Autorotella Autobiografia di un artista

Roma - 15/11/2011 : 15/11/2011

Presentazione del volume Autorotella. Autobiografia di un artista di Mimmo Rotella, a cura di Raffaella Perna (Postmedia books). Interverranno: Mimmo Calopresti, regista cinematografico, autore del documentario su Mimmo Rotella L'ora della lucertola; Rocco Guglielmo, Presidente della Fondazione Mimmo Rotella; Piero Mascitti, Direttore della Fondazione Mimmo Rotella; Raffaella Perna, curatrice del volume; Claudio Zambianchi, Università La Sapienza di Roma.

Informazioni

Comunicato stampa

Martedì 15 novembre alle ore 15.00, nell'Aula I del Dipartimento di Storia dell'Arte e Spettacolo dell'Università di Roma 1 “La Sapienza” – P.le Aldo Moro, 5 – si terrà la presentazione del volume Autorotella. Autobiografia di un artista di Mimmo Rotella, a cura di Raffaella Perna (Postmedia books). Interverranno: Mimmo Calopresti, regista cinematografico, autore del documentario su Mimmo Rotella L'ora della lucertola; Rocco Guglielmo, Presidente della Fondazione Mimmo Rotella; Piero Mascitti, Direttore della Fondazione Mimmo Rotella; Raffaella Perna, curatrice del volume; Claudio Zambianchi, Università La Sapienza di Roma




Nel 1972 con il sostegno di Massimo Pini, direttore della casa editrice Sugar di Milano, Mimmo Rotella dà alle stampe Autorotella. Autobiografia di un artista. A quasi quarant'anni di distanza Postmedia books pubblica una nuova edizione del volume, divenuto ormai introvabile.
Autorotella non è precisamente la classica autobiografia di un maestro, ma la precisa volontà di Mimmo Rotella di annotare su pagina (lui che pure era conosciuto per un'incredibile memoria) pochi anni di una vita che per un po' gli è sembrata scorrere troppo in fretta: dalla metà degli anni Sessanta (quando già è riconosciuto tra i grandi del Nouveau Réalisme) alle ultime pagine scritte a Milano durante la preparazione del festival organizzato in occasione del decimo anniversario del Nouveau Réalisme (novembre 1970). In mezzo c'è tutto il suo mondo, le sue donne, i suoi pensieri, le distrazioni, le amicizie di un giorno e quelle di una vita, galleristi e artisti, le serate a Saint-Germain e quelle nello studio di Rue Clément, le incursioni a Milano, i ricordi romani, qualche visita nella natia Calabria e i viaggi a New York, Londra, Tunisia, India, Nepal.
L'edizione è identica alla prima del 1972, ma rivista graficamente e arricchita di circa novanta immagini tratte dall'archivio della Fondazione Mimmo Rotella, riguardanti il periodo narrato nel libro.