Arte nel bosco

Banchette - 11/09/2016 : 11/09/2016

Il progetto promosso dall’Associazione Stilelibero porta la land art in uno dei luoghi più incantevoli del Biellese.

Informazioni

Comunicato stampa

MontagnaFEST 2016 giugno al termine con l’inaugurazione delle prime 4
opere che compongono un più articolato percorso di land art site specific nella zona
della Rovella e lo fa partendo dal Santuario di Banchette (Bioglio).
Domenica 11 settembre alle ore 16 i curatori del progetto Fabrizio Lava (per
Associazione Stilelibero, ideatore del progetto) e Gigi Piana (direzione artistica)
insieme agli artisti che hanno partecipato al progetto accoglieranno i visitatori e li
guideranno lungo il percorso che ospita le 4 opere


Gli artisti internazionali che hanno partecipato a questa prima sono:
Mareo Rodriguez (Colombia, courtesy Riccardo Giamminola); Beatrice Gallori
(IT); Gigi Piana, in collaborazione con Fabrizio Lava (IT) con un’opera collocata
a Villa Teresa a Bioglio e Luciano Pivotto (“Amotutti”, progetto del 2009).
Il progetto “Arte nel bosco” è incentrato sulla condivisione creativa tra gli
artisti partecipanti, italiani e stranieri, che entrano in relazione con il territorio e le sue
caratteristiche peculiari. Esse comprendono gli aspetti paesaggistici e le pratiche
sociali/lavorative (mestieri e tradizioni: artigianato, agricoltura, allevamenti) in un
dialogo aperto con gli abitanti: il processo, nelle intenzioni degli ideatori, andrà a
generare un ecosistema interconnesso e realmente dialogante con il genius loci.
Oltre alla scelta di valorizzare una porzione di Biellese meno nota, forse, ma di
grande interesse paesaggistico, il progetto ha la peculiarità di aver indicato agli
artisti l’utilizzo dei materiali per la realizzazione dei lavori, in particolare quelli in uso
nell’artigianato e nelle pratiche comuni della zona: ferro, pietra, terracotta e legno,
cui si aggiunge il tessuto, in particolare per l’opera postuma di Luciano Pivotto. Gli
artisti hanno potuto così anche mescolare i materiali nello stesso manufatto.
“L’anno zero del percorso - dichiarano Fabrizio Lava e Gigi Piana - ha avuto
anche lo scopo di innescare un meccanismo capace di creare dialogo tra le opere
realizzate ed i cittadini residenti della zona; ciò è avvenuto nei giorni precedenti ed
ha accompagnato l’allestimento delle opere site specific, attraverso degli incontri
con giovani artisti e abitanti interessati, testimoni di un atto creativo, cui è stato
anche proposto di diventare i futuri realizzatori e prosecutori del percorso artistico”.
Nei giorni dell’allestimento, ad esempio, un gruppo di migranti ospiti
dell’associazione Pacefuturo a Pettinengo hanno potuto svolgere attività di
assistenza e collaborazione con gli artisti, durante la fase di allestimento dei lavori,
comprendendo come si progetta un lavoro site specific, come si considerano i
materiali, come si passa dall’idea alla forma attraverso l’utilizzo e la conoscenza dei
materiali e delle tecniche.
Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Comune di
Bioglio, Comune di Pettinengo, Pacefuturo Onlus, Associazione "La Finestra
sull’Arte".
Approfondimenti sul lavoro degli artisti presenti si possono rintracciare ai
seguenti indirizzi web: www.mareorodriguez.com; www.beatricegallori.com/#!works/
ckiy; www.lucianopivotto.it.
Informazioni ulteriori sul progetto e i suoi futuri sviluppi si possono richiedere a:
Gigi Piana (direzione artistica) • 320 3350638 - [email protected]
Fabrizio Lava (responsabile Ass. Stilelibero e di progetto) • 335 5945235 -
[email protected]
MONTAGNAFEST2016 - Arte in quota, percorso tra cambiamento e
identità è un’iniziativa di ATL - Azienda Turistica Locale del Biellese inserita nel
programma del Festival “Torino e le Alpi” e beneficiaria del contributo della
Compagnia di San Paolo grazie al "Bando per progetti culturali nei territori alpini”,
all’interno del Programma triennale Torino e le Alpi. MONTAGNAFEST2016 gode
anche del sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e della
Fondazione CRT.