettazione grafica (Fabrizio Cosenza) - intende costantemente interfacciarsi con il luogo e i suoi abitanti, con ogni strumento a loro disposizione: interviste, reportage fotografici e video, progetti di microeditoria, ecc. Durante il mese di residenza, modulato in vari w-e/appuntamenti con Farm, Balloon auspica condurre una ricognizione geografica e sociale su Favara che verrà “esplorata” sia in senso fisico che metafisico. Verranno analizzati gli ambienti naturali e architettonici, la dicotomia esistente tra l’ ”in”e l’ “out” delle case di Favara caratterizzate da interni curati ed esteticamente ricercati e da esterni deupaperizzati, privi di intonaco, con laterizi a vista e, in certi casi, con situazioni strutturali di abbandono e degrado. Il collettivo studierà l’estetica dell’essere e quella dell’esistere di Favara applicandole unanimemente ai vuoti (esterni delle abitazioni) e ai pieni (interni delle case); al centro e alla periferia del luogo, al rapporto vicendevole che lega Favara a Farm.

Bio
Balloon Contemporary Art & Publishing Project è una piattaforma glocale, votata alla dimensione siciliana (locale) – da cui parte – quanto a quella nazionale e internazionale (globale) a cui s’ispira e verso cui si proietta. È un luogo – non luogo in cui poter scrivere d’arte senza pretese di scientificità ma con rigore speculativo al fine di stabilire una relazione tra il mondo dell’arte contemporanea – troppo spesso additato come elitario – e la società.È un progetto nato nell’Aprile 2012 dall’idea di un’artista, Giuseppe Mendolia Calella, di una curatrice, Valentina Lucia Barbagallo e di un grafico, Fabrizio Cosenza accomunati da una stessa passione per l’arte contemporanea e da uno stesso interesse: conoscere per far conoscere l’arte istituzionale e non, del nostro tempo. Balloon si occupa di arte visiva contemporanea non solo dal punto di vista teorico speculativo, mediante interviste e recensioni, ma anche dal punto di vista pratico con la curatela di mostre e con la produzione di progetti di micro-editoria indipendente. Sinergia, studio, scambio, interdisciplinarietà, conoscenza sono solo alcune delle parole chiave di questo progetto siciliano volto a far conoscere le ricerche di giovani artisti e curatori nazionali e internazionali.