Amin Boehm – Mesmerized

Milano - 02/04/2019 : 12/04/2019

In occasione di Miart 2019, Carnelutti Studio Legale Associato ospita nei suoi spazi della Città di Milano la mostra Mesmerized dell’artista tedesco Armin Boehm.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO CARNELUTTI
  • Indirizzo: Via Principe Amedeo, 3 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 02/04/2019 - al 12/04/2019
  • Vernissage: 02/04/2019 ore 18,30 su invito
  • Autori: Armin Boehm
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dalle 10.00 alle 18.00 dal lunedì al venerdì Sabato 6 aprile apertura straordinaria per Miart (10.00 – 12.30)
  • Sito web: http://www.francescaminini.it
  • Email: info@francescaminini.it

Comunicato stampa

ARMIN BOEHM
Mesmerized

Carnelutti Studio Legale Associato
Via Principe Amedeo, 3

Opening martedì 2 aprile – 18.30 (su invito)
Fino a venerdì 12 aprile 2019

Orari: dalle 10.00 alle 18.00 dal lunedì al venerdì
Sabato 6 aprile apertura straordinaria per Miart (10.00 – 12.30)

In occasione di Miart 2019, Carnelutti Studio Legale Associato ospita nei suoi spazi della Città di Milano la mostra Mesmerized dell’artista tedesco Armin Boehm.
Nelle tele di grande formato, il soggetto è la cronaca dell’immaginario contemporaneo

Questo tema emerge in modo evidente nella produzione più recente, caratterizzata da colori sgargianti e da un linguaggio che ricorda quello dell’espressionismo pittorico degli anni venti, ma è già protagonista nei suoi primi lavori, i quali erano invece connotati da un oscuro cromatismo, seducente e allo stesso tempo inquietante.
Boehm non può essere definito un artista politico in senso stretto, nonostante sia ricorrente la messa in scena di situazioni ambigue, i cui attori alludono in maniera velata a politici del nostro tempo. Come ad esempio nel dipinto The Open Eyes of the Death, che ci accoglie sulla grande vetrata all’ingresso, in cui la figura di Donald Trump si staglia su tutti gli altri personaggi dell’affollata scena. Ambientata in una situazione di relax e tempo libero, sullo sfondo della città di Los Angeles con le sue colline, la sua vegetazione esotica e i suoi locali, la narrazione cela inquietanti possibili risvolti suggeriti da alcuni elementi come il ragazzo fasciato di dinamite, la donna sdraiata che mette volgarmente in mostra le sue nudità, e i molti volti sdoppiati dei personaggi. Ricorrente in molte opere di Boehm è la figura del Giano Bifronte, simbolo del lato oscuro che spesso ignoriamo dietro la sfavillante facciata. Il dipinto, risalendo a mesi prima dell’elezione di Trump a presidente, sembra oggi una tragica premonizione dell’artista.
I riferimenti più espliciti alla nostra contemporaneità, non scalfiscono il potere dei personaggi di apparire sempre eterni nella loro alienazione e indeterminatezza. Composizioni oniriche e surreali, prodotto di visioni e paure non solo collettive, ma anche personali, popolano le tele di Boehm. Così molte delle scene raffigurate, affollate da soggetti ritratti in una forte continuità con il contesto alle loro spalle, sono spesso il frutto della rielaborazione di suoi sogni.
Una disamina della società contemporanea, messa a nudo sotto il profilo delle sue vulnerabilità e discontinuità, qui rappresentata attraverso l’elemento ricorrente del corpo dilaniato, spezzato e distorto, metafora della nostra epoca. I temi trattati esaltano gli aspetti più paradossali del nostro tempo, che sviluppandosi su più trame, procedono su una linea di relazione tra la dimensione privata e pubblica, tra l’individuale e il collettivo, il personale e lo storico, la ragione e la follia.
Scene del nostro presente politico, paesaggi astratti, ritratti grotteschi e nature morte popolano Carnelutti Studio Legale Associato, correndo lungo i corridoi dello spazio, entrando nelle sale riunioni e arricchendo anche i ripiani della preziosa biblioteca.