Oltre 40 film in concorso e 20 nazioni rappresentate, 12 giorni di proiezioni, premi, mostre, incontri, performance e video-installazioni per fare del meraviglioso borgo asolano un grande palcoscenico all’aperto.

Informazioni

Comunicato stampa

Oltre 40 film in concorso e 20 nazioni rappresentate, 12 giorni di proiezioni,
premi, mostre, incontri, performance e video-installazioni per fare del
meraviglioso borgo asolano un grande palcoscenico allfaperto. Una sezione
speciale sulla Russia in collaborazione con il Museo Civico di Asolo e la
Gipsoteca Antonio Canova di Possagno, con mostre, gallerie e interpreti per la
prima volta in Italia. Proiezioni speciali sul cinema russo in cooperazione con la
Fondazione per le iniziative sociali e culturali di Mosca, il centro multimediale
gLendokh e lfIstituto Italiano di Cultura di San Pietroburgo

E ancora, una
mostra dedicata a Francesco Conz, per i 50 anni del Fluxus, che proprio ad
Asolo trovo un erifugiof. Unfinstallazione in memoria del poeta russo Josif
Brodskij. Un corso internazionale di musica con il violinista austriaco Thomas
Christian, con vari concerti sul territorio. Un omaggio al cinema del Paraguay e
una rassegna di animazione per i piu giovanih.
Il gPremio Arte e Culturah sara dedicato alla memoria di Francesco Conz profeta e sostenitore
dellfAnti-Arte, come il Fluxus la cui vicenda storica si lega a quella di Asolo.
Il gPremio Eleonora Duseh sara consegnato ad Olga Chagaoutdinova, per la sua ricerca
diretta ad indagare gli aspetti culturali e iconografici della societa russa con particolare
attenzione alla rappresentazione del ruolo femminile.
Dal 18 al 29 agosto 2012 si svolgera ad Asolo (TV) AsoloArtFilmFestival, la rassegna internazionale di
produzioni cinematografiche dedicate alle arti che ha scelto la splendida citta della Marca Trevigiana
come palcoscenico privilegiato per portare il Veneto al centro della scena indipendente italiana. Fondata
da Flavia Paulon nel 1973, e giunta ora alla Trentunesima edizione, dal 2001 la rassegna e organizzata
dall'associazione A.I.A.F. . AsoloInternationalArtFestival. Presieduto dall'artista Hermann Nitsch e
diretto da Steve Bisson, AsoloArtFilmFestival 2012 prevede 12 giorni di proiezioni, mostre,
performances, incontri, e video-installazioni, con un importante progetto dedicato alla Russia, che
renderanno Asolo un unico grande palcoscenico diffuso.
I FILM
Dal 18 al 29 agosto 2012 il celebre Teatro gEleonora Duseh di Asolo vedra la proiezione di 48 opere, di
cui 44 Film in Concorso, selezionati tra le 440 opere pervenute, 5 film fuori concorso tra cui 3 opere
paraguayane che verranno proiettate domenica 26 agosto. Molto significativa e da non perdere la
Rassegna Speciale Cinema Russo dal 23 al 27 agosto!
I film in Concorso . quasi tutti italian premiere - provengono da 20 paesi differenti, segno della
grande notorieta del Festival, vero e proprio punto di riferimento per la comunita cinematografica
internazionale indipendente. Ricco di inediti, curiosita e sorprese, il Festival presenta film molto
eterogenei per lunghezza, stili e argomenti che sono articolati nelle sei sezioni: film sullfarte, biografie
dfartista, film sullfarchitettura e il paesaggio, film sul design, videoarte e computer art, produzioni delle
scuole di cinema.
Tra i film sullfarte, dedicati allfarte in tutte le sue forme, si potra vedere il documentario "LEN
pensieri e storie di tre artisti gardenesih dellfitaliano Elia Romanelli, un film che quando parla di
montagna suggerisce il tema dellfarte e che quando parla dfarte suggerisce alcuni punti di vista sulla vita.
Tre artisti le cui storie si intrecciano e si confrontano e ci conducono attraverso questo percorso
(mercoledi 22 agosto). Da menzionare anche il particolare corto gArthur & Vincenth cortometraggio che
accosta vita e opere dei due artisti, Arthur Rimbaud e Vincent Van Gogh, morti entrambi a trentasette
anni, che non si conoscevano ma avevano molto in comune (venerdi 24 agosto).
Nella sezione biografie dfartista, dedicata ai lavori di ricostruzione storica e interpretazione critica
sui protagonisti della storia del cinema e dellfarte, si avra modo di apprezzare gPainful Paintingh in cui
la regista olandese Catherine van Campen fa luce sul lavoro straordinario del pittore Ronald Ophuis e
sulla forte relazione tra arte e realta che traspare dalle sue opere. Lfartista infatti ritrae la violenza estrema
dei giochi dei bambini soldato nella Sierra Leone (domenica 19 agosto). Tra le biografie merita attenzione
anche quella di Xavier Villetard, con gChez Frida Kahloh, un tributo alla famosa artista messicana
(lunedi 20 agosto).
Tra i film sullfarchitettura e il paesaggio, opere dedicate a storia, movimenti, protagonisti,
progetti appartenenti al mondo di architettura e urbanistica, segnaliamo "Piccola Terra" di due registi
Michele Trentini e Marco Romano che sono entrati nella terra veneta, precisamente a Valstagna nel
Canale del Brenta per documentare i nuovi segnali della speranza. Un documentario che riesce attraverso
immagini dal passato e testimonianze dal presente a mostrarci come una terra cosi ostile puo essere oggi
motivo di riscoperta (sabato 18 agosto).
Mentre tra i film sul design non si puo perdere il cortometraggio di Alessandro Bernard e Paolo
Ceretto "Programma 101, quando Olivetti invento il PC". Documentario che racconta la storia
sconosciuta dellfinvenzione del primo personal computer. Lfascesa e la caduta di un gruppo di progettisti
dellfOlivetti che tra guerra fredda e spionaggio industriale riuscirono, allfinsaputa della stessa azienda, a
concepire la piu grande scoperta del XX secolo (giovedi 23 agosto).
Tra i film della sezione videoarte e computer art, per opere che vedono lfutilizzo di tecnologie
informatiche come strumento di espressione artistica, sara possibile vedere il corto "Metachaos",
dell'italiano Alessandro Bavari, un progetto visivo multidisciplinare, che si articola in un cortometraggio,
in una serie fotografica e in dipinti realizzati a tecnica mista, che vuole rappresentare gli aspetti piu tragici
del genere umani e dei suoi moti, come la guerra, la follia, i mutamenti sociali e lfodio (sabato 25 agosto).
La sezione produzioni di scuole di cinema per film realizzati da Scuole di Cinema, Istituti
Superiori Specializzati e Universita infatti vede opere di grande qualita, come "Zing" corto in computer
animation della scuola tedesca Filmakademie, apprezzabile per la sua tecnica impeccabile e per la storia
cupa, ma divertente allo stesso tempo (martedi 24 agosto).
Una serata di proiezioni speciale dedicata al Paraguay, con una proposta di 3 film che hanno
ottenuto riconoscimenti internazionali: gKarai Norteh di Marcelo Martinessi, basato sul racconto breve
gArribeno del Norteh dello scrittore paraguaiano Carlos Villagra Marsal; gAhendu nde Sapucaih di Pablo
Lamar tra identita e memoria del Paraguay in un minimalismo ammirabile; gThe Cineroh di Hugo
Gammara che racconta la storia dellfultimo cinema ambulante del Paraguay (domenica 26 agosto). Tra i
film Fuori Concorso la biografia di Mirco Melanco dedicata a gGiuseppe Taffarelh regista veneto
mancato nellfaprile di questfanno, a cui AsoloArtFilmFestival aveva riconosciuto il premio alla carriera
gFlavia Paulonh nellfedizione 2009 del Festival (sabato 25 agosto). E ancora gRitratti veneti: Andrea
Zanzottoh di Giovanna Pastega: una delle ultime interviste rilasciate dal celebre poeta trevigiano
recentemente scomparso che ripercorre tutta la sua vita personale e poetica.
Da segnalare la Rassegna Speciale Cinema Russo, realizzato in cooperazione con il Ministero
degli Affari Esteri e il Ministero della Cultura della Federazione Russia, assieme alla Fondazione per le
Iniziative Sociali e Culturali di Mosca, che propone diversi film tra cui: gThe Reverse Side of Stalkerh di
Igorf Majboroda e il racconto della drammatica storia di vita e di lavoro di uno dei piu leggendari direttori
della fotografia russi, Georgij Ivanovi. Rerberg (1937.1999). Come in una detective story, Majboroda
ricostruisce il gdietro le quinteh di Stalker (1979) di Andrej Tarkovskij, smitizzandone e rendendo piu
umana la sua figura ma anche svelando unfaltra verita (dal 23 al 27 agosto, a partire dalle 18:00).
A questa si aggiunge lfiniziativa (domenica 26 agosto dalle 10:00) con lfIstituto italiano di
Cultura a San Pietroburgo e lfistituto centro multimediale gLendokh di San Pietroburgo per la
proiezione di alcuni video documentali e storici di produzione russa come gTwo Highwaysh di Alexander
Markov e Nick Teplov, un film sulla vita dellfartista o meglio come scrive lo stesso regista: áe una
collaborazione con l'artista stesso: un tentativo di trasferire la sua arte (lo spirito della sua arte) ad un
nuovo mezzo, un tentativo di rendere visivamente progetti futuri dell'artistaâ.
Infine, sempre al Teatro Duse (26 agosto dalle 17:00) una rassegna di cinema per i ragazzi e
le famiglie con una particolare selezione di film di animazione.
IL FESTIVAL FUORI
Come da tradizione, anche quest'anno il Festival sara affiancato da mostre ed eventi gFuorih dalla sala
cinematografica che coinvolgeranno tutti i luoghi cittadini contribuendo a rendere Asolo un unico grande
palcoscenico diffuso. Per la prima volta la manifestazione tocchera anche la prestigiosa Gipsoteca di
Antonio Canova di Possagno.
Le mostre questfanno dedicate alla Russia si svolgeranno dal 18 agosto al 16 settembre. Presso
la Pinacoteca del Museo Civico di Asolo sara ospitata la mostra collettiva di fotografia gMother
Russiah. In omaggio alle straordinarie figure femminili che hanno reso celebre Asolo nel mondo (come
lfattrice Eleonora Duse o la scrittrice Freya Stark), la mostra raccoglie una serie di ritratti femminili
realizzati da importanti ed emergenti autori russi (Igor Starkov, Sasha Rudelsky, Anastasia Khorashilova,
Max Sher, Katerina Belkinac).
La prestigiosa Gipsoteca di Possagno invece ospitera due allestimenti. Il progetto eGenerations
of Winterf della russa Polina Pakhomova, una reinterpretazione visiva del racconto del romanzo storico
di Vasily Aksyonov che narra della repressione stalinista e del Grande Terrore. Il secondo progetto e
quello di Stefano Seconetti Seconde, artista proveniente da Buenos Aires con origini possagnesi, che
realizzera un installazione dedicata alla pace e alla memoria della campagna di Russia.
Presso le Sale espositive Gobbato di via Regina Cornaro sara allestita la mostra personale di
Olga Chagaoutdinova. Il progetto che mostra per la prima volta insieme fotografie ed una video
installazione solleva interrogativi sul ruolo della donna e la sua rappresentazione nella societa
contemporanea.
Presso la Galleria Browning sara allestita una mostra interattiva dal duo londinese dellfartista
inglese Denise Wyllie e Clare Of Hagan. Gia premiate nella scorsa edizione con il Film eFirst
Darknessf, le artiste hanno scelto di ritornare ad Asolo e di organizzare un evento particolare.
Nella Torre Reata invece una suggestiva installazione audiovisiva dedicata alla memoria del
poeta russo e premio Nobel per la letteratura Josif Brodskij.
Sabato 25 agosto, alle ore 20:00, presso il Tempio di Canova di Possagno si svolgera la
performance di Fabrizio Saiu dal titolo gPeso, Posa, Figurah, incentrata sul rapporto tra movimento e
materia, che trovano sintensi in una gestualita silenziosa. Dinanzi al Tempio Canoviano, nellfambito
di un contesto storico e ambientale, lfartista lega il suo corpo decine di piatti da percussione incestando
una danza che pare un archetipo del movimento.
LA MUSICA
Questfanno saranno diversi anche gli appuntamenti musicali che saranno promossi in concomitanza del
festival eInterflumina: Cultura ed Identita fra il Brenta ed il Piave". Si inizia con il corso musicale
organizzato dalla Reale Corte Armonica con la partecipazione del noto violinista austriaco Thomas
Christian e di un gruppo di 14 studenti musicisti provenienti da tutto il mondo (Sud Africa, Cina,
Turchia, Giapponec). Diversi i concerti che vedranno impegnati gli allievi sul territorio (24 agosto alla
Gipsoteca di Possagno, 26 agosto a Villa Barbaro di Maser, 28 agosto alla Sala della Ragione di Asolo e
il 29 agosto a Piavon di Oderzo presso lfAzienda Agricola Rechsteiner).
Da segnalare inoltre a Villa Barbaro di Maser il concerto diretto da Roberto Zarpellon A.
Vivaldi, Concerti detti "Le Quattro Stagioni" con il violinista Fabrizio Cipriani (23 agosto alle 20:30)
e alla Gipsoteca di Possagno il concerto "Alla Bellezza!" sulle Musiche di L. van Beethoven. F.
Schubert, J. Brahms con Thomas Christian (violino), Simone Tieppo (Violoncello), Eric Chumachenco
(Pianoforte) (27 agosto alle 20:45).
I piu temerari il 19 agosto, alle 4:30 del mattino, potranno lasciarsi emozionare dalla
performance per soli fiati gConcerto dell'Aurora Dedicato alla Pace e alla Fratellanza fra i popolih
dellforchestra Mittel-europea "Lorenzo da Ponte", diretta da Roberto Zarpellon e svolta presso la Cima
Grappa.
LA GIURIA E I PREMI
La Giuria della 31^ Edizione, composta da Vittorio Dalle Ore, gia assistente di Akira Kurosawa e
produttore cinematografico, Mikkel Maltha, supervisore musicale di produzioni cinematografiche, Prati
Kulshreshtha, giornalista e docente universitaria indiana, Carlo Bragagnolo, documentarista e fotografo
Manlio Brusatin, insegna alla Facolta di Design del Politecnico di Milano e alla Facolta di Architettura
di Alghero. Ha collaborato a varie Biennali di Venezia dell'Arte, dell'Architettura e del Teatro. I Premi
saranno resi noti e consegnati in chiusura della rassegna (mercoledi 28 agosto dalle 18:00). Seguira la
premiazione dei film vincitori.
Oltre a questi riconoscimenti, anche quest'anno, come da tradizione, AsoloArtFilmFestival
assegnera due premi speciali (18 agosto dalle 18:00). Il Premio Arte e Cultura, dedicato a personaggi
rilevanti per la diffusione della cultura nel territorio, celebrera questfanno la memoria di Francesco
Conz, profeta e sostenitore dellfAnti-Arte e del Fluxus la cui vicenda storica si lega significativamente a
quella di Asolo. Presso il Teatro Eleonora Duse in Asolo sara allestita una mostra dedicata a Francesco
Conz con alcune opere e documenti che testimonieranno questa straordinaria eredita culturale. Il Premio
Eleonora Duse, riservato a figure femminili distintesi per il loro merito artistico sara invece consegnato
alla russa Olga Chagaoutdinova, per la sua ricerca diretta ad indagare gli aspetti culturali e iconografici
della societa russa con particolare attenzione alla rappresentazione del ruolo femminile.
LA STORIA DEL FESTIVAL
Rifondato 10 anni fa col nome di AsoloArtFilmFestival quello di Asolo e il piu antico festival al mondo
di film sullfarte: le origini della manifestazione risalgono infatti al 1973, quando, dalla felice intuizione
di Flavia Paulon . critica, saggista e funzionaria della Mostra del Cinema di Venezia . e dalla
lungimiranza di unfamministrazione locale decisa a sostenere il risveglio culturale della cittadina, nasceva
ad Asolo il Festival Internazionale del Film sullfArte e delle Biografie dfArtista, da una costola della
Mostra di Venezia che in seguito alla contestazione del f68 decise di abbandonare tutte le rassegne
cinematografiche minori. Flavia Paulon, oltre ad esserne stata la fondatrice, ne fu il direttore artistico fino
al 1982, e sotto la sua direzione la rassegna conobbe un periodo di grande successo a livello
internazionale. Nel corso degli anni il Festival di Asolo ha accolto personalita di rilievo tra i quali i critici
dfarte Guido Perocco, Umbro Apollonio, Francois Le Targat; i critici cinematografici Mario Verdone e
Nedo Ivaldi e il regista belga Henri Stork. Hanno partecipato al concorso registi e artisti famosi come
Andrej Tarkovskij (vincitore della prima edizione del Festival), Alain Resnais, Jean Rouch, Nam June
Paik, Hermann Nitsch, Adrian Maben, Luciano Emmer, Giorgio Treves, Fabrizio Plessi, Gaetano Pesce,
Luca Verdone. Dopo unfinterruzione durata alcuni anni, grazie al lavoro dellfassociazione AIAF, il
Festival Internazionale del Film sullfArte e delle Biografie dfArtista rinasce nel 2001 col nome di
AsoloArtFilmFestival seguendone la tradizione culturale di Flavia Paulon, e rappresentandone lfideale
continuita. Grazie alla fama internazionale raggiunta, il Festival arriva a rappresentare ogni anno oltre 50
nazioni con una media di circa 500 opere pervenute per ciascuna edizione. I Film vengono conservati e
arricchiscono la Mediateca A.I.A.F., che annovera piu di 5.000 titoli.