Asta Benefica per Fondazione Telethon

Roma - 18/12/2017 : 18/12/2017

L’Accademia di Belle Arti di Roma e quasi cento artisti contemporanei a sostegno di Fondazione Telethon. Un’asta di solidarietà per raccogliere fondi destinati alla ricerca medico scientifica.

Informazioni

  • Luogo: ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI ROMA
  • Indirizzo: Via Di Ripetta 222 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 18/12/2017 - al 18/12/2017
  • Vernissage: 18/12/2017 ore 12 Presentazione | Accademia di Belle Arti di Roma, Via di Ripetta 222 ore 19.15 Asta | Bertolami Fine Arts, Piazza Lovatelli 1, Roma
  • Generi: presentazione, asta
  • Sito web: http://www.telethon.it

Comunicato stampa

UN’ASTA BENEFICA PER FONDAZIONE TELETHON
ARTE CONTEMPORANEA E RICERCA SCIENTIFICA

L’Accademia di Belle Arti di Roma e quasi cento artisti contemporanei a sostegno di Fondazione Telethon

Un’asta di solidarietà per raccogliere fondi destinati alla ricerca medico scientifica

18 dicembre 2017
ore 12
Presentazione | Accademia di Belle Arti di Roma, Via di Ripetta 222
ore 19.15
Asta | Bertolami Fine Arts, Piazza Lovatelli 1, Roma

Un progetto fortemente voluto e promosso dall’Accademia di Belle Arti di Roma, che mette insieme il mondo dell’arte, quello della scienza e quello dell’impegno umanitario, con lo scopo di informare e sensibilizzare un pubblico sempre più vasto. Da qui nasce una grande asta di solidarietà, affidata al team di Bertolami Fine Arts, tra le maggiori case d’asta nazionali: quasi cento artisti italiani, tra mid career e nomi storici, mettono generosamente a disposizione le loro opere – sculture, disegni, dipinti, incisioni, installazioni, in un mix di linguaggi e ricerche differenti – al fine di raccogliere fondi destinati alla ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare di Fondazione Telethon. L’appuntamento si inserisce nella tradizionale maratona Telethon, ospitata sulle reti Rai (16-23 dicembre 2017) e giunta alla sua 28° edizione.
Tra gli artisti che hanno aderito all’iniziativa: Andrea Aquilanti, Matteo Basilè, Domenico Bianchi, Ennio Calabria, Bruna Esposito, Matteo Fato, Omar Gallani, Carlo Lorenzetti, Teodosio Magnoni, Gianfranco Notargiacomo, Gioacchino Pontrelli, Alessandro Piangiamore, Federico Pietrella, Guido Strazza, Claudio Verna.

Fissata per il 18 dicembre 2017 alle ore 19.15, presso la sede di Bertolami, l’asta è un ulteriore tassello - rivolto principalmente al mondo delle arti e della cultura – all’interno dell’importante campagna mediatica nazionale che ha reso Telethon tra i maggiori protagonisti del settore delle charity biomediche, con particolare attenzione alla cura delle malattie genetiche rare. La preview di rito, con esposizione delle opere all’incanto, accoglierà collezionisti e appassionati a partire dal 14 dicembre, con opening e cocktail di benvenuto alle ore 17. I lotti resteranno esposti fino a domenica 17, dalle 10 alle 19 (ingresso libero), visibili anche sul sito di Bertolami.

È fissata invece per lunedì 18 dicembre, alle ore 12, la presentazione istituzionale: presso l’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Roma saranno illustrati temi, modalità e obiettivi del progetto. Introducono Mario Alì e Tiziana D’Acchille, Presidente e Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma. Intervengono: Gianni Letta, Presidente Associazione Civita; Francesca Pasinelli, Direttore Generale di Fondazione Telethon; Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore Università La Sapienza, Roma; Giuseppe Novelli, Magnifico Rettore Tor Vergata, Roma; Walter Ricciardi, Presidente Istituto Superiore di Sanità; Giuseppe Bertolami, Amministratore Unico Bertolami Fine Arts. L’incontro sarà anche occasione per discutere delle sinergie possibili tra istituzioni culturali e settore del volontariato, con particolare riferimento al tema della salute e della ricerca scientifica.

“Arte e ricerca scientifica, seppur apparentemente lontane, rappresentano due grandi eccellenze del nostro Paese. Per Fondazione Telethon ogni tipo di sostengo è di vitale importanza per supportare la migliore ricerca scientifica e per offrire risposte concrete a uomini, donne e bambini che vivono con una malattia genetica rara – ha dichiarato Francesca Pasinelli, Direttore Generale di Fondazione Telethon – Siamo onorati che l’Accademia delle Belle Arti di Roma abbia pensato alla nostra Fondazione nell’organizzazione di un appuntamento in cui confluiscono l’amore per la cultura, la scienza e la solidarietà”.

CONTATTI STAMPA
> Fondazione Telethon
Ufficio stampa - HAVAS PR Milan
Sara Bernabovi – [email protected] – tel. 02 85457032, 3427579993
Thomas Balanzoni – [email protected] – tel. 02 85457047, 3463204520
www.telethon.it
> Bertolami Fine Arts
Ufficio Stampa, Scarlett Matassi
[email protected]; 3450825223
www.bertolamifinearts.com

INFO

> Accademia di Belle Arti di Roma, via di Ripetta 222
[email protected]
[email protected]; 3201143607
www.accademiabelleartiroma.it

Fondazione Telethon
Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 per iniziativa di un gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare.
La sua missione è di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di eccellenza, selezionata secondo le migliori prassi condivise a livello internazionale.
Attraverso un metodo unico nel panorama italiano, segue l’intera “filiera della ricerca” occupandosi della raccolta fondi, della selezione e del finanziamento dei progetti e dell’attività stessa di ricerca portata avanti nei centri e nei laboratori della Fondazione. Telethon inoltre sviluppa collaborazioni con istituzioni sanitarie pubbliche e industrie farmaceutiche per tradurre i risultati della ricerca in terapie accessibili ai pazienti.
Dalla sua fondazione ha investito in ricerca quasi 500 milioni di euro, ha finanziato oltre 2.620 progetti con oltre 1.600 ricercatori coinvolti e più di 570 malattie studiate.
Ad oggi grazie a Fondazione Telethon è stata resa disponibile la prima terapia genica con cellule staminali al mondo, nata grazie alla collaborazione con GlaxoSmithKline e Ospedale San Raffaele. Strimvelis, questo il nome commerciale della terapia, è destinata al trattamento dell’ADA-SCID, una grave immunodeficienza che compromette le difese dell’organismo fin dalla nascita. La terapia genica è in fase avanzata di sperimentazione anche per la leucodistrofia metacromatica (una grave malattia neurodegenerativa), la sindrome di Wiskott-Aldrich (un’immunodeficienza) e per la beta talassemia, mentre è appena stata avviata o è prossima all’avvio per due malattie metaboliche dell’infanzia (rispettivamente, la mucopolisaccaridosi di tipo 6 e di tipo 1). Inoltre, all’interno degli istituti Telethon è in fase avanzata di studio o di sviluppo una strategia terapeutica mirata anche per altre malattie genetiche, come per esempio l’emofilia o diversi difetti ereditari della vista. Parallelamente, continua in tutti i laboratori finanziati da Telethon lo studio dei meccanismi di base e di potenziali approcci terapeutici per patologie ancora senza risposta.