Alessandro Cardinale – Tra le righe

Torino - 21/10/2016 : 27/11/2016

In occasione della personale verranno esposte nuove sculture dell’artista, parte recente di un più ampio lavoro portato avanti da 3 anni e presentato alla Biennale Italia/Cina di Torino ed a quella di Pechino, città ormai cara all’artista dopo la sua vincita alla V Edizione della Biennale Internazionale del 2012.

Informazioni

  • Luogo: CRAG - CHIONO REISOVA ART GALLERY
  • Indirizzo: via Giolitti, 51 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 21/10/2016 - al 27/11/2016
  • Vernissage: 21/10/2016 ore 11-22
  • Autori: Alessandro Cardinale
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Mostra aperta ogni giorno su appuntamento

Comunicato stampa

Dopo l’esposizione al Mastio della Cittadella di Torino, CRAG Gallery è lieta di inaugurare la mostra “Tra le righe” dell’artista Alessandro Cardinale, dal 21 ottobre al 27 novembre, nuovamente a Torino.
In occasione della personale verranno esposte nuove sculture dell’artista, parte recente di un più ampio lavoro portato avanti da 3 anni e presentato alla Biennale Italia/Cina di Torino ed a quella di Pechino, città ormai cara all’artista dopo la sua vincita alla V Edizione della Biennale Internazionale del 2012


Esaminando la produzione artistica di Alessandro Cardinale da dieci anni a questa parte non è difficile comprendere la grande originalità e la perizia tecnica che caratterizzano anche questa ultima serie di lavori, dal titolo NU SHU.
La serie NU SHU si ispira ad un linguaggio segreto nato nella regione dell’Hunan nella Cina imperiale dove, con 1.500 caratteri, attraverso in particolare ricami su ventagli ed abiti, le donne comunicavano tra di loro per mezzo di una simbologia espressa principalmente in versi, poi riscoperta e studiata negli anni Cinquanta del secolo scorso, ma ben presto vietata dal partito comunista. Oggi, nonostante venga insegnata in alcune scuole dell’Hunan, vi sono solo più tre donne capaci di leggerlo, scriverlo e parlarlo ed il timore è che possa scomparire poco per volta.

Oltre alla affezione dell’artista per la Cina e la sua cultura, le installazioni, come lui preferisce chiamarle, sono un chiaro riferimento al linguaggio nascosto: il materiale richiama i ventagli e gli abiti su cui veniva scritto il NU SHU, mentre il gioco di illusione e la laboriosità della realizzazione ne reinterpretano la complessità e l’arcano che lo ha caratterizzato per secoli e secoli.

Alessandro Cardinale è un artista che unisce quelle che un inglese chiamerebbe le “skills” al genio artistico. E’ un artista che sperimenta e non si ferma di fronte alle difficoltà tecniche, concretizzando le idee in realtà, utilizzando sempre soluzioni singolari ed uniche.

Ci sorprende e ammalia, ancora una volta.