Amandine Samyn – Nunc Stans

Bologna - 25/01/2014 : 11/02/2014

Le opere di Amandine Samyn, contemporaneamente, sono nel tempo e rivelano il tempo - nunc stans.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO ZAMBECCARI
  • Indirizzo: Via Farini 11/f - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 25/01/2014 - al 11/02/2014
  • Vernissage: 25/01/2014 ore 18
  • Autori: Amandine Samyn
  • Curatori: Alessandra Rizzi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Domenica 26 gennaio ore 10.00 -19.30. Lunedì, mercoledì, venerdì ore 16.00 -19.30. Martedì, giovedì ore 10.00 -13.00. Sabato ore 10.00 -13.00 | 15.30 -19.00.

Comunicato stampa

Il 25 gennaio in occasione di ART CITY White Night alle ore 18 inaugurerà la mostra “Nunc Stans” con le opere di Amandine Samyn a Palazzo Zambeccari - via Farini 13/D, Bologna.


Ecco come Alessandra Rizzi, curatrice della mostra, parla delle opere di Amandine Samyn :
“Amandine Samyn e Beato Angelico; confronto esplicito, quello della giovane pittrice bel¬ga con il grande maestro del quattrocento fiorentino: evidente nella pittura, dichiarato nelle intenzioni e sorprendente negli esiti.
Le opere di Amandine Samyn, contemporaneamente, sono nel tempo e rivelano il tempo - nunc stans

Il tempo storico dell'artista rinascimentale, il tempo presente della pittrice che le opere antiche ha ripreso trasformandole, il tempo attuale di chi, riconoscendole, ora le guarda e le vede nuove.
I luoghi ritratti comprendono l'evento ma non contengono i personaggi che dell'even¬to fanno parte. L'azione in atto non è riconoscibile in una rappresentazione nota poiché l'artista è riuscita a sospendere il tempo nel luogo, trattenendo l'attesa e la sorpresa del riguardante che non può sapere se l'azione precede o segue la narrazione conosciuta per tradizione esegetica.
La stesura, esito del pensiero lungo e meditato, è fluida e sicura.
Lo scorrere del pennello, lento o veloce, concentra o espande preziosità cromatiche, sia nelle tavole a piccole dimensioni di disegno meticoloso e di dettagliata iconografia, sia nelle opere di dimensioni maggiori, di libera ispirazioni e di pittura pura”.