Aste 93 e 94

Genova - 14/11/2011 : 15/11/2011

Wannenes presenta un autunno di proposte selezionate, articolate in tre appuntamenti tematici di due giorni consecutivi.

Informazioni

  • Luogo: CASA D'ASTE WANNENES ART - PALAZZO DEL MELOGRANO
  • Indirizzo: Piazza Campetto 2 - Genova - Liguria
  • Quando: dal 14/11/2011 - al 15/11/2011
  • Vernissage: 14/11/2011
  • Generi: asta
  • Orari: 14 novembre – Importanti Mobili, Sculture e Oggetti d’Arte; 15 novembre - Gioielli, Argenti e Icone

Comunicato stampa

Comunicato Stampa
LE ASTE DI NOVEMBRE E DICEMBRE 2011
PALAZZO DEL MELOGRANO, PIAZZA CAMPETTO 2 - GENOVA
DALL’ANTICO AL CONTEMPORANEO, DAI GIOIELLI AGLI ARGENTI
LE COLLEZIONI SONO IL FILO CONDUTTORE
Genova, 5 ottobre 2011. Dopo un primo semestre di grandi soddisfazioni, con un incremento di quasi il 40% rispetto
al fatturato dello stesso periodo dell’anno precedente, Wannenes apre la seconda parte del 2011 con due
appuntamenti di rilievo assoluto


L’11 e 12 ottobre, nella sede genovese, sarà battuta la collezione privata milanese di albarelli e vasi da farmacia di
168 lotti che danno corpo ai due cataloghi L’ARTE DEL VASAJO (preview internazionale nello scorso luglio a
Londra e nazionale l’1 e 2 ottobre a Firenze). Un catalogo, questo, che per la completezza e unicità della
documentazione iconografica come di quella scientifica è destinato a diventare un testo indispensabile quale
strumento di ricerca e confronto per l’arte ceramica di riferimento. Top lot il 4 e il 5, due albarelli di DOMENICO DA
VENEZIA O CASTLDURANTE, circa 1560-70 (stima 80-120.000 euro ciascuno).
Sempre il 12 ottobre, sotto il martelletto Wannenes passerà SCULPTURAE: bronzi, marmi, avori, pietre dure,
ceroplastiche… in un catalogo di 442 lotti che è una sintesi perfetta del gusto raffinato delle “Camere delle
meraviglie” tra Cinque e Settecento. Tra tutti i lotti segnaliamo una COPPIA DI ANGELI REGGI FIACCOLA in bronzo, Roma
– XVII secolo (lotto 273, stima 15-20.000 euro) e una DEPOSIZIONE, gruppo in bronzo, XVII secolo (lotto 250, stima 14-
18.000 euro).
Nello stesso catalogo anche una sezione di arredi dei quali ricordiamo una COPPIA DI CONSOLES in legno scolpito e
dorato, che raffigurano due grandi aquile ad ali spiegate, del XIX secolo (lotto 419, stima 15-20.000 euro).
Nei mesi di novembre e dicembre 2011 sono in calendario sette aste che impegnano tutti i dipartimenti della
Casa d’Aste proponendo una serie di cataloghi che copre quasi l’intero panorama delle arti per generi e epoche.
Una programmazione che va incontro al mondo collezionistico, sempre più focalizzato su specifiche tematiche
artistiche, pur mantenendo la varietà e l’alternanza che attraggono i collezionisti “onnivori” e coloro che parlano le
molte lingue in cui si declina attualmente il mercato: antico e moderno, arti maggiori, applicate e decorative.
Wannenes presenta un autunno di proposte selezionate, articolate in tre appuntamenti tematici di due giorni
consecutivi:
14 novembre – Importanti Mobili, Sculture e Oggetti d’Arte; 15 novembre - Gioielli, Argenti e Icone
29 novembre – Dipinti Antichi; Dipinti del XIX secolo; 30 novembre - Tappeti e Tessili Antichi
13 dicembre – Design e Art Decorative del XX secolo; 14 dicembre - Arte Moderna e Contemporanea
INFORMAZIONI
• WANNENES
Palazzo del Melograno, Piazza Campetto 2 – 16123 Genova
tel +39 010 2530097 – fax - +390102517767
[email protected] www.wannenesgroup.com
UFFICIO STAMPA
• Anna Orsi
mobile +39 335 6783927 – tel/fax +39 02 89010225
[email protected] [email protected] [email protected]
14 NOVEMBRE 2011
asta 93 - GUSTO E SUGGESTIONI DI UN HÔTEL PARTICULIER
IMPORTANTI MOBILI, SCULTURE E OGGETTI D’ARTE
Wannenes Unique Collections – il dipartimento specializzato nella gestione e vendita in asta di uniche proprietà –
nel primo semestre del 2011 ha consolidato la leadership nella vendita di collezioni d’Arte in Italia con sei collezioni
private che sono state al centro dell’interesse collezionistico internazionale, di musei e galleristi.
Gli ottimi risultati ottenuti sono frutto di un lavoro capillare e mirato da parte dell’intero staff, un impegno che ha
permesso anche per questa seconda parte dell’anno di presentare una serie di Collezioni Private che, nella
straordinaria varietà, sono in modo trasversale il filo conduttore di tutti i dipartimenti.
Nell’asta GUSTO E SUGGESTIONI DI UN HÔTEL PARTICULIER avranno un ruolo di primo gli arredi della dimora di
una famiglia italiana trasferita a Bruxelles. Nel loro insieme, gli arredi trasmettono l’evidente interesse per opere di
notevole pregio abbinate alla ricerca di un comfort sofisticato, ma anche la volontà di fondere la cultura italiana con
il gusto internazionale. Un approccio che si manifesta in un tutt’uno di grande eleganza, adeguato all’importante
ruolo sociale che la famiglia era chiamata a rivestire anche nella capitale belga.
Segnaliamo:
• CONSOLE IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XIX secolo (stima 3-4.000 euro). Il piano rettangolare poggia su di un unico
sostegno centrale costituito da un putto a cavallo di un delfino all’interno di una base rocciosa.
• SERVIZIO IN PORCELLANA POLICROMA, detto FLORA DANICA, Manifattura di Copenhagen (stima 8-10.000 euro). Flora
Danica, che dal 1789 ha decretato il successo internazionale della Manifattura Reale danese, illustra con spirito
enciclopedistico e una qualità realmente superba le specie botaniche del regno danese viste attraverso le tavole
Oeder. Desitinati in origine a Caterina II di Russia, i 1600 pezzi che componevano il servizio sono rimasti in uso alla
Corte di Danimarca.
Il catalogo dedicato all’antiquariato comprende anche nuclei di altre provenienze raccolti nella sezione IMPORTANTI
MOBILI, SCULTURE E OGGETTI D’ARTE .
E’ obbligo segnalare:
• BUREAU PLAT in legni vari, XIX secolo (stima 100-150.000 euro). Un capolavoro di bronzi e tarsie in cui il piano e le
fasce sono percorsi da un alternarsi di vasi ricolmi di fiori e foglie, insetti farfalle e volatili, putti e grifoni, poi
mascheroni, erme e lambrequins dal gusto vagamente orientaleggiante. E’ un arredo straordinario ispirato da
un’attenta ricerca storicistica del gusto in voga nella Francia di Luigi XV ma anche, in questo particolare arredo,
contaminato da influenze di area fiamminga peculiari all’opera dei grandi maestri Leonard Van der Winne e André-
Charles Boulle.
• ARAZZO, AUBUSSON, ULISSE E MERCURIO DAVANTI A CIRCE, cartone di Isaac Moillon (Parigi 1614-1673), verso il 1650-
80 (stima 15-18.000). Isaac Moillon fornì molti modelli pittorici agli arazzieri della Manifattura portandola ad
ottenere risultati tali da diventare, nel 1665, la Manifacture Royale di Aubusson. L’arazzo in catalogo è parte della
serie dedicata a Ulisse, e in questa spicca per il suo gusto classico ed equilibrato.
15 NOVEMBRE 2011
asta 94 - LA COLLEZIONE ABBARCHI
IMPOTANTI AVORI E ARTE ORIENTALE
La Collezione Abbarchi, costituita in oltre trentanni, è una panoramica completa di tutte le produzioni in avorio tra il
XV e il XIX secolo. I lotti in asta comprendono sculture, placche, tankard e zanne oltre a una raffinata selezione di
oggetti di produzione orientale: nell’insieme una Wunderkammern dedicata all’avorio.
Segnaliamo:
• SIGILLO IN AVORIO, Cina, XIX secolo (stima 4-6.000 euro)
• TANKARD IN AVORIO, Germania, XIX secolo (stima 5-6.000 euro)
• COPPA CON COPERCHIO IN AVORIO E ARGENTO, Germania, XIX secolo (stima 2-3.000 euro)
15 NOVEMBRE 2011
asta 94 - LA SIGNORA DEL GIOIELLO
GIOIELLI E OROLOGI DA POLSO, ARGENTI, ICONE E OGGETTI D’ARTE RUSSA
Nel catalogo brilla la vendita della collezione personale di Luisa Parodi: LA SIGNORA DEL GIOIELLO, il cui ricavato,
come da sue precise indicazioni testamentarie, sarà interamente devoluto all’Istituto Giannina Gaslini, alla Provincia
di Genova dei Frati Minori Cappuccini e alla Provincia di Genova dei Frati Minori di San Leonardo.
Luisa Parodi ha condiviso con il marito Poppi la passione di famiglia per la gioielleria affiancando, e poi continuando
in prima persona, la gestione dell’azienda che è stata il simbolo della grande oreficeria genovese.
Un simbolo per tre generazioni a partire dal 1887 quando Giovanni Vittorio apre in vico Casana, allora il cuore
commerciale di Genova. Nel 1923, il figlio Mario, apre in via Luccoli dirigendo l’attività fino al 1966 quando –
Commendatore Cavaliere di Gran Croce – lascerà ai tre figli Poppi, Roberto e Pierluigi. Con loro l’ultimo
spostamento nella centralissima via Ceccardi, dove la loro gioielleria diventa un punto di riferimento fondamentale
per eleganza, qualità e professionalità.
Tra i lotti in catalogo segnaliamo:
• ANELLO IN ORO BIANCO CON DIAMANTE DI TAGLIO BRILLANTE di 9.10 carati, inscritto, firmato Parodi (stima 40-50.000
euro)
• ANELLO IN ORO BIANCO CON DIAMANTE DI TAGLIO MARQUISE di 8.50 carati circa affiancato da diamanti taglio baguette
(stima 48-50.000 euro)
asta 94 - La sezione degli ARGENTI ha il suo culmine nella collezione di oggetti di uno dei grandi maestri italiani
d’arte orafa della prima metà del XX secolo GUIDO FIORENTI: L’ARGENTIERE DEI MILANESI.
Le sue creazioni caratterizzate dall’unione dell’argento, spesso dorato, e le pietre dure interpretavano in modo
raffinato il gusto eclettico della prima metà del Novecento così da essere ben presto richieste dalle più importanti
gioiellerie italiane e straniere.
Tra i nove lotti dell’argentiere novarese ma milanese d’adozione, segnaliamo:
• VASO IN ARGENTO E PIETRE DURE, Guido Fiorentini (stima 2.500-3.000 euro)
• CANDELABRO IN ARGENTO PARZIALMENTE DORATO, Guido Fiorentini (stima 1.500-2.000 euro)
• VASO IN ARGENTO PARZIALMENTE DORATO, Guido Fiorentini (stima 1.300-1.500 euro)
asta 94 - La sezione ARGENTI è completata da un buon numero di altri lotti di produzione italiana, più diversi
provenienti dell’Europa continentale, dalla Russia, dall’America e alcuni cinesi.
Segnaliamo:
• ZUPPIERA IN ARGENTO CON PRESENTOIRE, gr 7.000 (stima 3.500-4.500 euro)
• VASO IN ARGENTO E GIADA CON PIATTO, gr. 7.500 (stima 3.800-4.800 euro)
• GRANDE ANFORA IN ARGENTO PARZIALMENTE DORATO CON PIATTO, gr. 5.750 (stima 2.800-3.800 euro)
asta 94 - Il capitolo ICONE, Greche e Russe dal XVII al XIX secolo, sarà focalizzato su esemplari dal soggetto raro.
Segnaliamo:
• FIGLIO UNIGENITO, Russia XIX secolo (stima 1.800-2.000 euro)
• PENTECOSTE, datata 1764 (stima 1.500-1.800)
29 NOVEMBRE 2011
asta 95 - DIPINTI ANTICHI (seguirà comunicato)
Lo slancio dei successi dello scorso anno e degli ottimi risultati registrati con le vendite primaverili il catalogo
dell’autunno presenta un buon numero di opere importanti. Per varietà di soggetti sono toccate tutte le tipologie
pittoriche e le matrici geografiche e culturali, ugualmente l’arco temporale è vasto e completo. Sono tutte opere di
ottima qualità, in buono stato di conservazione, con datazione certa e documentata, molte d’illustre provenienza. a
questo proposito segnaliamo:
• GIOVANNI MICHELE GRANIERI (Torino 1708 – 1762), SEI SCENE DI GENERE (stima 45-60.000 euro). Granieri è uno dei
principali interpreti della pittura bambocciante per il gusto narrativo e la delicata ironia delle sue opere. I sei dipinti,
che racchiudo in se diversi generi (dalla natura morta al paesaggio alla figura umana), raggiungono un livello
qualitativo eccellente e sorprendono per i rapporti cromatici e luminosi e la precisione dei dettagli.
29 NOVEMBRE 2011
asta 96 - DIPINTI DEL XIX SECOLO (seguirà comunicato)
30 NOVEMBRE 2011
asta 97- TAPPETI E TESSILI ANTICHI
Wannenes Art Auctions continua ad essere l’unica Casa d’Aste italiana ad avere due appuntamenti all’anno dedicati
solo ai tappeti e al tessile antico, un impegno che assume ancor più valore se si pensa che il nostro Paese è il
crocevia, per storia ma anche per attualità, del mercato europeo ed è legame importante per quello mondiale.
Nelle sale di Palazzo del Melograno saranno battuti più di 100 lotti per un catalogo eterogeneo in colori, disegni e
pregio decorativo anche degli esemplari meno preziosi per epoca, conservazione e rarità. Una diversificazione che
richiamerà l’attenzione di un vasto pubblico e di quell’ambito collezionistico di altissimo livello che sappiamo avere
in Italia il suo punto di riferimento.
Segnaliano:
• KASHAN MOHTASHEM, Persia Centrale, 1890 circa, cm 341 x 232 (stima 8-12.000 euro). Con il termine Kashan
Mohtashem, le cui origini sono ancora avvolte da un mistero fascinoso, si indicano tutti i tappeti annodati tra il 1880
e il 1920 caratterizzati da una qualità di esecuzione e di disegno eccellenti, catalogabili tra la miglior produzione
post-Safavidi di tutta la Persia. L’esemplare in asta, proveniente da una nobile famiglia genovese, è da considerarsi
senza ogni dubbio tra questi.
13 DICEMBRE 2011
asta 98 - ARTI DECORATIVE E DESIGN DEL XX SECOLO (comunicato a parte)
14 DICEMBRE 2011
asta 99 - ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA (seguirà comunicato)
SCHEDE TECNICHE
Palazzo del Melograno, Piazza Campetto 2 – Genova
• Esposizioni i quattro giorni antecedenti l’asta, dalle 10 alle 13 e dalla 15 alle 19
• Cataloghi 20 €, on-line su www.wannenesgroup.com/calendario_aste.php
INFORMAZIONI
• WANNENES
Palazzo del Melograno, Piazza Campetto 2 – 16123 Genova
tel +39 010 2530097 – fax - +390102517767 [email protected] www.wannenesgroup.com
UFFICIO STAMPA
• Anna Orsi
mobile +39 335 6783927 – tel/fax +39 02 89010225
[email protected] [email protected] [email protected]