Andrea Ansaldo

Genova - 05/04/2012 : 15/04/2012

Saranno esibiti per la prima volta al pubblico due dipinti da collezioni private genovesi raffiguranti Esther e Assuero, realizzati dal pittore Andrea Ansaldo.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO NICOLOSIO LOMELLINO DI STRADA NUOVA
  • Indirizzo: Via Giuseppe Garibaldi 7 - Genova - Liguria
  • Quando: dal 05/04/2012 - al 15/04/2012
  • Vernissage: 05/04/2012 ore 17.30
  • Autori: Andrea Ansaldo
  • Generi: arte antica, personale
  • Orari: 15.00-18.00 tutti i giorni; 10.00-18.00 sabato, domenica e festivi.
  • Biglietti: 6 euro

Comunicato stampa

Dal 5 al 15 aprile 2012 a Genova, presso Palazzo Lomellino, saranno esibiti per la prima volta al pubblico due dipinti da collezioni private genovesi raffiguranti Esther e Assuero, realizzati dal pittore Andrea Ansaldo.

Giovedì 5 aprile, ore 17.30, la presentazione del volume ‘Andrea Ansaldo (1584-1638)’, prima monografia in assoluto dedicata all’artista, a cura di Margherita Priarone e edito da Sagep, nelle sale di Palazzo A. G. Spinola





Dal 5 al 15 aprile 2012, Palazzo Lomellino di Strada Nuova, in Via Garibaldi 7, ospiterà due dipinti appartenenti a collezioni private genovesi di Andrea Ansaldo, uno dei pittori più interessanti del primo Seicento genovese, mai esposti al pubblico e raffiguranti Esther e Assuero.



Le tele, che saranno esibite nel salone centrale affrescato da Bernardo Strozzi, amico e ‘collega’ del pittore, presentano due versioni dello stesso soggetto: l’episodio biblico dell’incontro tra il re di Persia Assuero e la giovane ebrea Esther, sua sposa, raffigurata nel momento in cui si presenta al sovrano per intercedere a favore del suo popolo.



I quadri appartengono a due momenti distinti del percorso del pittore, mostrandone l’evoluzione nelle scelte stilistiche. Ad accomunarli è l’attenzione alle scenografiche architetture di fondo, insieme alla preziosità delle vesti e al lusso dei dettagli, presentando al meglio i caratteri più originali e innovativi di questo artista definito dalle fonti seicentesche “Pittore, e prospetico raro” (Soprani 1674).



L’apertura della mostra di Palazzo Lomellino sarà preceduta dalla presentazione del volume ‘Andrea Ansaldo (1584-1638)’ di Margherita Priarone (Sagep Editori 2011) il 5 aprile alle ore 17.30, nell’attiguo Palazzo A. G. Spinola di Strada Nuova, in Via Garibaldi 5.



Il volume è la prima monografia in assoluto dedicata ad Andrea Ansaldo, mediatore tra la grande tradizione cinquecentesca locale e i nuovi modelli di stile che artisti stranieri - tra i quali Rubens e Van Dyck sono solo i più noti - andavano proponendo all’esigente committenza cittadina. Il libro prende in esame l’intera produzione su tela, ad affresco e grafica dell’artista, ricostruendone criticamente la figura nel panorama della pittura italiana della prima metà del XVII secolo.