Andrea Biffi – Carte Graffiate

Bari - 24/11/2013 : 08/12/2013

L’Arte di Andrea Biffi si muove tra Metafisica e informale passando attraverso forme cubiste e va oltre. Un percorso di continua sperimentazione fortemente sentita e un complesso mondo di sentimenti e pensieri.

Informazioni

  • Luogo: CHIESA DI SANTA TERESA DEI MASCHI
  • Indirizzo: Piazzetta Santa Teresa città Vecchia - Bari - Puglia
  • Quando: dal 24/11/2013 - al 08/12/2013
  • Vernissage: 24/11/2013 ore 18
  • Autori: Andrea Biffi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal martedi al sabato ore 16.00/20.00

Comunicato stampa

L’Arte di Andrea Biffi si muove tra Metafisica e informale passando attraverso forme cubiste e va oltre. Un percorso di continua sperimentazione fortemente sentita e un complesso mondo di sentimenti e pensieri. Le raffigurazioni diventano simboli che trascendono la realtà e assumono significati e valenze che si rivolgono all’essenza. Un mondo interiore, quello di Biffi, che non si coglie al primo approccio, occorre un’attenta lettura delle opere perchè Andrea Biffi è uomo schivo e profondo con una eleganza d'animo rara, per capirne il messaggio, al di là dell’apparenza del primo sguardo, è necessario capire l'uomo Biffi

In questa mostra, “Carte Graffiate” che si aprirà domenica 23 novembre nella Chiesa di Santa Teresa dei Maschi alle ore 18.00, curata da Miguel Gomez, Andrea Biffi si esprime in modo singolare, le opere esposte sono interventi su carta fotografica. Biffi si esprime su queste superfici fotosensibili sfruttandone le caratteristiche strutturali, ossia attraverso le varie stratificazioni di colori che ci sono sulla pellicola cartacea, le sfrutta come segno grafico, “le graffia” con un bulino, ne vengono fuori opere ancestrali che ricordano le primordiali rappresentazioni grafiche dell'uomo, i graffiti delle caverne. Una “scrittura” colorata che si pone a metà strada tra grafica e poesia, fusione tra lucidità e l’intelletto, sogno e inconscio, ma anche passioni. (Miguel Gomez)
Andrea Biffi, artista poliedrico (pittore, scultore, designer e poeta), si è diplomato all’Istituto statale d’Arte di Bari e, dopo l’abilitazione, ha insegnato “Disegno e Storia dell’Arte” nelle scuole superiori. Ha partecipato a numerose mostre, personali e collettive, nazionali e internazionali, riscuotendo il consenso di pubblico e critica, nonché premi prestigiosi. Ha illustrato, inoltre, libri di fiabe e commedie e copertine di raccolte di poesie. Sue opere si trovano in diversi musei quali quelli delle “Arti e delle tradizioni popolari” di Roma e della “Marsica” dell’Aquila. E’ recensito sulle più importanti riviste specializzate e sui più importanti cataloghi d’Arte moderna e contemporanea. Hanno espresso apprezzamenti e interesse alla sua originale produzione anche i noti critici quali Achille Bonito Oliva e Vittorio Sgarbi.