Architetture recenti in Alto Adige 2006-2012

Merano - 10/02/2012 : 06/05/2012

La rassegna, organizzata in collaborazione con il Südtiroler Künstlerbund e la Fondazione Architettura Alto Adige, si propone di gettare uno sguardo d'insieme sull'attività edilizia sudtirolese degli ultimi anni, attraverso 36 progetti selezionati da un’apposita giuria.

Informazioni

Comunicato stampa

Tutto pronto a Merano Arte per la nuova stagione espositiva 2012.

Si parte l’11 febbraio con la mostra Architetture recenti in Alto Adige 2006-2012. Curata da Flavio Albanese, la rassegna, organizzata in collaborazione con il Südtiroler Künstlerbund e la Fondazione Architettura Alto Adige, si propone di gettare, fino al 6 maggio, uno sguardo d'insieme sull'attività edilizia sudtirolese degli ultimi anni, attraverso 36 progetti selezionati da un’apposita giuria.
L’iniziativa chiude idealmente il discorso iniziato con la precedente edizione del 2006 che copriva un arco cronologico tra il 2000 e il 2006


Architetture recenti in Alto Adige 2006 - 2012 è concepita come un evento itinerante digitale. Proprio questa componente digitale consentirà a tutti gli interessati e alle istituzioni nazionali ed estere di adattarla alle locali esigenze di spazio.
Il percorso espositivo si snoderà seguendo tre distinti argomenti, come la Valorizzazione del contemporaneo, la Definizione di un nuovo "codice paesaggistico" e i Progetti particolarmente innovativi e sperimentali e "opere prime".
Nel primo caso, si metteranno in evidenza i progetti che sono riusciti a creare un dialogo con il contesto locale, sapendosi anche confrontare con le tendenze e gli sviluppi globali, e che hanno saputo rispondere a esigenze e problemi contemporanei.
Nel secondo, si guarderà al paesaggio, con lo scopo di ripensare radicalmente gli obiettivi di sostenibilità ecologica e le loro conseguenze.
La terza sezione si concentrerà su progetti di diversa natura e grandezza, anche d’interno, per agevolare la partecipazione di architetti giovani.
Accompagna la mostra un catalogo che raccoglierà tutti i progetti selezionati e alcuni saggi sulle tematiche che guidano l’esposizione.