Arte e Potere

Roma - 09/12/2014 : 09/12/2014

Quando l’arte e la cultura si riducono a puro business e gli istituti democratici vengono svuotati, vuol dire che il capitalismo finanziario globalizzato ha preso definitivamente il sopravvento su qualunque possibilità di interpretare e trasformare il reale.

Informazioni

Comunicato stampa


Quando l’arte e la cultura si riducono a puro business e gli istituti democratici vengono svuotati, vuol dire che il capitalismo finanziario globalizzato ha preso definitivamente
il sopravvento su qualunque possibilità di interpretare e trasformare il reale




ARTE E POTERE
Il mondo salverà la bellezza?
di Roberto Gramiccia
con la collaborazione di Diana Cardaci


Roma, martedì 9 dicembre, ore 18
MACRO, via Nizza 138, sala del Cinema

L’autore ne parla con
Alberto Dambruoso, critico d’arte
Simone Oggionni, Sinistra Lavoro
Massimiliano Smeriglio, Vicepresidente della Regione Lazio
Claudio Strinati, storico dell’arte
Vincenzo Vita, giornalista


Un libro sulla mercificazione dell’arte che è anche, innanzitutto, un libro sulla crisi contemporanea e sul potere nel tempo della supremazia del capitalismo neoliberista







Roberto Gramiccia assume l’arte come chiave di lettura della crisi del nostro tempo e ne ipotizza un utilizzo rinnovato, come un teatro nel quale mettere in scena una strategia di critica e di resistenza. L’arte è in crisi perché la politica è in crisi e, con essa, la sinistra e tutte le istanze di rinnovamento. Gramiccia traccia un percorso possibile per uscire dalla palude e riformulare un nuovo protagonismo democratico che, anche attraverso l’arte, riconquisti un immaginario capace di leggere e ricreare il reale. L’arte dunque come epifania di un nuovo tempo di libertà dal potere. Insomma, la bellezza non ha salvato il mondo, come era stato profetizzato da Dostoevskij, ma il mondo forse potrà salvare l’arte.


Collana Saggi, pagine 220, prezzo 13,00 vai alla scheda on line
Prefazione di Alberto Burgio – Postfazione di Claudio Strinati





Roberto Gramiccia. scrittore, critico d’arte, giornalista, è autore di numerose pubblicazioni. Ha curato diversi e importanti eventi espositivi.