ArtEfici

Roma - 10/10/2013 : 12/10/2013

La mostra raccoglie gli scatti di due giovani fotografi attraverso un viaggio da nord a sud dell'Italia alla scoperta dei gesti degli antichi mestieri "in via d'estinzione".

Informazioni

  • Luogo: CITTA' DELL'ALTRA ECONOMIA
  • Indirizzo: Largo Dino Frisullo ang. Via Di Monte Testaccio - Roma - Lazio
  • Quando: dal 10/10/2013 - al 12/10/2013
  • Vernissage: 10/10/2013 ore 18,30
  • Generi: fotografia, doppia personale
  • Orari: dalle 17.00 alle 19.30

Comunicato stampa

Nell’epoca del 2.0 la tecnologia veste i panni dell’arte senza ‘macchiarsi’ con i colori. Rimanendo in corsa verso un progresso sempre meno responsabile, è necessario fermarsi e fare un passo indietro.
Gli Artefici raccolti negli scatti di Raffaella Paleari e Nicolò Massa Bernucci documentano i gesti degli antichi mestieri in via d’estinzione. I loro protagonisti, in mostra dal 10 al 12 ottobre 2013 alla Città dell’Altra Economia, sono i veri survivors del ventunesimo secolo. Gli artigiani, armati dei propri strumenti ma soprattutto di pazienza, minuzia e passione, mantengono in vita il loro modo di produrre e di produrre arte


Lo scopo della mostra è di ripercorrere, valorizzare e documentare l’artigianato, arte tramandata di padre in figlio che rischia di spegnersi tout court nell’inconsapevolezza di una società sempre più standardizzata.
Studio Pivot – Art Hunting and Counseling ha voluto che ad accogliere le fotografie che Raffaella Paleari e Nicolò Massa Bernucci hanno scattato da nord a sud dell’Italia, fosse il luogo di promozione, formazione, ricerca e sviluppo, a Roma, di tutta l’economia alternativa: la Città dell’Altra Economia. Tra gli spazi espositivi offerti dalla Città, Studio Pivot ha scelto quello di Flatland, studio di giovani architetti e ingegneri.
Il viaggio ha permesso di inquadrare la condizione attuale dell’artigianato in Italia, dimostrando che in questo prezioso ‘non-luogo’ in via d’estinzione l’Arte è ancora viva.
Per saperne di più:
Studio Pivot – Art Hunting and Counseling: giovane studio under 30 di Art Hunting and Counseling, “battezzato” nel dicembre 2012 da una mostra collettiva inedita nell’Ipogeo di Palazzo Donarelli Ricci in via Giulia. Studio Pivot è impegnato nella consulenza e sviluppo di progetti per artisti, oltre che all'organizzazione di esposizioni con selezione della location.
Raffaella Paleari: Studentessa del corso di laurea in Beni Culturali è anche un’attrice di teatro diplomata presso l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica del Centro Internazionale “La Cometa” di Roma. Ha recitato con numerose compagnie teatrali a Roma e all’estero prendendo parte al Festival Internazionale di teatro di Mosca, recitando anche in Spot istituzionali. La sua passione per la fotografia l’ha portata a partecipare a diversi workshop creativi cercando di unire e confrontare le potenzialità espressive della recitazione alla potenza della comunicazione fotografica. Proprio l’espressività è stata oggetto di molti suoi studi, come l’interesse per la clownerie e l’improvvisazione. Oltre ad aver collaborato con varie gallerie d’arte a Roma, ha preso parte alla Fiera Internazionale d’Antiquariato di Maatricht e alla Mostra finale dei borsisti con l’Accademia Reale di Spagna a Roma. Ha studiato con interesse l’Icolonogia e la storia della critica della fotografia al Dams di Roma Tre. Insieme a Nicolò Massa Bernucci ha ottenuto il secondo posto in classifica alla LVII edizione del premio Basilio Cascella. Questa collaborazione ha messo alla prova le sue capacità giungendo a rafforzare il messaggio che l’Arte è una forma di comunicazione universale.
Nicolò Massa Bernucci: Dopo aver concluso gli studi in Economia per lo Sviluppo tra Lussemburgo, Tor Vergata e Brighton - dove ha conseguito il master “Participation, Power and Social Change” presso l’Institute Development Studies - attualmente lavora nel team di Communication for Development della FAO. La sua passione per la fotografia lo porterà a realizzare, nel 2010, un servizio volontario in quanto fotografo documentarista, promosso dal Ministero dell’Integrazione di Lussemburgo, presso l’ONG “Tibetan Children's Villages” a Dharamsala (India). Nel 2012, dopo aver conseguito il Diploma di Fotografia presso l’Istituto Europeo di Design (IED) di Roma, in occasione di uno stage presso la Grammen Bank a Dhaka (Bangladesh) ha potuto lavorare nel quadro della valutazione di progetti di microfinanza e dell’elaborazione di progetti di fotogiornalismo. Nell’estate 2013 ha facilitato un progetto di fotografia partecipativa con l’organizzazione People First Lamberth svoltosi a Londra.
Esposizioni fotografiche: Ha già esposto, nel 2013, presso la Sussex University (UK) con Tibet; presso Le Chantier a Roma all’interno della mostra Intersezione fotografica e presso l’Institute of Development Studies con Ways of Seeing. Nel 2012 ha esposto a Roma nell’Oasi Urbana del Commercio Equosolidale la mostra Sguardi e presso il Circus, Il volto dell’India. Nel 2011 ha presentato Tibetan Children’s Villages al Norbulinka Institute di Dharamsala (India) e Tibet all’Abbaye de Neumünster di Lussemburgo. Il 2010, anno del suo esordio, conta due esposizioni fotografiche a Lussemburgo: La Poésie du Détail presso l’Université de Luxembourg e Le Vécu all’Interview Gallery.
Concorsi fotografici: Si è classificato finalista nel maggio 2013 al concorso Spotlight on Freedom - Second Annual Freedom House Photography & Art Contest e, in collaborazione con Raffaella Paleari, secondo classificato alla LVII edizione del premio Basilio Cascella.