Altare Vetro Arte

Altare - 26/10/2013 : 31/01/2014

In mostra tre artisti che hanno offerto il proprio contribuito a un serrato dialogo tra le proprie personali attitudini estetiche e operative e la sorprendente versatilità creativa del vetro.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DELL'ARTE VETRARIA ALTARESE
  • Indirizzo: Piazza Consolato 4 - 17041 - Altare - Liguria
  • Quando: dal 26/10/2013 - al 31/01/2014
  • Vernissage: 26/10/2013
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: domenica, martedì-venerdì: 16-19; sabato: 15-19; lunedì: chiuso

Comunicato stampa

Ottobre 2013 – Terza edizione per la rassegna “Altare Vetro Arte”, che si terrà dal 26 ottobre al 31 gennaio al Museo dell’Arte Vetraria di Altare, con le opere che vedono protagonisti Enzo Esposito, Graziano Marini e Juan Segura, tre artisti che hanno offerto il proprio contribuito a un serrato dialogo tra le proprie personali attitudini estetiche e operative e la sorprendente versatilità creativa del vetro



Coadiuvati da Vincenzo Ricchebuono, tutti e tre gli artisti hanno sviluppato un percorso di ricerca che se da un lato riflette l’impianto formale e compositivo della loro individuale esperienza pittorica, dall’altro risulta arricchito dalle trasparenze e dalla luminosità del vetro.
Esposito ha trasposto nel vetro le peculiarità linguistiche della sua pittura astratta, caratterizzata da un’accesa gamma cromatica e da segni fortemente espressivi; Marini ha privilegiato, nella modellazione della brillante trasparenza del vetro, l’armonica coesistenza tra la dimensione plastica del materiale e la rigorosa struttura cromatica e compositiva dei suoi dipinti. Segura, infine, ha ripreso le caratteristiche icone della sua ricerca pittorica, popolata da una fauna esotica e fantastica.

La manifestazione, ideata da Mariateresa Chirico ed Enzo L’Acqua, promossa dall’ISVAV (Istituto per lo Studio del Vetro e dell’Arte Vetraria) e dal Museo dell’Arte Vetraria Altarese, fa seguito alla precedente rassegna dedicata al design e coinvolge artisti e designer invitati a cimentarsi con il vetro, in un rapporto sinergico con i maestri altaresi, in un reciproco, intenso e proficuo scambio di competenze e conoscenze. Un’occasione d’incontro, di dialogo, di confronto in modo che Altare possa trasmettere e rendere ancora attuale e vivo il proprio secolare “saper fare”.

Altare, piccolo centro dell’entroterra ligure, lega la sua storia millenaria alla lavorazione del vetro. Sin dal Medioevo la produzione vetraria ha caratterizzato la vita economica e sociale del paese, rendendolo famoso nel mondo per la realizzazione di vetri d’uso, da farmacia e di oggetti artistici. La lavorazione “à la façon d’Altare”, grazie anche alla tendenza migratoria dei vetrai altaresi, si è diffusa in tutta Europa, dando fama e prestigio al paese. Ancora oggi, infatti, il comparto del vetro costituisce una delle più importanti risorse produttive ed economiche dell’intera Val Bormida.