Altri Mondi #1 – Alberto Fanelli

Milano - 01/04/2016 : 01/05/2016

Le stereoscopie di Alberto Fanelli, già apprezzate dal pubblico milanese al MIA 2014, spaziano tra soggetti diversi, sorprendono lo sguardo e sovvertono le abitudini visive regalando visioni privilegiate e sinestetiche.

Informazioni

  • Luogo: CASCINA MARTESANA
  • Indirizzo: Via Bertelli 44 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 01/04/2016 - al 01/05/2016
  • Vernissage: 01/04/2016 ore 19
  • Autori: Alberto Fanelli
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: La mostra è visitabile fino al 1°maggio 2016 e ad accesso libero negli orari di apertura: fino al 28 aprile: venerdì 15.00 – 01.00 sabato 11.00 – 01.00 domenica 11.00 – 24.00 sabato 30 aprile: 11.00 – 01.00 domenica 1 maggio: 11.00 – 24.00

Comunicato stampa

Mostra Fotografica

Altri Mondi #1
DEEPER di Alberto Fanelli

Cascina Martesana e Associazione ETC
all'interno della rassegna triennale di cultura Altri Mondi

presentano la mostra fotografica di








Fotografie stereoscopiche

Immagini da esplorare con un brivido, visioni che aprono alla terza dimensione, esperienze visive che vanno oltre la soglia dell'abituale.
Le stereoscopie di Alberto Fanelli, già apprezzate dal pubblico milanese al MIA 2014, spaziano tra soggetti diversi, sorprendono lo sguardo e sovvertono le abitudini visive regalando visioni privilegiate e sinestetiche

A partire dal 1° aprile, per quattro settimane, una collezione di stampe estratte dai maggiori lavori e da alcuni progetti recenti verrà presentata al pubblico della Cascina Martesana.

INAUGURAZIONE
venerdì 1 aprile 2016
dalle ore 19.00

c/o Galleria espositiva El Bagnin De Gorla

La mostra è visitabile fino al 1°maggio 2016 e
ad accesso libero negli orari di apertura:

fino al 28 aprile:
venerdì 15.00 – 01.00
sabato 11.00 – 01.00
domenica 11.00 – 24.00
sabato 30 aprile: 11.00 – 01.00
domenica 1 maggio: 11.00 – 24.00

Ricordate di indossare gli occhialini!





La pratica artistica della fotografia stereoscopica

Riprodurre sul piano la percezione tridimensionale della realtà è un traguardo inseguito dall’arte di ogni epoca. Per le sue stereoscopie Alberto Fanelli riprende studi pionieristici di metà ottocento, spingendo la tecnica ai limiti delle sue capacità espressive. Osservando le opere siamo progressivamente trascinati in un’esperienza visiva vertiginosa, che disorienta e affascina per la sua novità. Oggetti e paesaggi un tempo familiari ci appaiono alterati da una insondabile metamorfosi, tanto più inspiegabile quanto più ci sforziamo di forzare la serratura che ne custodisce il segreto: se la distorsione della realtà è un meccanismo artistico che ci è familiare, siamo invece del tutto impreparati al suo opposto, la facoltà di mettere a fuoco il mondo al di là del confine naturale dei nostri sensi.*

*Inspired by groundbreaking nineteenth-century explorations on stereoscopy, the author’s work aims at giving the viewer an altered experience of reality, unattainable by human senses alone. Pushing to the extreme the use of hyper and hypostereoscopy turns the viewing experience of landscapes and objects into something weirdly unfamiliar: we struggle to bring back to a sense a scenery which our brain perceives as undergone to an unfathomable metamorphosys. Amazement and awe increase with the time spent trying to unlock the secret of our vertigo: we finally come to understand that reality is not altered, as usually done, by distorting it, but precisely by the opposite mechanism, i.e. by sharpening the neatness of our viewing powers.

























A l b e r t o F a n e l l i
Biografia

Nasce a Milano nel 1965. Riceve in regalo a 15 anni la sua prima reflex, una Yashica FX-3. Dopo aver frequentato il liceo classico si iscrive alla facoltà di Scienze dell’Informazione. Durante questi anni molti viaggi in Oriente, Europa e Americhe sono l’occasione per scattare reportage e ritratti. Dopo la laurea lavora per alcuni anni nel ramo dell’intelligenza artificiale e della progettazione ingegneristica assistita. Nel 1995 fonda insieme ad alcuni amici una società di consulenza Internet, dal 2000 al 2007 lavora presso British Telecom Italia e altre società come responsabile delle applicazioni software. Nel 2007 matura la decisione di abbandonare il lavoro d'ufficio e trasformare la fotografia, sua passione di sempre in un impegno a tempo pieno. Ne segue un periodo di ricerca artistica, compositiva e tecnica che lo porta in breve tempo a ottenere pubblicazioni su autorevoli riviste italiane e straniere (tra le quali una cover di “Internazionale”). Attratto non solo dalla fotografia ma anche dal timelapse, dal motion control e dalla pura sperimentazione visiva, ricerca effetti originali sia con immagini statiche sia con video. Nel 2009 inizia una collaborazione con CityLife per la realizzazione di un unico timelapse della durata di 10 anni sul cantiere delle 3 torri Isozaki, Libeskind e Hadid; le riprese termineranno nel 2019. Nel 2010 inizia a interessarsi di fotografia stereoscopica e dopo un periodo di studio dei fondamentali, applica quanto appreso sia alle foto che ai video, realizzando stereogrammi di paesaggi, ritratti, nudo artistico e still life. Con delle serie monografiche su alcune città ha realizzato dei volumi della serie 3D Citydive: Roma, Venezia, Milano. Le sue opere si avvalgono di tecniche originali di ripresa, tecniche di post produzione, supporti meccanici ed elettronici sviluppati ad hoc dall’autore.

Le immagini in mostra 3D vanno guardate con appositi occhialini rosso/blu.


















A l b e r t o F a n e l l i
Biography

Alberto Fanelli was born in 1965, in Milan, Italy. He first encountered photography, which became his lifelong passion, at the age of 15, when he was given his first single-lens reflex camera: a Yashica FX3.Educated in the humanities in college, he opted to study Computer Science at the University of Milan. During this period, he often travelled trought many countries, including trips beyond Europe – to Asia and the Americas – allowing him to hone his photography skills, particularly in portraiture and reportage. After graduating, Alberto worked for a number of years in the IT industry, experimenting with AI technologies, leveraging on the internet and telecommunications, before finally deciding to leave this behind to pursue photography full-time in 2007. This dedication to his new career led to a deep immersion in the industry, resulting in rapid artistic, technical and compositional development through intensive research, catapulting him onto the photographic stage. His publications in prestigious Italian and international journals – including the front cover of Internazionale – are testament to the success of his work. Moving beyond traditional photography, Alberto experiments with many different visual techniques including timelapses, motion control and visual experimentation through creating original effects. He started collaboration with CityLife in 2009, on an ongoing timelapse project, aimed at documenting a decade of Milanese residential development, centred on three skyscrapers: Isozaki, Libeskind and Hadid. He adopted stereo photography in 2010, and has since refined it, creating his own techniques, building his own shooting systems and using unique post-production methodologies. These techniques are seen in the stereo photo-books he has published in the 3DCitydive series, including: 3DRoma, 3DVenezia and 3DMilano.


All 3D images have to be seen with special
red/blue glasses.




















Alberto Fanelli | Awards and Exhibitions

2015
Photography category winner of Premio delle Arti Premio della Cultura, XXVII edition
Exhibition at Stand Arketipo, Salone del Mobile, Milano
“Pollux Capella”, Zott’s Artspace Dolomites, San Cassiano

2014
“Light in the Lightness”, Paratissima, Torino Esposizioni, Torino
MIA Proposals, MIA&D, Singapore
“Hyperceptions”, MIA Fair, Milano

2013
“Hyperceptions”, Galleria Glauco Cavaciuti, Milano

2012
“Fare gli Italiani”, Officine Grandi Riparazioni, Torino

2009
Cover photo on “Internazionale” magazine no. 811