Azelio Corni e Andrea Penzo – Oltre le origini

Busto Arsizio - 14/05/2017 : 18/06/2017

La mostra, inserita nella rassegna Smelting Works, un progetto ideato con la finalità di attivare un dialogo tra i linguaggi dell’arte contemporanea, mette questa volta a confronto il lavoro del giovane fotografo Andrea Penzo con le opere di Azelio Corni.

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE BANDERA
  • Indirizzo: Via Andrea Costa 29 - Busto Arsizio - Lombardia
  • Quando: dal 14/05/2017 - al 18/06/2017
  • Vernissage: 14/05/2017 ore 18,30
  • Autori: Andrea Penzo, Azelio Corni
  • Curatori: Cristina Moregola
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da giovedì a domenica 16.00 - 19.00

Comunicato stampa

La Fondazione Bandera per l'Arte inaugura domenica 14 maggio alle ore 18.30 la mostra Azelio Corni Andrea Penzo “Oltre le origini” in programma dal 15 maggio al 18 giugno 2017


La mostra, inserita nella rassegna Smelting Works, un progetto ideato con la finalità di attivare un dialogo tra i linguaggi dell’arte contemporanea, mette questa volta a confronto il lavoro del giovane fotografo Andrea Penzo con le opere di Azelio Corni.Di recente rientrato da Art Bahrain, dove è stato invitato in rappresentanza dell’arte contemporanea italiana, Corni presenta una selezione di recenti e inedite sculture realizzate in piombo e con objet trouvé. Simili ad antiche armi e gloriosi trofei provenienti da un tempo dimenticato, nelle sculture di Corni risuona il rumore di eroiche battaglie di cui non si ricordano vittorie o sconfitte e di un mito in disuso.
Al contrario, le fotografie di Penzo, interamente votate a ritrarre la classicità della scultura, raccontano il mito della bellezza e della perfezione, la raffinata levigatezza dei corpi e il candore del marmo, esaltati da una tecnica fotografica ma soprattutto da un pensiero visivo che cerca l’esasperato contrasto nei bianchi e nei neri assoluti.
Un confronto, quello fra le sculture di Corni e la fotografie di Penzo, stridente e dissonante ma teso a evidenziare, nella ricerca di entrambi, l’intento di perseguire rigore formale e profondità di senso.

Biografia Azelio Corni

Azelio Corni, classe 1948, ha conseguito la laurea in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.
Ha insegnato Comunicazione Visiva all’Accademia A.C.M.E. di Novara (NO) e Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico di Busto Arsizio (VA).
Da anni opera nel campo delle arti visive, partecipando a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero.
Le sue opere sono state acquisite da istituzioni pubbliche e private e da istituti di credito tra cui UBI Banca.

Tra le principali esposizioni:

2017 - Art Across Borders, Art Bahrain, Manama
2013 - Derive, Chiesa degli artisti Sant’Alberto, Trapani
2012 - MADE IN ITALY, Sakshi gallery, Mumbai
MADE IN ITALY, MISB Bocconi, Mumbai
2011 - 150 artisti raccontano la nostra storia, Archivio di Stato, Novara
2010 - Identità e Alterità, Isola d’Elba
2009 - Tragodia, Museo Municipale di Siracusa
MIART Ed. 2009
2008 - Trame, Fondazione Bandera, Busto Arsizio
Acquisizioni 2008, Civico Museo Parisi Valle, Maccagno
2007 - Senza Frontiere, The Nomura Cultural Foundation, Tokyo
2005 - Gift in occasione dell’evento Festa Italiana, Kamalnayan Bajaj gallery,
Mumbai
2000 - Quartet Quartet, Florence Lynch gallery, New York
1998 - In bocca al Lupo, Museo Torre Colombera, Varese
1996 - Il Principio del Piacere, MAGA, Gallarate
1994 - Offene Ateliers, Biefeld, Germania
1983 - Azelio Corni, Galleria 9 Colonne, Bologna
1975 - 8 Giovani artisti alla Galleria dello Scudo, Verona
1973 - 20 Studenti dell’Accademia di Brera, Rotonda della Besana, Milano

Biografia Andrea Penzo

Andrea Penzo, nasce nel 1992. Poco più che ventenne si avvicina alla fotografia che presto diviene la sua passione.
Alcuni suoi scatti sono stati esposti in occasione dell’annuale Festival Internazionale Arti Audiovisive Dia sotto le stelle nel 2015 e nel 2016 insieme al Fotocinevideoclub Verbano, del quale fa parte.
Ama scattare in bianco e nero alla ricerca di esasperati contrasti da lui chiamati “Neri assoluti”.
Uno stile fotografico che Penzo cerca di applicare a più generi possibili, anche se il suo prediletto è la street photography. Tra le sue maggiori influenze l’autore cita il fotografo Gabriele Croppi.
Andrea Penzo ha inoltre un intenso interesse per la musica; elemento fondamentale per la sua ispirazione quando impugna una macchina fotografica.