Asta 105

Roma - 27/03/2012 : 30/03/2012

Arredi e Dipinti antichi, Arredi e Dipinti del XIX secolo, Una biblioteca di Libri antichi, Argenti, Gioielli e Collezionismo.

Informazioni

  • Luogo: CASA D'ASTE - BABUINO
  • Indirizzo: Via Dei Greci 2 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 27/03/2012 - al 30/03/2012
  • Vernissage: 27/03/2012 ore 14.30
  • Generi: asta
  • Orari: Martedì 27 marzo, ore 14.30 – Arredi e Dipinti antichi Mercoledì 28 marzo, ore 15 – Arredi e Dipinti del XIX secolo Giovedì 29 marzo, ore 15 – Una biblioteca di Libri antichi Venerdì 30 marzo, ore 15 – Argenti, Gioielli e Collezionismo

Comunicato stampa

RESTIGIOSI DIPINTI E ARREDI ANTICHI
DIPINTI E ARREDI DEL XIX SECOLO
UNA BIBLIOTECA DI LIBRI ANTICHI
ARGENTI, GIOIELLI E COLLEZIONISMO

ASTE
Martedì 27 marzo, ore 14.30 – Arredi e Dipinti antichi
Mercoledì 28 marzo, ore 15 – Arredi e Dipinti del XIX secolo
Giovedì 29 marzo, ore 15 – Una biblioteca di Libri antichi
Venerdì 30 marzo, ore 15 – Argenti, Gioielli e Collezionismo

Esposizione da venerdì 23a lunedì 26 marzo 2012

Dopo la vendita di un’opera di Amedeo Modigliani all’asta di Arte Moderna e Contemporanea del mese di febbraio, nella prossima vendita del 21 marzo la Casa d'aste Babuino proporrà all’incanto l’opera di un maestro che raramente si trova sul mercato italiano. L’opera di Domenico Zampieri detto il Domenichino proviene da collezione romana ed è accompagnata da dipinti e mobili provenienti da prestigiosa collezione in Bologna e da splendida villa in Roma. Successivamente, il 22 marzo verrà esitato un dipinto di Francesco Paolo Michetti del 1875, una versione del quale è conservata presso Palazzo Pitti. Anche il dipartimento dei mobili antichi proporrà un’opera rara sul mercato italiano, il delizioso trumeau francese firmato dall’ebanista Erstet.

Per quanto riguarda i Dipinti antichi, andrà all’incanto l’opera di un maestro che raramente si trova sul mercato italiano, si tratta di una piccola veduta di Domenico Zampieri detto il Domenichino (Bologna 1581 – Napoli 1641) raffigurante un “Paesaggio con rocca fortificata e figure presso un ruscello” sotto un cielo ammaliatore di lapislazzulo, già studiato e pubblicato da S.D. Pepper (Olio su tela, cm. 32 x 50)(lotto 62, € 40.000-60.000). Inoltre, proponiamo altre opere di artisti di scuola bolognese, una interessante opera di Bartolomeo Schedoni (Modena 1578 - Parma 1615) raffigurante una “Sacra Famiglia con San Giovannino” (Olio su tavola di noce, cm. 31 x 25)(lotto 44, € 2.000-3.000); inoltre, di Donato Creti (Cremona 1671- Bologna 1749) un’opera in due scene raffiguranti “Collatino e Spurio Lucrezio piangono il corpo di Lucrezia” e “Sofonisba celebra la sua morte” (Coppia di dipinti ad olio su tela, cm. 40 x 25,5)(lotto 190, € 2.000-3.000), di Ubaldo Gandolfi (San Matteo Della Decima 1728 - Ravenna 1781) con una “Madonna col Bambino” (Olio su tela, cm. 96 x 74)(lotto 148, € 8.000-12.000) e di Vincenzo Martinelli (Bologna 1737 - 1807) che raffigura un “Paesaggio invernale con ponte e figure” (Tempera su tela, cm. 100 x 120)(lotto 165, € 6.000-8.000).
Tra le opere di artisti di scuola romana, proponiamo un interessante opera di Guglielmo Cortese detto il Borgognone (Saint - Hippolyte 1628 - Roma 1679) con un “Ritratto del gran sovrano Annet De Clermon Gessan” databile al 1660, anno in cui De Clermon Gessan fu Gran Sovrano dei Cavalieri di Malta (Olio su tela, cm. 62 x 47)(lotto 102, € 20.000-25.000). Inoltre, due caratteristiche opere di Andrea Locatelli (Roma 1695 - 1751) raffiguranti un “Paesaggio fantastico con soldati tra le rocce” (Olio su tela, cm. 48,5 x 66)(lotto 222, € 12.000-18.000) e un “Rovine con soldati” (Olio su tela, cm. 65 x 58)(lotto 214, € 12.000-18.000).
Tra i dipinti di scuola napoletana presentiamo due importanti opere, una di rara qualità eseguita da Giuseppe Marullo (Orta di Atella 1615 ca. - Napoli 1685) con ‘La morte di Seneca’ (Olio su tela, cm. 124 x 148)(lotto 118, € 7.000-10.000), e di Nicola Viso (Attivo a Napoli, prima metà XVIII secolo) una bella ‘Veduta costiera con la chiamata di Pietro e Andrea’ (Olio su tela, cm. 73 x 102)(lotto 178, € 6.000-8.000).
Tra i dipinti di scuola fiamminga, proponiamo di Joannes Hermans detto Monsù Aurora (Anversa 1630 - post 1660) una “Natura morta di cacciagione e ortaggi” e “Natura morta di cacciagione, funghi e ortaggi” (Coppia di dipinti ad olio su tela, cm. 28 x 36,5)(lotto 128, € 3.000-4.000) e un interessante personaggio ritratto da Jan Van Den Hoecke (Anversa 1611 - Bruxelles 1651) “Ritratto di Ferdinando III” (Olio su tavola ottagonale, cm. 28,5 x 23)(lotto 112, € 2.000-3.000).

I Dipinti dell’Ottocento rappresentano una cospicua rassegna di artisti europei attivi tra i due secoli. Una rara tela proveniente da collezione romana è quella firmata da Francesco Paolo Michetti (Tocco di Casauria 1851 - Francavilla al Mare 1929) raffigurante due deliziose “Pastorelle nei pressi di uno stagno” databile al primo periodo dell’attività artistica intorno al 1875, dipinto conosciuto e commentato da Gabriele D’Annunzio, ed oggi archiviato (Olio su tela, cm. 40 x 34)(lotto 388, € 30.000-40.000). Un’altra opera da segnalare è una fantastica veduta di Francesco Coleman (Roma 1851 - 1918) che presenta la “Veduta del Tempio del Divo Vespasiano al Foro Romano con visitatori” (Olio su tela, cm. 54 x 41)(lotto 325, € 6.000-8.000).
Proponiamo inoltre una interessante raccolta di opere di artisti svizzeri che lavorarono a Roma e dintorni e furono figli del Grand Tour. Rare le due grandi vedute dipinte da Franz Keisermann (Yverdon 1765 - Roma 1833), una è la “Veduta di Roma da Monte Mario” e l’altra la “Veduta fantastica di Tivoli con la Rocca Pia presso un lago” datati 1814 (Coppia di acquerelli su carta, cm. 54 x 76,5)(lotto 351, € 3.000-4.000); inoltre, di Abraham Louis Rodolphe Ducros (Yverdon-les-Bains 1748 - Lausanne 1810) la “Veduta del Campidoglio con i Dioscuri e i Trofei di Mario” (Acquerello su carta, cm. 54 x 73,5)(lotto 337, € 2.000-3.000); infine, di Franz Knebel II (La Sarraz 1809 - Roma 1877) una bella “Veduta di Tivoli con le cascate dell'Aniene” del 1865 (Olio su tela, cm. 72 x 55)(lotto 311, € 8.000-12.000). Dello stesso periodo ma romano, è il gustoso acquerello attribuito ad Achille Pinelli (Roma 1809 - 1841) raffigurante una “Veduta del giardino di Villa Medici con visitatori e artisti” (Acquerello su carta, cm. 39 x 51)(lotto 294, € 2.500-3.000).

Tra i Mobili e gli Arredi antichi proponiamo un delizioso Trumeau francese con orologio del Settecento in ebano viola e finiture in bronzo dorato, con orologio sul timpano firmato da Bailly Laine Paris, e stampigliato dal maitre Jean Ulrich ERSTET che lo ha arricchito con raffinati smalti policromi all’interno (lotto 152, € 40.000-60.000).
Importante è l’offerta di Orologi da terra francesi del XVIII secolo come l’Orologio a cartel francese del XIX secolo in legno a lacca verde dipinta a paesaggio e quadrante in bronzo dorato (cm. 94 x 44 x 19)(lotto 149, € 4.000-6.000) e l’Orologio a torre francese del XVIII secolo in legno a lacca verde ed oro decorato a paesaggi cinesi, con quadrante firmato 'Ponard Cadet' (cm. 260 x 41 x 25)(lotto 123, € 3.500-4.500).

Proponiamo anche una raccolta di Argenti e Porcellane antiche, databili dal Settecento al Novecento, mentre il dipartimento di Gioielli e Pietre preziose propone una ricca offerta di preziosi, tra cui un bel Bracciale con cinque zaffiri naturali e brillanti rispettivamente per 10 ct. e 2.6 ct. (€ 8.000-10.000), un Orologio Rolex da donna in oro con quadrante nero e cronografo degli inizi del Novecento (€ 8.000-12.000) e un Anello 'solitaire' in oro con diamante a colore giallo intenso per ct. 6 (€ 25.000-30.000).

Per finire ricordiamo la presenza di importanti Tappeti antichi sia persiani che caucasici, a prezzi da vero investimento per il rapporto qualità-epoca-prezzo.