Antonio Crescenzo – Namibia… filo diretto con la Natura

Murazzano - 06/09/2014 : 19/10/2014

L’esposizione si articola in quattro sezioni: presentazione, deserto, l’animale nel suo ambiente, l’uomo fra tradizione e modernità.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO TOVEGNI
  • Indirizzo: via Conte Adami - Murazzano - Piemonte
  • Quando: dal 06/09/2014 - al 19/10/2014
  • Vernissage: 06/09/2014 ore 11.30
  • Autori: Antonio Crescenzo
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: fino al 28/9 venerdì, sabato e domenica orario 15,00 – 18,30. Dal 29/9 su prenotazione
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Le sale di Palazzo Tovegni a Murazzano, dal 6 settembre al 19 ottobre 2014, ospiteranno la mostra fotografica di Antonio Crescenzo “NAMIBIA... filo diretto con la natura”. L'esposizione ci condurrà sulle orme di questo affascinante territorio attraverso stampe su tela e l’esposizione di alcuni elementi naturali tipici di questa terra, oltre che la ricostruzione di un termitaio a grandezza naturale



“Namibia… filo diretto con la Natura” è un progetto del fotografo Antonio Crescenzo con la collaborazione del Museo Regionale di Scienze Naturali e di Davide Bomben, Presidente dell’Associazione Italiana Esperti d’Africa (AIEA), safari-guide professionista e docente per la African Field Guides Association e con il Patrocinio del Consolato della Namibia di Milano.

L’esposizione si articola in quattro sezioni: presentazione, deserto, l’animale nel suo ambiente, l’uomo fra tradizione e modernità.
L’intento dell’artista è quello di descrivere ed interpretare momenti di vita quotidiana delle popolazioni locali insieme alle immagini affascinanti del solitario paesaggio del Damaraland (Centro Nord), le dune rosse di Sossusvlei (deserto del Namib), la maestosità dei parchi e gli animali selvatici nel loro ambiente naturale.

Oltre al termitaio ad integrazione della documentazione fotografica in mostra sono presenti reperti ed oggetti appositamente creati per l’evento (incisione e disegno rupestre, piccoli ambienti e la ricostruzione in scala di armi boscimani).

L'esposizione è stata possibile grazie al contributo di: il Diamante viaggi, Alberta viaggi, Aiea esperti Africa, Noi Geninetti, Ferrino SPA, Grafiche Tomatis e l’azienda vinicola Vinchio-Vaglio Serra.

La mostra sarà visitabile ogni venerdì, sabato e domenica, dalle 15.00 alle 18.30, fino al 28 settembre. In seguito su prenotazione al n. tel. 0173791201.

Antonio Crescenzo ha già esposto presso Palazzo Tovegni la mostra “Islanda, terra di ghiaccio dal cuore caldo” realizzata con la collaborazione dell’Ambasciata d’Islanda in Italia.

Namibia: All’estremo Sud del Continente Africano si trova la Namibia, un paese dalle contrastanti meraviglie, un luogo dove l’incontro fra due correnti, una da Sud-Ovest e l’altra da Nord-Est, ha dato origine a variegate realtà climatiche, zoologiche e geomorfologiche. Dune maestose che si alternano a verdi oasi ricche di vita, un deserto magico e antico come il mondo, savane ricche di animali e di vita vegetale, spiagge “mortali” di sabbia e ferro che si specchiano







su un oceano forte della sua storia e dall’intensa vita marina, un sottosuolo dimora di oro, diamanti e pietre preziose che spesso affiorano per farsi ammirare.
La Namibia è un paese che ospita un caleidoscopio di popoli e culture che, insieme alla bellezza incomparabile della natura indigena, hanno contribuito a rendere questa Terra la “perla d’Africa”. La Namibia è molto vasta, ben tre volte l’Italia, ma è scarsamente popolata, conta poco più di 2 milioni di abitanti. La capitale è Windhoek.





Sede: Palazzo Tovegni, Via Conte Adami 13, Murazzano (CN)
Mostra: ” Namibia… filo diretto con la Natura ”
Inaugurazione: Sabato 6 settembre ore 11,00
Periodo: 6 settembre – 19 ottobre 2014
Orario: fino al 28/9 venerdì, sabato e domenica orario 15,00 – 18,30. Dal 29/9 su prenotazione
Biglietto museo: ingresso libero
Info e prenotazioni visite: tel. +39 0173 791201


Palazzo Tovegni
Sulla Via Conte Adami che porta alla Parrocchia sorge questo palazzo di stile eclettico, ora di proprietà del Comune di Murazzano, costruito all’inizio del 1900 riproducendo nei minimi particolari la facciata di un palazzo norvegese (è stato ritrovato il modello in scala 1:10).
All’interno del giardino sono presenti resti delle antiche murature del castello medioevale e la base di una della sue due torri.