Aste

Firenze - 27/05/2014 : 29/05/2014

Saranno tre gli appuntamenti di maggio alla Casa d’Aste Pandolfini.

Informazioni

  • Luogo: CASA D'ASTE - PANDOLFINI
  • Indirizzo: Borgo Degli Albizi 26 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 27/05/2014 - al 29/05/2014
  • Vernissage: 27/05/2014 ore 15
  • Generi: asta
  • Uffici stampa: DAVIS & CO

Comunicato stampa

Asta

Martedì 27 maggio 2014, ore 15
ARGENTI, GIOIELLI, OROLOGI DA POLSO E NUMISMATICA

Mercoledì 28 maggio 2013, ore 15
DIPINTI ANTICHI E DIPINTI DEL SECOLO XIX

Giovedì 29 maggio 2014, ore 15
MOBILI, ARREDI ANTICHI E OGGETTI D’ARTE

Esposizione
Firenze, Palazzo Ramirez-Montalvo
da venerdì 23 a lunedì 26 maggio - orario 10,00 – 13,00 / 14,00 – 19,00


Comunicato stampa

Saranno tre gli appuntamenti di maggio alla Casa d’Aste Pandolfini

Nella sede di palazzo Ramirez Montalvo, in Borgo degli Albizi a Firenze, si terranno infatti tre giorni di vendita: il 27 maggio andranno all’incanto Argenti, Gioielli, Orologi da polso e Numismaica, il 28 maggio sarà la volta dei Dipinti antichi e Dipinti del secolo XIX, mentre il 29 maggio, in chiusura, si terrà la vendita dei Mobili, Arredi antichi e Oggetti d’arte. L’esposizione si terrà a Firenze, nelle sale di Pandolfini, da venerdì 23 a lunedì 26 maggio, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19.

27 maggio
Apre la tornata di aste, una giornata di vendita di Argenti, Gioielli, Orologi da polso e Numismatica. Tra i gioielli, per chi cerca pietre importanti, segnaliamo un diamante taglio brillante, corredato da certificato gemmologico, stimato 48.000/60.000 euro; un anello in oro bianco e oro giallo con diamante centrale, taglio smeraldo, stimato 30.000/45.000; un anello con diamante taglio a brillante, corredato di una certificato GIA, stimato 60.000/80.000 euro e un anello con diamante a goccia, corredato di certificato, stimato 32.000-40.000. Tra i gioielli firmati, invece, spicca una parure degli anni ’60, Bulgari, costituita da una spilla e un paio di orecchini in oro giallo, onice e diamanti, ciascuno modellato come una corolla, stima 8.000/10.000 euro.
Nella stessa giornata saranno presentati circa 100 orologi da tasca e da polso. Fra questi ultimi segnaliamo numerosi Rolex vintage, tra cui spiccano due esemplari di Daytona, entrambi Referenza 6265: uno in acciaio e l’altro in oro giallo. Il modello in acciaio è del 1975, presenta un quadrante fondo nero con contatori bianchi e monta il suo bracciale originale a maglie Oyster rivettate. La stima è di 14.000/18.000 euro. La versione in oro giallo, anch’essa contraddistinta dai caratteristici pulsanti cronografici a vite, è ascrivibile come produzione all’anno 1979, ha il quadrante fondo oro con contatori neri. Anche in questo caso il bracciale in oro è a maglie Oyster rivettate. La stima è di 30.000/50.000 euro. Interessante è anche un Audemars Piguet Calendario Perpetuo, acciaio e platino, completo di scatola e garanzia, stimato 15.000/20.000 euro.

28 Maggio
Il secondo giorno sarà la volta dei Dipinti antichi e Dipinti del secolo XIX. Tra i dipinti antichi verranno proposti in vendita dipinti dal secolo XVI alla fine del secolo XVIII. In particolare segnaliamo una Madonna che allatta il Bambino su tavola di Scuola toscana, fine sec. XVI (1.200-1.800 euro) e alcuni dipinti a soggetto religioso come un San Giovanni Battista di Scuola genovese, fine sec. XVII in prima tela (3.000-4.000 euro); una replica della Madonna della seggiola di Raffaello su tavola entro cornice dorata a vista ovale che riprende dall’originale della Galleria Palatina di Firenze (3.500-4.500 euro) e un’interessante Sant’Orsola di Scuola emiliana, sec. XVIII (2.000-3.000 euro). Tra le nature morte un piccolo e raffinato dipinto raffigurante Vaso di fiori su drappo rosso, con cane, volatili ed armi deposte di Scuola fiamminga, fine sec. XVII (2.000-3.000 euro), una Natura morta con vaso di fiori e alzata con ciliegie di Scuola toscana, secc. XVII-XVIII (4.000-6.000 euro) e una tela raffigurante Cani in un paesaggio della Cerchia di Abraham Danielsz Hondius, fine sec. XVII-inizi XVIII (3.000-4.000 euro). Tra i paesaggi segnaliamo infine un lotto di quattro Marine su tela ovale di Scuola veneta del sec. XVIII (4.000-6.000 euro) e un Paesaggio con rovine architettoniche e figure su tavoletta di Scuola fiamminga, fine sec. XVIII, recante firma e data "V. Fischer 1797" (1.500-2.000).
Il catalogo dell’800 comprende invece circa cento lotti, tra i quali segnaliamo un gruppo di opere di Galileo Chini: bellissima la sua Natura morta, un olio su compensato firmato e datato 1930, titolato sul retro (6-8.000 euro). Da notare anche il Gesù e la Maddalena di Elisabeth Chaplin, olio su tela firmato (7.9.000 euro) e la Natura morta con fiori di Giuseppe Garinei, olio su tela firmato (1.500-2.500 euro).

29 Maggio
Il terzo giorno, infine, andranno all’incanto Mobili, arredi antichi e oggetti d’arte. Si segnala un gruppo di mobili e oggetti provenienti da un elegante appartamento romano dei Parioli che testimoniano il gusto degli anni Sessanta orientato prevalentemente verso il mobile di metà Settecento e rococò. Da proprietà diverse provengono invece alcuni arredi seicenteschi in noce ancora in patina, fra cui credenze di varie dimensioni, coppie di tavoli a muro formanti tavoli da centro ottagonali (stima 4.000-6.000 euro) e seggioloni da parata.
Fra gli oggetti d’arte si segnala una collezione di maioliche arcaiche, ispano-moresche dei secoli XVII-XVIII e savonesi.
Interessante anche il nucleo di ceramiche inizi Novecento delle manifatture Cantagalli e Ginori, tra le quali un grande centrotavola, degli inizi del XX secolo, in maiolica policroma (stima 2500-3500 euro) e quello degli orologi da tavolo, tra i quali ne risalta uno viennese della fine del XVIII secolo, a forma di tempietto, in legno e metallo (stima 1-1.500 euro).
Chiudono la seconda sessione d’asta gli arredi da una dimora fiorentina del periodo di Firenze Capitale rimasta pressoché intatta fino ad oggi. In particolare i mobili e le suppellettili della sala da pranzo che evidenziano il gusto all’inglese dei proprietari di origini britanniche.