Andreco – Parata per il paesaggio

Leuca - 02/06/2014 : 02/06/2014

Performance collettiva per Santa Maria di Leuca.

Informazioni

Comunicato stampa

Il tratto di costa che da Santa Maria di Leuca arriva ad Otranto costituisce il territorio più a Est dell’Italia. La scogliera che a Leuca entra nel mar Ionio è il limite sud della Puglia e anche il punto di passaggio naturale del paesaggio che da terrestre diventa marino. Il progetto mira a valorizzare il paesaggio naturale ed in particolare l’ambiente e la geologia del territorio

Si intende riflettere sul significato di confine contrapponendo l’idea di confine naturale, rappresentato dalle rocce che compongono le scogliere che si immergono nel mare, al confine politico rappresentato dalle frontiere del paese dove vengono respinti i soggetti non desiderati.

L’artista intende collaborare con gli abitanti, in particolare con la banda musicale e i musicisti di SM di Leuca per costituire un gruppo, una sorta di tribù immaginaria, pronta a sfilare in difesa dell’ambiente e in nome della geologia locale, attraversando la città con bandiere che raffigurano i macigni delle scogliere.
La sfilata è una riflessione sul territorio, sui temi del paesaggio e della natura, sui significati di confine naturale e confine politico e sullo spazio pubblico presente a Leuca. La sfilata attraverserà la città da punta a punta unendo simbolicamente i due mari, sfiorerà luoghi critici della città, aree abbandonate, terrain vague, e terminerà di fronte alla Colonia abbandonata.
L’operazione risultante è un sincretismo tra le tradizioni del luogo d’intervento e delle simbologie immaginifiche legate al paesaggio create dall’artista.

L'intervento si colloca all'interno del progetto "Indagine sulle terre estreme" promosso da Ramdom all'interno del Progetto GAP.
Il PROGETTO GAP è realizzato con il sostegno della Fondazione Con Il Sud Progetti Speciali e Innovativi 2010 e con il contributo della Regione Puglia.