Anna e Froga

Bologna - 21/11/2014 : 30/01/2015

Attraverso un’ironia bambina, Anouk Ricard restituisce una visione d’infanzia in cui sono le bambine e i bambini a “gestirsi” da soli, in tutta naturalezza.

Informazioni

Comunicato stampa

Da sempre BilBOlbul ha tra i suoi principali obiettivi la diffusione del fumetto per bambine e bambini e Anouk Ricard sarà in quest’ottica la protagonista dell’edizione 2014 del festival con una mostra a lei dedicata presso la Cineteca di Bologna, laboratori rivolti a bambine e bambini, incontri per adulti, il coinvolgimento in un progetto pensato appositamente per la Settimana dei Diritti dell’Infanzia

L’opera di Anouk Ricard è ancora inedita in Italia: in occasione dell’ottava edizione del festival si stanno creando le condizioni per tradurre e pubblicare alcune delle storie di Anna e Froga, così da nutrire il panorama di fumetti per bambine e bambini in Italia, che oggi necessita di arricchirsi per poter appassionare anche i più piccoli al linguaggio del fumetto. Anna e Froga, la serie di Anouk Ricard su cui verterà l’esposizione in Cineteca, sono una bambina e una rana, assieme a un gruppetto di amici, il lombrico Christophe, il cane Bubu, il gatto René; nelle storie che Anouk Ricard inventa si raccontano le loro peripezie quotidiane. La Ricard mette in scena le piccole cose di tutti i giorni scegliendo un punto di vista preciso, quello del bambino, calandosi perfettamente nelle sue passioni, nei suoi desideri, nella noia da cui nascono le più incredibili scoperte, nei problemi giganteschi di cui la vita di chi è piccolo è costellata. Attraverso un’ironia bambina, Anouk Ricard restituisce una visione d’infanzia in cui sono le bambine e i bambini a “gestirsi” da soli, in tutta naturalezza; gli adulti non appaiono quasi mai, perché poco interessanti nel panorama visivo di questi “cuccioli”. Ci sono però il divano con la tivù, i giochi di quando fuori piove, i picnic e i litigi fra gli amici, in una esilarante e mai monotona vita di tutti i giorni. Il segno minimale della Ricard è la compiuta sintesi di influenze diverse: irresistibilmente naif al primo impatto e impeccabile nell’equilibrio visivo, si rivela nella lettura capace di esprimere una grande varietà di situazioni e sentimenti. Una ricchezza espressiva che permette all’autrice di mantenere lo stesso stile di disegno sia nelle sue storie per bambini che in quelle per adulti.