Alessio Ballerini – Human Tree

Bologna - 15/12/2012 : 12/01/2013

Mostra multimediale nella quale disegno, video e soundscape si fondono per svelare la ricerca, la natura e il principio dell’esistenza del tutto, di universi coesistenti, secondo la visione dell’artista.

Informazioni

  • Luogo: ADIACENZE
  • Indirizzo: Vicolo Spirito Santo 1/B - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 15/12/2012 - al 12/01/2013
  • Vernissage: 15/12/2012 ore 19
  • Autori: Alessio Ballerini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal martedì al sabato dalle 16 alle 20 (domenica e lunedì su appuntamento)

Comunicato stampa

Sabato 15 dicembre alle ore 19.00 lo spazio espositivo Adiacenze inaugura
la personale di Alessio Ballerini Human Tree,
mostra multimediale nella quale disegno, video e soundscape
si fondono per svelare la ricerca, la natura e
il principio dell’esistenza del tutto,
di universi coesistenti, secondo la visione dell’artista.
Tout est bien sortant des mains de la nature,
affermava Jean Jaques Rousseau, ed è proprio sull’idea che tutto nasca dalla natura
e che riconduca inevitabilmente a questa,
che è stata concepita e realizzata tutta la mostra


Per Ballerini ogni cosa è natura, incluso l’uomo e qualsiasi sua produzione
senza alcuna distinzione d’importanza.
Ed è grazie a questo legame che riesce, attraverso l’uso di vari media,
a creare in maniera artificiale realtà naturali.




I suoni e le immagini concepiti dall’artista invadono i sensi dello spettatore che,
inerme, non può far altro che riconoscersi parte di un tutto
che non è mai stato tanto distante dalla quotidianità quanto in questi ultimi tempi.
A regnare sovrana è l’assenza di colore:
dalla tavolozza vengono estratti solo il bianco e il nero,
sinonimi di eleganza e profondità.
In quanto parte del creato, la presenza umana è sempre percepibile:
si confonde con gli altri elementi,
oppure si può identificare con la stessa mano che dà vita;
nelle stanze di Adiacenze essere umano e natura si alternano
in una continua danza di appartenenza.
Questa non è la mera visione del mondo data da un’artista, ma trova conferma nella scienza: sia gli uomini che le piante sono composti dalle stesse particelle e molecole,
siamo tutti sullo stesso piano e non c’è differenza tra un animale e una scultura
o tra un uragano e la Tour Eiffel…
In fondo non c’è niente di più umano di un albero.