Au revoir Marylin

Sanguinetto - 22/09/2012 : 21/10/2012

Una serie di dipinti, scritti, pensieri e video che vedono protagonista questa donna di grande fascino e bellezza, che ne hanno decretato il successo in vita e la trasformazione in icona dopo la prematura scomparsa, a 36 anni.

Informazioni

  • Luogo: CONVENTO SANTA MARIA DELLE GRAZIE
  • Indirizzo: Corso Battisti, 23 Sanguinetto - Sanguinetto - Veneto
  • Quando: dal 22/09/2012 - al 21/10/2012
  • Vernissage: 22/09/2012
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: il lunedì, mercoledì, venerdì e sabato pomeriggio dalle 15 alle 18 e il martedì mattina dalle 9 alle 12.
  • Email: elletipress@libero.it

Comunicato stampa

onvento Santa Maria delle Grazie, Corso Battisti, 23 Sanguinetto
Rassegna di visioni di Marilyn Monroe,
omaggio al mito a 50 anni dalla sua scomparsa

A 50 anni dalla morte, avvenuta il 5 agosto 1962, BHR Artemotion, partner di BHR Group, e il Comune di Sanguinetto – assessorato alla Cultura, hanno voluto riproporre il mito intramontabile di Marylin Monroe con l’iniziativa Au revoir Marilyn: una serie di dipinti, scritti, pensieri e video che vedono protagonista questa donna di grande fascino e bellezza, che ne hanno decretato il successo in vita e la trasformazione in icona dopo la prematura scomparsa, a 36 anni.
Artefice di questa iniziativa e autore delle opere esposte è l’ideatore di Bhr Artemotion, Gianneugenio Bortolazzi, da sempre affascinato dall’eleganza di Marylin, dalla sua sensualità e trasparenza. «Sentivo - spiega - che dovevo trasferire su dei supporti, fossero carta, legno, tela, gesso o altro, le sensazioni che questa donna suscita in me. Trasferire per non ferire o togliere la grazia, l’incanto e lo charme che Marylin emanava. Credo che solo un artista rinascimentale l’avrebbe potuta dipingere senza portarle via la sua bellezza, la sua armonia».
Da queste suggestioni nasce la serie di visioni esposte fino al 21 ottobre nel Convento di Santa Maria delle Grazie. Inoltre, con due opere realizzate appositamente e un percorso sensoriale studiato in collaborazione con l’associazione Goldvis Onlus, l’esposizione vuole proporsi come esperienza fruibile anche da parte di chi, non vedente o ipovedente, può riconoscere Marylin dal suo profumo, il leggendario Chanel N.5, piuttosto che dagli accessori prediletti che la caratterizzavano, dal rossetto ai tacchi a spillo, o ascoltare poesie (Pasolini e Alda Merini) e canzoni (Elton John) che le sono state dedicate. L’ingresso è libero. In occasione dell’inaugurazione, alle ore 20 di sabato 22 settembre, sarà offerto al pubblico un aperitivo con i vini dell’Azienda Villa Caplêt. La mostra sarà visitabile il lunedì, mercoledì, venerdì e sabato pomeriggio dalle 15 alle 18 e il martedì mattina dalle 9 alle 12.