Andrea Gabbriellini – Strutture del pensiero

Perignano - 23/02/2012 : 23/03/2012

Nasce nell’area industriale di Perignano in provincia di Pisa, per apprezzabile iniziativa dell’imprenditore Donato Cioni titolare della CioniMulticentro per l’edilizia, un’interessante e fascinosa sala chiamata “spazionecessario” in cui sono ordinate le installazioni in acciaio, legno, cartone e malte dell’artista Andrea Gabbriellini, uno dei più significativi artisti toscani.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO NECESSARIO
  • Indirizzo: Via livornese ovest 10 - Perignano - Toscana
  • Quando: dal 23/02/2012 - al 23/03/2012
  • Vernissage: 23/02/2012 ore 17.30
  • Autori: Andrea Gabbriellini
  • Generi: arte contemporanea, inaugurazione, personale

Comunicato stampa

Nasce nell’area industriale di Perignano in provincia di Pisa, per apprezzabile iniziativa dell’imprenditore Donato Cioni titolare della CioniMulticentro per l’edilizia, un’interessante e fascinosa sala chiamata “spazionecessario” in cui sono ordinate le installazioni in acciaio, legno, cartone e malte dell’artista Andrea Gabbriellini, uno dei più significativi artisti toscani. Le opere rimandano allo strutturarsi del pensiero anche attraverso parole chiave e aforismi dello stesso artista apposti sulle pareti: “primi tragitti nell’alba del pensiero”, “…fino all’esplosione del concetto!”, “…il possibile nell’impossibile”, “verso il sole per vedere il mondo”

Tra le installazioni l’artista ha voluto inserire anche uno stralcio tratto dal libro “L’Intervallo perduto” di Gillo Dorfles che richiama all’importanza d’uno iato, d’una sosta, d’uno spazio, di “un luogo” capace di porre in atto una discontinuità temporale per rendere possibili quelle operazioni di riflessione impossibili nei “non luoghi”. Questa sede, appunto, ha l’ambizione di costituire “un luogo”, un luogo di comunicazione e di approfondimento a tutto campo oltre che di esposizione e di specifica indagine sull’influenza reciproca dei fenomeni tra il mondo dell’imprenditoria e quello dell’arte. Già nel 2007 la CioniMulticentro, in condivisione con i concetti emersi e approfonditi nel III Convegno “Arte e creatività nell’impresa” tenutosi alla Collezione Peggy Guggenheim, fu promotrice della mostra “L’arte nell’impresa” con opere di Andrea Gabbriellini e testi in catalogo di Luciano Caramel, Gillo Dorfles, Francesco Filippi, Carlo Pepi ed altri, quasi a preannunciare più ambiziose manifestazioni in questo nuovo spazio.
Questo è il testo apposto in cornice all’ingresso della sala:

Sala
“spazio necessario”
Questa sala intende porsi come luogo di comunicazione e di riflessione, di riflessione di scambio tra le ragioni del quotidiano fare d’impresa e le ragioni del fare artistico e culturale.
La società contemporanea, sottoposta a pressanti e insidiose sollecitazioni, ha perduto la coscienza d’un intervallo, d’uno spazio, d’una sosta tra accadimento e accadimento, tra progetto e progetto.
Il titolo dato alla sala “spazionecessario” suggerisce la necessità e il tentativo di un possibile recupero della consapevolezza della sosta. Una sosta d’analisi sugli avvenimenti e sulle opportunità articolata in eventi di approfondimento multitematici.
Gli interventi artistici in questa sala sono stati concepiti e predisposti dall’artista Andrea Gabbriellini.
La CIONI MULTICENTRO PER L’EDILIZIA e l’artista accostano il loro pensiero nella comune convinzione che tra arte e impresa siano possibili intense interazioni.
Le opere di Andrea Gabbriellini rimandano a questo strutturarsi di un pensiero, dai primigeni elementi costitutivi, impulsi embrionali fissati istintivamente con i mezzi espressivi più semplici (“matite”), fino all’elaborazione conclusiva che li fissi in esiti artistici compiuti (“struggle”,“freedom”,“explosion”) e ancora (“ascension”), (“incontro”) : un percorso creativo in definitiva non dissimile da quello che ci consegna oggetti d’uso industriali ormai riconosciuti come portatori di autonoma valenza estetica.